Ci troviamo, con Toshiba Satellite Click 2 Pro P30W-B, in presenza di un modello di nuovi PC convertibili in grado di mostrare, nonostante questa caratteristica che spesso porta il computer ad essere non particolarmente attraente in termini di design, una linea sottile e particolarmente adeguata a chi è solito portare con sé il proprio ultrabook. Abbiamo così la possibilità, con questa new entry di Toshiba, di sfruttare una tastiera full-sized per digitare al meglio senza i consueti impedimenti di un tablet; mentre il touchscreen integrato ci consente operazioni normalmente precluse ai PC. La connettività presentata da questo convertibile è uno dei primi aspetti su cui soffermarsi: gli slot, tra cui quelli relativi al SD card reader, sono presenti sia sul dock che sulla componente tablet del PC, assieme ad una porta USB standard 2.0 e due porte USB a standard 3.0 sempre posizionate sul dock.

Toshiba Satellite Click 2 Pro P30W-B

Satellite Click 2 Pro è inoltre un ottimo dispositivo per videochat e comunicazione di rete, grazie alla presenza di ben due webcam integrate, a risoluzione di 5 megapixel con autofocus per quanto riguarda quella retrostante il device, mentre la principale ci offre una risoluzione a 1280×720 pixel. Quest’ultima potrebbe diventare una delle nostre scelte preferenziali per la video-comunicazione, avendo un angolo di ripresa particolarmente esteso e luminosità accettabile. Gli standard sfruttati per la comunicazione dati, invece, contemplano la presenza di un Wi-Fi aggiornato agli ultimi standard 802.11 a/c, permettendo la connessione di wireless network ad alta velocità, grazie inoltre alla ricettività del modulo integrato, che si mantiene a 5 barre piene anche a distanza di circa 10 metri dal router.

Nonostante la presenza di un touchscreen ben integrato, al nuovo Toshiba Satellite non manca un ClickPad, integrato nella tastiera frontale, largo circa 12 centimetri ed in grado di offrire feedback costante ed adeguato nel corso della diteggiatura. Per quanto riguarda il display, lo schermo è a carattere IPS con risoluzione 1920×1080 pixel, essendo inoltre dotato di una piacevole glossy surface che, oltre a fornire un primo strato di protezione, incrementa anche la brillantezza e la performance complessiva, che tecnicamente si stabilizza su valori di 324 cd/m², superando alcuni competitor di marche diverse.

Le performance complessive di questo dispositivo sono comunque di fascia media, grazie all’implementazione di un Intel’s Core i5-4210U in grado di operare a fianco di una scheda Intel HD Graphics 4400 adeguata ai cosiddetti “daily task”, le operazioni giornaliere che non richiedono eccesso di memoria, quali multimedia e videogames. La CPU integrata è infatti molto popolare tra ultrabook di questa fascia, e consente all’ibrido di operare senza eccessivo dispendio energetico, permettendo l’esecuzione di diversi thread contemporanei. L’hard drive, infine, ha dimensioni particolarmente lusinghiere se confrontato con altri concorrenti: un SSD di ben 256 GB, uno spazio di archiviazione ottimale espandibile con cloud.

Toshiba-Satellite

Abbiamo così illustrato un ultrabook ibrido convincente più della maggioranza dei dispositivi simili di fascia media: grazie alla sottigliezza ed insieme la robustezza dei componenti, le performance stabili nel tempo ed una dotazione hardware soddisfacente, è il dispositivo che risulterà utile a chi tende a viaggiare con il proprio notebook sempre accanto, aspettandosi da esso il meglio.

 

2015-04-04T02:51:09+00:00