Un cavo HDMI è uno strumento che consente di trasferire dati audio e video utilizzando un collegamento capace di trasferire un flusso multimediale di qualità. HDMI è l’acronimo di High-Definition Multimedia Interface, in italiano appunto Interfaccia Multimediale ad alta definizione.

La tecnologia HDMI è stata utilizzata per le prime volte nel 2003, anno in cui cominciò la produzione di questi cavi capaci di scalzare dal mercato le interfacce VGA e DVI. Per scegliere coscenziosamente il miglior cavo HDMI è necessario capire prima di tutto come fare per individuare quello giusto per le proprie esigenze.

Dal 2003, nel corso degli anni la tecnologia HDMI si è evoluta con diverse specifiche approvate che hanno dato vita a numerose versioni: 1.0, 1.1, 1.2, 1.3, 1.4, 2.0 e 2.1. Ognuna di queste versioni ha introdotto delle nuove funzionalità e delle nuove caratteristiche. La versione 1.4 ad esempio ha introdotto il supporto Ethernet, mentre la 2.0 ha migliorato ancora di più la qualità del flusso video ed audio.

Esteticamente e funzionalmente, nonostante le numerose evoluzioni, i cavi HDMI sono rimasti perfettamente uguali, tanto che un cavo HDMI 1.4 può anche essere usato per connettere tra loro dei dispositivi che supportano soltanto le versioni precedenti.

Come scegliere il cavo HDMI

Come abbiamo precedentemente detto in commercio è possibile trovare numerose versioni dei cavi HDMI, alcune risalenti ai primi anni 2000 ed altre più moderne. Andiamo ad analizzare nel dettaglio tutte le versioni dei cavi HDMI.

HDMI 1.9, 1.1 e 1.2

A queste versioni appartengono i cavi risalenti agli anni che vanno dal 2002 al 2005 e che offrono una larghezza di banda di 4,95 Gbps di cui 3,96 Gbps dedicati alla gestione del flusso video. La versione 1.1 ha introdotto un’importante novità, il supporto per i DVD-Audio mentre la versione 1.2 ha portato il supporto addizionale per i Super Audio CD.

La novità più importante è forse arrivata con HDMI 1.2a che ha introdotto la funzione Consumer Electronic Control (CEC) che cpermette di utilizzare un solo telecomando per controllare tutti i dispositivi HDMI.

HDMI 1.3

La specifica HDMI 1.3 ha portato ad un aumento di trasmissione fino a 10,2Gbps, un miglioramento che ha permesso di ottimizzare la profondità del colore e di far fare un bel balzo in avanti alla tecnologia HDMI.

La versione 1.3 risale al 2006 e consente di raggiungere fino a 48 bit di profondità con RGB o YcbCr. Supportato anche lo standard Sony xvYCC, la sincronizzazione audio automatica, l’uscita Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio.

HDMI 1.4

La specifica HDMI 1.4 ha introdotto la possibilità di utilizzare il canale audio di ritorno ed il supporto per 7 formati 3D. Con la nuova versione sono aumentate anche le gamme di colore adeguandosi a sYCC601, AdobeRGB e AdobeYCC601.

Miglior cavo HDMI

HDMI 2.0

L’HDMI 2.0 è una specifica che ha introdotto la banda pesante a 18Gbps che corrispondono a 6 Gbps a canale. Inoltre sono stati introdotti in questa versione: supporto per tecnologia HFR per i video in 4K, audio a 32 canali e fino a 1536 Khz ed il dynamic auto lip-sync.

HDMI 2.1

Per finire parliamo della versione più recente, l’HDMI 2.1 che ha introdotto numerose novità. Prima di tutto la banda disponibile è aumentata fino a 48 Gbps in modo da poter trasmettere video con una risoluzione 10K da 10.240 x 4320 pixel. Sono poi aumentate le frequenze di refresh con 60 Hz per i video 8K e 120 Hz per i video 4K.

Questo standard supporta HDR dinamico e consente la riproduzione dei contenuti 8K non copressi con HDR. Come se non bastasse HDMI 2.1 consente di regolare le informazioni su contrasto, luminisità e colore per ogni frame per poter sfruttare al massimo Dolby Vision e HDR10+.

hdmi 2.0 vs 2.1

Altre caratteristiche

Parliamo del connettore HDMI, lo standard è il modello che utilizza 19 pin che consente di ottenere una lunghezza di banda adatta a gestire video SDTV, EDTV e HDTV.

Per quanto riguarda invece la lunghezza del cavo vediamo che in commercio esistono cavi HDMI con una lunghezza minima di 1m e una lunghezza massima di 15 m. Ovviamente avere dei cavi schermati aiuta a poter allungare il cavo evitando che il segnale si degradi troppo con la lunga distanza.

Se un cavo HDMI supporta fino a 1080p di risoluzione, allora può arrivare a misurare fino a 15 metri, se invece supporta i segnali video 4K allora è consigliabile non andare oltre i 5 m. I cavi HDMI non dispongono di elettronica che consenta di stabilire la loro versione. Alcune volte è possibile leggere sull’etichetta il numero di modello (o anche stampato sul cavo stesso) in modo tale da capire che versione di HDMI ci si sta accingendo a comprare.

