Il file sharing è ormai diventato parte integrante della vita di gran parte degli internauti, la condivisione e il recupero di file tramite i sistemi peer to peer è uno dei sistemi preferiti, ormai anche da molte aziende, per la distribuzione di software. Ne sanno qualcosa gli utenti dei sistemi Linux, molto spesso infatti le varie distro (da Ubuntu a Debian ecc) vengono messe online proprio su reti torrent, in quanto questo sistema serverless consente una velocità media più elevata e con un aumento esponenziale all’aumentare del numero di utenti che scaricano in contemporanea, tutto l’opposto rispetto i metodi classici.

Il client torrent più popolare per il p2p è sicuramente uTorrent, ma se state cercando delle valide alternative potrete tranquillamente scorrere questo elenco con i migliori client alternativi per il download da reti torrent (e non solo) per sistemi Linux. Parliamo ovviamente di software gratuito sicuro.

migliori alternative a utorrent per linux

Ktorrent
Il primo client alternativo disponibile per sistemi Linux è Ktorrent, K iniziale che come sa chi è avvezzo agli ambienti *nix rappresenta un’applicazione sviluppata con librerie KDE, ma compatibile senza problemi anche con altri ambienti grafici come Gnome e XFCE. Questo client ha uno stile grafico che riprende in parte la grafica di uTorrent, seppur i colori sono quelli tipici dell’ambiente KDE.

Integra un buon lettore musicale integrato per la riproduzione dei brani in download. Disponibile anche un sistema di controllo della banda a disposizione per download ed upload, per poter gestire quindi in modo efficiente la propria connessione internet.

QBittorrent
Un altro client torrent open source molto popolare per gli utilizzatori di sistemi Linux, ma disponibile ormai anche per altre piattaforme computer è QBittorent. Dalle ultime versioni troviamo inoltre integrato un motore di ricerca per i file torrent e la possibilità di gestire da remoto il software tramite interfaccia web sviluppata in Ajax e richiamabile dunque da browser.

Permette il controllo della connessione, per limitare o accentuare il download ed upload dei file torrent tramite il client, la conformità agli standard IPv6 e il tutto è inserito in una cornice grafica quanto più user friendly possibile.

Vuze
Il terzo client torrent di questo elenco è Vuze, popolare software per il download da reti p2p che aveva trovato grande successo anche con il precedente nome Azureus, sostituito nelle relase recenti proprio con Vuze. E’ disponibile per le principali piattaforme computer, Linux compresa, in più versioni.

Quella gratuita permette, al costo di sopportare qualche banner, la gestione dei torrent, l’apertura degli stessi direttamente da client, il controllo della banda per il download e l’upload e l’analisi degli indirizzi IP di chi sta scaricando. Da notare la bella ed originale interfaccia grafica che lo distingue dalle altre alternative e dallo stesso uTorrent.

FrostWire
FrostWire è un’altra buona alternativa a uTorrent, è un client gratuito, open source e multi piattaforma, che sfrutta anche le reti Gnutella, per la ricerca, il download e la condivisione di file multimediali. Nasce da un fork di LimeWire (nato per motivi legali) e permette il funzionamento anche sotto firewall, l’integrazione con iTunes, il download da sorgenti multiple e il supporto alle connessioni proxy.

Una delle caratteristiche più originali è la possibilità di chattare con la community dell’app durante il download e upload dei file. Non poteva ovviamente mancare l’opzione di controllo della banda disponibile, per una gestione efficiente della propria connessione internet.

Tribler
Uno dei migliori, più sicuri e potenti client torrent alternativi a uTorrent disponibile anche per piattaforma Linux è Tribler. Questo software è sviluppato da ricercatori dell’Università di Delft e distribuito gratuitamente con licenza GPL, e pensato per permettere il download di file da reti .torrent nella massima sicurezza, sfruttando i protocolli Tor per il cripting delle informazioni in entrata ed uscita.

Il motore di ricerca integrato è inoltre capace di bypassare eventuali limitazioni imposte dai governi locali a siti quali The Pirate Bay e non solo. Inoltre è possibile usarlo anche sul proprio smartphone Android.

Deluge
L’ultimo client che andremmo qui a recensire è Deluge. Anche in questo caso parliamo di un software multi piattaforma (Linux, Windows e Mac OS X) ed open source.

Tra le opzioni più interessanti di questo software c’è la possibilità di funzionare anche sotto reti proxy, di poter offuscare lo scambio di dati su reti torrent per poter funzionare anche con connessioni limitate, in particolare è ottimo per chi ha dei blocchi imposti dal proprio fornitore di rete, inoltre è presente la possibilità di gestire il client da remoto grazie ad una interfaccia web sviluppata ad hoc.

2015-10-03T21:36:54+00:00