Negli ultimi anni gli Italiani hanno dimostrato un interesse crescente per l’hoverboard, un mezzo di trasporto costituito da due ruote, che si muovono attraverso l’ausilio di un motore elettrico alimentato da una batteria. Spesso, se ne sente parlare anche in relazione alla mobilità urbana, per agevolare la quale si stanno cercando nuove proposte. Questi dispositivi hanno iniziato a comparire sul mercato alla fine del 2016 ed in poco tempo hanno riscontrato un grande successo.

La velocità che si può raggiungere è variabile, si parte da circa 10 chilometri orari, fino ad arrivare a 25 chilometri orari, nei modelli più costosi e tecnologici. Il nome deriva dal volopattino del film Ritorno al Futuro, anche se, in realtà, non riescono a librarsi nell’aria. Secondo la normativa vigente, gli hoverboard, esattamente come i monopattini e gli skateboard, non potrebbero circolare sulle strade ed i marciapiedi, come normalmente accade. Probabilmente, in breve tempo le cose cambieranno, per tanto è meglio farsi trovare pronti.

Come scegliere un hoverboard?

Al contrario di quello che si potrebbe pensare, scegliere un hoverboard non è affatto semplice, soprattutto se non si è degli esperti. Ciò è dovuto soprattutto al fatto che in commercio, visto anche il grande successo riscontrato, è possibile trovare una vasta gamma di modelli , ciascuno dotato di caratteristiche differenti.

come scegliere un hoverboard

La cosa migliore da fare, prima di procedere con l’acquisto, è quella di informarsi e di aver ben chiari in mente alcuni punti fondamentali, in modo da individuare il prodotto migliore per le proprie necessità. Sul web i siti specializzati in questo genere di articoli sono ancora pochi.

Tuttavia, ve ne sono alcuni di validi, che riportano opinioni, recensioni ed informazioni fondamentali, che possono aiutare in fase di scelta. Particolarmente interessante è Pensieri di Strada, in cui è possibile trovare i migliori modelli attualmente disponibili sul mercato, così da evitare soluzioni poco sicure e vere e proprie truffe.

Perché l’hoverboard piace agli Italiani?

Le motivazioni che hanno portato gli Italiani ad avvicinarsi a questo piccolo gioiello tecnologico sono tante. Una delle prime è che l’hoverboard è facile da utilizzare. Di solito, bastano poche prove per diventare abili e per potersi muovere in autonomia. Inoltre, bisogna dire che guidare uno di questi dispositivi è come amplificare le capacità del proprio corpo, in quanto questi mezzi seguono l’inclinazione ed il bilanciamento del pilota.

Di fatto, la sensazione è quella di planare fluidi sulla strada e di poter vedere il mondo circostante con occhi diversi. Le emozioni che si possono provare sono tante, tra cui una delle più forte è l’elevato senso di libertà, ma anche il vento tra i capelli e la possibilità di muoversi in velocità, ma senza esagerare. A ciò va aggiunto che l’hoverboard è un divertimento che va bene quasi per tutte le età e che può essere attuato in compagnia o anche individualmente.

L’importante è adottare alcuni accorgimenti fondamentali ed avere la consapevolezza di dover utilizzare tale apparecchio elettrico sempre con la massima attenzione, al fine di non arrecare danno a se stessi o agli altri. Infine, è bene ricordare che questi dispositivi possono essere acquistati a prezzi differenti, per tanto sono adatti anche a coloro che non hanno budget di spesa elevati.