Utilizzare la propria rete Wi-Fi è davvero sicuro? Sono sempre di più le vulnerabilità rinvenute nei protocolli si autenticazione delle reti Wi-Fi ed i reati di furto di dati sensibili sono in costante aumento. Un malintenzionato, semplicemente connettendosi alla vostra rete Wi-Fi potrebbe rubare i vostri dati e impossessarsi delle vostre password, leggere i vostri messaggi di chat e addirittura rubare i numeri delle vostre carte di credito.

Abbiamo quindi deciso di scrivere questa guida che vi spiegherà come scoprire chi usa la rete Wi-Fi della vostra abitazione o del vostro ufficio, in modo da fornirvi tutti gli strumenti per proteggervi dai malintenzionati.

Indice:

Come scoprire se qualcuno usa la rete Wi-Fi

Capire che qualcuno sta utilizzando la nostra rete Wi-Fi potrebbe non essere immediato e nemmeno molto semplice. Esistono tuttavia degli indizi che possono aiutarvi a capire se qualcuno è connesso impropriamente. Il primo indizio da tenere d’occhio è senza ombra di dubbio la scarsa velocità di download e upload che possono essere al di sotto dei parametri normali. In questo caso è molto probabile che qualcuno stia utilizzando la vostra rete per scaricare.

Ovviamente questo non significa che al primo rallentamento bisogna pensare che qualcuno stia utilizzando la vostra rete. Un altro indizio potrebbe essere rappresentato da una serie di repentine ed improvvise perdite di connessione, questo avviene infatti quando qualcuno sta provando a collegarsi alla rete wireless utilizzando un attacco così detto “brutal force” che finisce per causare una mancata risposta del router.

Come scoprire chi usa la rete Wi-Fi

Un modo molto più immediato per rendersi conto di eventuali utilizzi impropri della propria rete Wi-Fi è collegarsi all’interfaccia di amministrazione del router e controllare i dispositivi collegati. Se sono presenti dei dispositivi sconosciuti allora probabilmente significa che qualcuno sta utilizzando il vostro accesso ad internet.

Per finire è bene tenere d’occhio ai rallentamenti regolari, ossia quelli che si verificano sistematicamente in particolari momenti della giornata. Se la velocità della vostra connessione rallenta proprio quando il figlio dei vicini rientra da scuola è molto probabile che il sospetto che qualcuno utilizzi la vostra rete sia reale. In questo caso è consigliabile cambiare la password del Wi-Fi e assicurarsi che la velocità della connessione sia migliorata.

Quali sono i rischi

Molti non si preoccupano se qualcuno decide di utilizzare la propria rete Wi-Fi per connettersi, anzi in un impeto di generosità si potrebbe anche pensare che in fondo non c’è niente di male. Tuttavia la vostra generosità potrebbe costarvi davvero molto caro.

Le reti wireless sono infatti crittografate, questo significa che chiunque non disponga della password di crittografia non può accedere alle informazioni che sulla rete vengono scambiate, comprese quelle di natura privata e finanziaria. È semplice quindi capire che nel momento in cui qualcuno riesce a collegarsi alla vostra rete Wi-Fi tutti i benefici della crittografia sono annullati.

cos'è la crittografia

Ci sono poi molti altri motivi per cui è bene evitare che estranei si colleghino alla vostra rete wireless, ad esempio questa persona potrebbe non essere molto attenta e contrarre un malware che finirebbe per infettare tutti gli altri dispositivi connessi alla rete. Oppure è possibile che la persona connessa alla vostra rete privata commetta atti fuorilegge, di qualsiasi tipo, dalle minacce sui social al commerciare materiale vietato, in quel caso sarebbe davvero complicato spiegare alle forze dell’ordine che non è una vostra responsabilità che un reato sia stato consumato dalla vostra rete.

Come scoprire chi usa la rete Wi-Fi

Per scoprire chi è connesso alla vostra rete Wi-Fi, dopo esservi assicurati che effettivamente qualcuno sta utilizzando la vostra connessione senza autorizzazione è certamente controllare i log del router. Tutti i router infatti hanno i record delle connessioni in cui viene indicato l’indirizzo IP di ogni dispositivo ed il suo nome.

Se ad esempio notate che un Huawei P20 si è collegato alla vostra rete wi-fi ma non possedete uno smartphone di quella marca, allora è molto probabile che si tratti di un’intrusione. Nel caso in cui il vostro router vi consenta di scollegare i dispositivi non autorizzati procedete pure nell’azione, cambiando successivamente la password di accesso alla vostra rete Wi-Fi in modo da tenere a bada ogni tentativo di intrusione.

Angry IP Scanner

Questo procedimento però non è semplice da mettere in atto per tutti, ecco quindi che viene in nostro soccorso il programma Angry IP Scanner.

Angry IP Scanner per scansionare gli IP

Questo programma non è altro che uno scanner della rete progettato per essere davvero molto semplice da utilizzare ed estremamente veloce. Angry IP Scanner esegue la scansione degli indirizzi IP collegati e delle porte, oltre ad avere molte altre interessanti funzionalità. Viene infatti utilizzato da molti amministratori di rete anche di piccole imprese, banche e addirittura agenzie governative. Angry IP Scanner è disponibile sia per Windows che per Linux o Mac OS X.

Chiudi il menu

Condividi con un amico