pulire windows 10Uno degli aspetti negativi di Windows 10 è l’eccessiva frammentazione dei file nell’hard disk in cui è installato il sistema operativo, questa condizione fa si che il tutto funzioni con lentezza dopo un lungo utilizzo, per questo motivo proveremo a spiegare come deframmentare Windows 10 e risolvere il problema.

L’eccessiva frammentazione, quindi, provoca il rallentamento del sistema anche se non è l’unica ragione, per questo motivo dopo aver effettuato la deframmentazione è consigliabile utilizzare programmi come Ccleaner per eliminare file inutili e pulire il registro oppure dei programmi per pulire il computer che serviranno a rendere il sistema più veloce.

Infatti, un rallentamento del computer può dipendere anche dall’eccessiva presenza di file inutili che intasano l’hard disk e il sistema operativo, usare degli strumenti per eliminarli può favorirà la sua funzionalità ottimale.

Per usare lo strumento di deframmentazione di Windows basta digitare la parola “deframmenta” nella casella di ricerca di Cortana, poi potremmo lanciare lo strumento “Deframmenta e ottimizza unità”.

deframmenta e ottimizza unità windows 10

Il suo utilizzo è semplicissimo, basta selezionare il disco in cui è presente il sistema operativo e cliccare su “Analizza”, al termine su “Ottimizza”, questa procedura deframmenterà il disco e poi lo ricompatterà.

Inoltre, Windows 10 ha attivato automaticamente l’automatismo, conviene disattivarlo perché potrebbe rallentare tutto il computer senza avvisare l’utente, anche quando si sta facendo un lavoro importante.

Per quanto riguarda la deframmentazione, se si usa un SSD, ovvero, un disco a stato solido, non c’è bisogno di deframmentare spesso e con la stessa metodica, questo perché non sono dei dischi meccanici e perché si usurano più velocemente rispetto all’hard disk.

Sembra strano, ma è più conveniente disattivare la deframmentazione del disco, andando a ridurre il carico inutile della CPU, per farlo basta lanciare Cortana e scrivere dfrgui per lanciare il programma di deframmentazione, selezionare il disco SSD, poi cliccare su Modifica Impostazioni e togliere la spunta su “Esegui in base a una pianificazione”.

Per deframmentare dischi SSD esistono dei programmi appositi che eseguono l’operazione senza procurare danni o compromettere il funzionamento.

A cosa serve precisamente la deframmentazione?

Deframmentare il disco aiuta a diminuire i tempi di avvio del sistema; a diminuire l’accesso ai file presenti sul disco, in questo modo ricercare un file sarà semplicissimo e veloce; allungare il ciclo di vita del disco, perché riduce la temperatura hardware dello stesso, dato che non si sforza quando deve eseguire la ricerca dei file.

Se si vogliono provare delle alternative allo strumento di Windows è possibile installare dei programmi appositi che lavorano per ottimizzare e velocizzare l’intero sistema e rispondono perfettamente alla richiesta su come deframmentare Windows 10.

Defraggler

Defraggler

Defraggler è un programma ideato da Piriform, autore del famoso Ccleaner, uno strumento che permette di deframmentare l’unità disco con facilità, rendendo il computer più veloce.

Il software è gratuito ed è una validissima alternativa all’applicativo di deframmentazione presente nel sistema operativo Windows; l’interfaccia grafica è intuitiva, è possibile arrivare facilmente a lanciare l’operazione di deframmentazione senza particolari problemi.

Defraggler è rilasciato in tre versioni, quella gratuita e poi due a pagamento: la modalità Professional e quella Business Edition, in più hanno maggiori ottimizzazioni per gli utenti business e assistenza diretta agli utenti che lo utilizzano.

Iobit Smart Defrag

Iobit Smart Defrag

Iobit Smart Defrag è un valido aiuto per deframmentare Windows 10, un programma stabile, sicuro e facile da usare, garantisce automaticamente massime prestazioni del disco rigido e grazie anche al motore di deframmentazione ultra veloce di nuova generazione, Smart Defrag 5, può ottimizzare anche SSD per accelerare la velocità di lettura/scrittura e aumentare la longevità.

Questo programma riesce a fare la deframmentazione di file grandi e ottimizza lo spazio libero con la Deframmentazione dei File di Grandi Dimensioni e con la Deframmentazione dello Spazio Libero, per un’operazione di massima efficienza. Inoltre, gli utenti che amano il gaming, possono godere di un’esperienza migliore grazie all’opzione Ottimizzazione di Gioco in Smart Defrag 5.

Auslogics Disk Defrag

Auslogics Disk Defrag

Auslogics Disk Defrag è un programma che permette di eseguire la deframmentazione del disco per ottimizzare le prestazioni del computer ed evitare possibili rallentamenti e blocchi del computer.

Il software permette di spostare delle porzioni di file memorizzate in modo frammentato sul disco e di renderle contigue in modo da permettere al pc di lavorare più velocemente.

Molto semplice da utilizzare, l’interfaccia è decisamente intuitiva e permette anche a chi non è proprio esperto di avviare la fase di analisi del disco, dopo l’operazione, il programma rilascerà le informazioni raccolte e fornirà indicazioni in merito alla necessità di deframmentare o meno il disco.

2016-08-28T22:23:49+00:00