wifi consuma più batteriaUno dei problemi principali degli smartphone moderni è il consumo di batteria esagerato, e d’altronde non potrebbe essere altrimenti visto che le specifiche tecniche di questi device sono sempre più simili a quelle di un computer, con processori multi core e svariati gigabyte di ram. E così diventa un lontano ricordo quel primo vecchio cellulare con display in bianco e nero che si ricaricava una volta ogni 4-5 giorni e che restava acceso anche la notte senza pensieri.

Il problema principale però è dato dalle nuove possibilità di connettività. Uno smartphone che sta collegato tutto il giorno in rete WiFi o che interroga costantemente la nostra rete 3G UMTS 4G LTE spende moltissima energia in queste operazioni, tanto che su molti terminali avrete sicuramente notato come la navigazione su internet da cellulare porta spesso, dopo già una decina di minuti di uso continuo, un surriscaldamento del dispositivo, e surriscaldamento significa sempre consumo rapido della carica.

Ma seppure le abbiamo citate insieme le reti Wifi e le reti mobili 3G/4G hanno consumi differenti, consumi variabili in base all’uso e allora se vi stareste chiedendo quale consuma più batteria proveremo a rispondervi nel modo più preciso possibile.

La connessione in rete 3G/4G avviene con il collegamento dello smartphone a determinate frequenze, più queste frequenze sono alte, e più la loro intensità è debole, più il consumo della batteria da parte dello smartphone sarà superiore. In generale le reti 4G sono quelle che consumano più di tutte durante il loro uso e a queste seguono direttamente le 3G. Il motivo di questo consumo superiore è da addebitarsi alle frequenze più alte e che determinano spesso una ricezione più problematica (le onde passano meno facilmente attraverso gli ostacoli).

Se dovete usare il telefono per navigare su internet e avete a disposizione una connessione Wifi preferitela sempre ad una connessione 3G/4G, perché consumerete moltissima meno batteria.

Ma fate attenzione, se invece lasciate il telefono in stand by con la semplice sincronizzazione delle mail e dei social network il Wifi non vi è amico. Le connessioni Wifi tengono costantemente attivo il vostro smartphone impedendo che vada completamente in deep sleep (la modalità a minimo consumo) e consumano sempre una certa percentuale di carica ad ora.

Le connessioni mobili 3G/4G invece si attivano solo quando in uso, se il telefono è in stand by questa modalità di connessione conviene assolutamente.

Una soluzione efficace ad ogni problema di batteria residua potrebbe però essere semplicemente quello di usare un power bank, in particolare qui vi proponiamo le migliori batterie portatili, strumenti che con pochi euro vi permettono di non dovere mai temere uno spegnimento improvviso dello smartphone quando siete fuori casa.