Ecco quindi tutto quello che c’è da sapere sui cavi HDMI e come fare per individuare, tra le numerose versioni disponibili, quella più adatta a soddisfare i nostri bisogni.

Miglior cavo HDMI per monitor e TV

I cavi HDMI possono essere utilizzati per collegare monitor e TV, andiamo a vedere insieme qual è il miglior cavo HDMI per monitor e TV disponibile sul mercato.

Miglior cavo HDMI per monitor e TV

Cavo Belkin HDMI 2.1

Il cavo HDMI ad alta velocità Belkin ha una dimensione di 2 metri e supporto 4K/120Hz e 8K/60 Hz e Dolby Vision/HDR 10,48 Gbps. Belkin è un’azienda molto solida che opera sul mercato da oltre 35 anni producendo materiali caratterizzati da una tecnologia all’avanguardia.

Questo cavo HDMI supporta numerose risoluzioni e frequenze, fino a 4K/120 Hz con velocità di trasferimento fino a 48 Gbps ed è compatibile con Dolby Vision e HDR 10.

Il cavo Belkin HDMI 2.1 è stato realizzato per l’utilizzo con i più recenti HDTV ma anche per funzionare con le console di gioco come Xbox One, PS4, dispositivi di streaming come Fire TV, Apple Tv ecc, lettori Blu-Ray e proiettori. La dimensione del cavo è di 2 metri ed è rivestito con una guaina a doppia intrecciatura. In vendita a circa 70 euro.

Cavo Luxury IBRA HDMi 2.1

Il cavo HDMI 2.1 Luxury IBRA soddisfa gli standard 2.1, 4:4:4 chroma supportando una gamma di risoluzioni piuttosto elevata tanto da supportare video 8K a 60Hz e video 4K a 120 Hz. Può essere dunque collegato ai lettori blu-ray 8K e 4K, a Smart TV 3D, PC, PS4, PS3, Xbox One e tanti altri dispositivi abilitati HDMI.

Il design di questo cavo gli consente di differenziarsi da tutti gli altri, offrendo la possibilità di distinguere immediatamente il proprio cavo dagli altri per non rischiare di smarrirlo o perdero. Strutturalmente il cavo è intrecciato con nylon resistente ed i connettori sono placcati in oro 24K per migliorare l’immagine, la qualità del suono e la stabilità del segnale.

Grazie al conduttore 100% OFC è possibile avere a disposizione una larghezza di banda di 48Gbps per trasmettere il 100% dei dati richiesti per l’HD 8K. In vendita a circa 20 euro.

Miglior cavo HDMI per PS4 e xBox

Ovviamente una tecnologia come HDMI non poteva che essere ampiamente utilizzata nel mondo dei videogiochi, una realtà che fa della grafica a prestazioni elevata un fiore all’occhiello. Andiamo a vedere insieme qual è il miglior cavo HDMI per le console di gioco PS4 e xBox.

Miglior cavo HDMI per PS4 e xBox

Cavo Snowkids HDMI 2.0

Il cavo HDMI UHD 4k Snowkids ha una dimensione di 2 metri e supporta tutte le risoluzioni fino a 4K (3840x2160p a 60Hz. Questo cavo consente video illimitati in 4K UHD e 3D. Con un solo cavo sarà possibile soddisfare a pieno le proprie esigenze sia audio che video, tanto da essere considerato la soluzione perfetta per la propria console.

Questo cavo HDMI è flessibille e non si aggroviglia, avendo una guaina protettiva intrecciata in nylon. Il connettore è placcato in oro e insieme al resistente stato esterno in PVC garantisce la massima protezione dalle interferenze del segnale esterno oltre ad un rapido trasferimento del segnale video e del segnale audio. In vendita a circa 9 euro.

Adattatore HDMI per iPhone e iPad

Ovviamente i cavi HDMI sono necessari anche per i possessori di dispositivi Apple come iPhone e iPad, in questo caso è tuttavia necessario acquistare un adattatore. Andiamo a vedere qual è il migliore.

Apple Lightning Digital AV Adapter

L’adattatore Apple Lightning Digital AV è utilizzabile sia con iPhone che con iPad ed iPod.Con questo strumento sarà possibile connettere i propri dispositivi Apple ad un televisore, un proiettore o un monitor che sia compatibile con HDMI, visualizzando i contenuti fino ad una risoluzione di 1080p.

Con questo semplice adattatore collegato al proprio iPhone sarò possibile proiettare sullo schermo TV tutto quello che avviene sullo schermo piccolo dello smartphone. In vedita a circa 45 euro.

In Offerta

Adattatore HDMI per Android

Ovviamente anche per gli smartphone Android esiste un adattatore che consenta di collegare il proprio cellulare ad un televisore, un monitor o un proiettore attraverso HDMI. Andiamo a vedere il migliore sul mercato.

