Come trovare il miglior canale Wifi

Negli anni la tecnologia Wifi ha avuto tantissime evoluzioni e sempre più espansione in tutto il modo, si tratta di una tecnologia di rete senza fili che utilizza una parte limitata della banda di frequenza, sfruttata ormai in qualsiasi ambiente, dalla casa, al locale pubblico, al lavoro, in questo articolo vogliamo spiegarvi come trovare il miglior canale Wifi, per avere una connessione efficiente.

Le reti wifi interferiscono l’una con l’altra, per cui chi abita in un palazzo o ha delle case intorno alla propria può avere quasi sicuramente delle interferenze; per limitare le interferenze bisogna prima sapere che i router che generano una rete lavorano su vari canali di frequenza, alcuni hanno un canale Wifi impostato di default, altri provano a installare in automatico il miglior canale Wifi per cercare di evitare interferenze.

Ci sono anche altri fattori che possono disturbare il segnale wifi, come apparecchi di uso comune quali cordless e forno a microonde, presenti in quasi tutte le case, che tenuti vicino ai router creano interferenze importanti.

La maggior parte degli apparecchi lavora sulla banda a 2,4 Ghz, che è la stessa banda usata dai router più economici, su questa banda ci sono 14 canali wireless, che si sovrappongono tra di loro, gli unici non sovrapposti sono quelli più distanzi: Canal 1, Canal 6 e Canal 11, se intorno alla nostra abitazione rintracciamo più di tre reti wifi, allora sarà quasi impossibile evitare le interferenze.

canale wifi

Perchè ci sia comunicazione tra i terminali di una rete wifi, questi devono usare lo stesso canale, per cui in un collegamento realizzato utilizzando un access point, il canale fissato nel punto di accesso sarà poi lo stesso sui dispositivi collegati, solitamente si lascia quello preimpostato, ma per avere una buona connessione è bene aggiustare manualmente il canale utilizzato dall’access point e configurare i device collegati, in questo modo sarà possibile scegliere il canale meno utilizzato dai vicini di casa.

Per sapere come scegliere il miglior canale wifi e quello meno utilizzo, potete utilizzare il programma NetStumbler, che rilascerà una lista delle reti wifi di tutto il vicinato con conseguente lista dei canali in uso, in questo modo si potrà scegliere quello più libero.

netstumbler

Dopo aver annotato il canale wifi migliore, bisogna cambiarlo manualmente, una procedura molto semplice, che può essere fatta in pochissimi secondi.

Prima però, bisogna cambiare il canale wifi sul proprio router, la procedura varia a seconda del tipo di modello, per cui vi suggeriamo di seguire il manuale o le istruzioni relative al vostro router, dopo aver impostato quello migliore, si passa alla modifica del canale sul computer e successivamente anche sui dispositivi mobili collegati, secondo le procedure apposite per cambiare canale wifi su Android e iOS.

Come cambiare il canale wifi dal computer

Per cambiare il canale wifi devi accedere al pannello di configurazione del modem/router, non tutte le marche e modelli prevedono la stessa procedura quindi bisogna leggere il manuale di istruzioni, scaricabile anche dal sito del produttore.

A questo punto, il collegamento e la qualità del segnale dovrebbero essere migliori rispetto all’inizio, perché avremmo avremmo scelto il miglior canale wifi disponibile con il minore numero di connessioni.

Nel caso si voglia risolvere il problema delle interferenze definitivamente, il suggerimento è quello di acquistare un router dual band che lavora su frequenza 5 Ghz, che offre ben 23 canali non sovrapposti.

Specifichiamo che le interferenze non sono eliminate, ma essendo una banda meno usata e avendo più spazio rispetto alla 2.4 Ghz, le possibilità che il segnale sia disturbato sono davvero minime, perché i vari dispositivi interni ed esterni non lavorano su questo tipo di frequenza.

Abbiamo visto come scegliere il miglior canale wifi, ricordiamo anche che la maggior parte dei router casalinghi economici sfrutta la frequenza 2.4 Ghz, mentre quelli più costosi e moderni offrono la possibilità di lavorare anche sulla frequenza di 5 Ghz, sicuramente l’esborso economico è maggiore, ma può valerne la pena se ci si trova in una zona piena di case e tante rete wifi.