Adattatore HDMI per Android

Adattatore CHOETECH

Questo adattatore HDMI per Android è compativile con numerosi dispositivi: dell xps 15/13, chromebook, Samsung s10/s10 Plus, s10 e, note 10, s8, s8 Plus, s9, s9 Plus, note 8, note 9, huawei mate 10, 10 pro, mate 20, 20 pro, mate 30, 30 pro, p20 p20 pro, p30, p30 pro e altri.

Le risoluzioni supportate e le frequenze di aggiornamento di questo adattatore HDMi arrivano fino a 4K 60Hz, in accoppiata con un cavo HDMI 2.0. In vendita a circa 15 euro.

Come collegare due cavi HDMI

Nel caso in cui si disponga di un cavo HDMI troppo corto, tanto da non poterlo collegare a nessun dispositivo presente in casa, capita spesso di ricorrere alla possibilità di unire due cavi HDMI. Andiamo a vedere come completare questa operazione.

Collegare tra di loro due cavi HDMI è davvero molto semplice e non è necessario avere delle particolari competenze tecniche per portarlo a termine. Basterà munirsi di due cavi HDMI standard e di uno specifico adattatore per completare il collegamento.

Siccome un normale cavo HDMI ha entrambe le estremità identiche sarà necessario, per poter unire due cavi HDMI, utilizzare un adattatore HDMI femmina-femmina. In questo modo sarà possibile realizzare questa prolunga improvvisata in pochissimi istanti, semplicemente inserendo nell’adattatore HDMI l’estremità del primo cavo e poi una delle estremità del secondo cavo.

Come detto si tratta di un’operazione davvero molto semplice e una volta che sarà portata a termine sarà necessario soltanto effettuare il collegamento con il dispositivo per controllare che tutto proceda correttamente.

Un adattatore ha un prezzo di mercato di pochi euro, se si dispone quindi di due cavi HDMI troppo piccoli per le proprie esigenze è quindi consigliabile unirli per averne a disposizione uno che sia lungo abbastanza.

Meglio HDMI o DisplayPort per giocare?

Quando si compone una nuova postazione di gioco, si acquista una scheda video nuova oppure un monitor nuovo, sicuramente la scelta dell’interfaccia è una delle decisioni più importanti da prendere, ossia cercare di capire quali sia il miglior cavo da utilizzare per collegare lo schermo al PC. Nello specifico andremo a vedere cosa preferire tra HDMI e DisplayPort per giocare.

HDMI e DisplayPort sono le scelte più moderne a nostra dispozione per raggiungere lo scopo. Qualsiasi scheda video ormai ha una porta HDMI (o anche più di una). Come detto l’HDMI è utilizzato per collegare strumenti come console da gioco, decoder, smartphone alla TV. Ormai anche tutti i monitor hanno un ingresso HDMI.

Meglio HDMI o DisplayPort

Le schede video moderne hanno tuttavia anche una o più connessioni DisplayPort che invece sono piuttosto rare sulle TV ma più diffuse sui monitor per computer. Molti giocatori di PC non sanno se per il faming sia meglio l’HDMI o la DisplayPort. L’ultima specifica HDMI è l’HDMI 2.1 che offre, come abbiamo spiegato più su, numerosi vantaggi rispetto alla precedente versione. Il bandwidth dell’HDMI 2.1 è in grado di assicurare una risoluzione 8K con un refresh rate a 120 Hz.

L’ultima specifica della DisplayPort è la DisplayPort 1.4 che non è certo da meno in quanto il suo bandwidth è di 32,4 Gbps, inferiore certo a quello di HDMI 2.1, ma con un rapporto di compressione di 3:1, inoltre virtualmente lossless, cioè compressione dati senza perdita. Nella DiplayPort 1.4 grazie alla compressione l’interfaccia può operare con una connessione USB Type C invece che con il tradizionale cavo DisplayPort.

Arriviamo però adesso al punto rispondendo alla nostra domanda, quale delle due specifiche è meglio utilizzare per giocate al PC? Dipende ovviamente da qual è l’hardware in vostro possesso. In alcuni casi infatti la scelta diventa obbligata, come ad esempio per i possessori di GeForce o di monitor G-Sync che possono utilizzare soltanto la DisplayPort.

Se invece l’hardware vi consente di avere possibilità di scelta, cioè se sia scheda video che monitore hanno sia l’HDMI che la DisplayPort allora la scelta diventa più complessa. Certo, l’HDMI attualmente supporta delle risoluzioni massime più alte ma bisogna ovviamente avere un PC all’altezza per poter raggiungere determinati livelli, un PC che oggi probabilmente non esiste in commercio.

La DisplayPort invece ha molto senso per chi ha intenzione di giocare su più monitor pur avendo una sola connessione DP disponibile, come capita per esempio a chi gioca su un portatile con una DisplayPort. La porta è ovviamente divisibile tramite hub DisplayPort oppure è possibile concatenare i monitor. Ovviamente tutto questo sarà possibile soltanto se i monitor dispongono di un’uscita DisplayPort e supportano la funzione MST (Multi-Stream Transport).

Tuttavia, considerando ipoteticamente la possibilità di giocare su singolo schermo sfruttando risoluzioni e refresh rate attuali, sia utilizzando HDI che DisplayPort si otterranno gli stessi risultati.

Chiudi il menu

Condividi con un amico