Rimandare indietro un pacco Amazon è un’operazione a volte necessaria in varie circostanze. Ad esempio quando al momento della consegna ci si accorge che l’oggetto ricevuto è danneggiato, oppure quando non risponde alle nostre aspettative a causa dei una descrizione fuorviante e poco dettagliata. In tutti questi casi è possibile avvalersi del reso Amazon e restituire il vostro pacco, ricevendo in cambio un rimborso o un articolo sostitutivo. Andiamo a scoprire insieme come procedere.

Come rimandare indietro un pacco Amazon

Capita, in alcuni casi, di effettuare un acquisto su Amazon e di rendersi conto, al momento della consegna, che il prodotto non sia conforme alla descrizione del venditore o che sia difettoso e malfunzionante. In casi come questi è possibile per ogni utente avvalersi del reso Amazon per restituire al mittente il prodotto, richiedendo un rimborso oppure un articolo in sostituzione.

Come rimandare indietro un pacco Amazon

Nella quasi totalità dei casi infatti è possibile restituire un articolo acquistato su Amazon senza che sia nemmeno necessario specificarne il motivo, purché avvenga entro 30 giorni dalla data di avvenuta consegna. Bisogna tuttavia sapere che ci sono casi in cui questa tempistica si riduce considerevolmente o addirittura casi in cui non è possibile far valere del tutto il diritto di recesso.

In questa guida analizzeremo nel dettaglio la procedura di reso Amazon per capire come funziona. Analizzeremo prima il caso degli articoli acquistati direttamente da Amazon e poi quello di acquisti effettuati presso fornitori terzi per i quali sarà necessario procedere al pagamento delle spese di consegna.

Politica del reso Amazon

Per quanto riguarda gli oggetti spediti da Amazon la situazione è molto chiare e lineare. Ci sono casi in cui è possibile effettuare il reso ed altri in cui invece non è possibile. Molto importanti sono le tempistiche, soprattutto per i prodotti consegnati da terzi.

La politica dei resi Amazon consente di restituire qualsiasi articolo acquistato senza doverne specificare il motivo, in un limite temporale di 30 giorni dall’avvenuta consegna. Se l’acquisto che avete effettuato è stato spedito da Amazon e rispetta tutti gli altri requisiti allora è possibile restituirlo e ottenere un rimborso.

Le spese di spedizione saranno a carico di Amazon se il prodotto è stato restituito entro 14 giorni dall’avvenuta consegna, altrimenti saranno a carico dell’utente. L’erogazione dei rimborsi avviene tramite lo stesso metodo di pagamento utilizzato per effettuare l’acquisto, oppure tramite l’emissione di buoni Amazon.

In particolari casi è possibile chiedere il rimborso immediato senza nemmeno dover attendere la consegna del pacco ad Amazon. Tramite questa modalità sarà accreditato un bonus sul conto Amazon dell’utente e sarà comunque necessari procedere alla restituzione entro 30 giorni dall’avvenuta consegna, pena la decurtazione del rimborso dal proprio account. Gli oggetti che si intende restituire devono essere nelle stesse condizioni in cui sono stati consegnati.

In alcuni casi non è possibile effettuare il reso, in particolare per i seguenti prodotti: articoli confezionati su misura o personalizzati, articoli che scadono o si deteriorano rapidamente, articoli sigillati aperti dopo la consegna, bevande alcoliche, prodotti audiovisivi o software la cui confezione sia stata aperta, contenuti digitali forniti tramite supporto non materiale a seguito della loro esecuzione, periodici, giornali e riviste.

Reso articoli spediti da Amazon

Se siete interessati ad effettuare il reso per gli articoli spediti da Amazon non bisognerà fare altro che accedere alla pagina “I miei ordini” e selezionare l’articolo che si intende restituire, aggiungendo una motivazione alla propria richiesta. Bisognerà inoltre scegliere un metodo di restituzione tra quelli messi a disposizione e procedere a generare l’etichetta di reso, che bisognerà stampare ed incollare sul pacco che sarà inviato ad Amazon.

Restituire un articolo amazon

Nel caso in cui non disponiate di una stampante potrete scegliere l’opzione “Invia un’etichetta di reso ad un amico”, in questo modo sarà generato e spedito un link tramite e-mail ad una persona da voi indicata che potrà procedere alla stampa.

Nel caso in cui si restituiscano prodotti difettosi o danneggiati o nel caso in cui si utilizzi un’etichetta prepagata, non sarà addebitato alcun costo per il suo utilizzo. Se la restituzione non dipende da errori di Amazon saranno invece detratte dal rimborso le spese di spedizione del prodotto.

Reso articoli Marketplace

Abbiamo visto nel dettaglio come rimandare indietro un pacco Amazon, se invece avete necessità di effettuare il reso degli articoli Marketplace, cioè quelli acquistati da un venditore terzo, è possibile procedere alla restituzione direttamente al venditore da cui avete acquistato l’oggetto.

La politica Amazon vuole che i venditori Marketplace siano tenuti ad applicare delle politiche di reso conformi a quelle applicate da Amazon. Tuttavia ogni venditore avrà la sua specifica politica di reso che potrà essere conosciuta nel dettaglio visitando la relativa pagina che si trova sul profilo del venditore.

Per restituire un articolo a seguito di un ordine effettuato ad un venditore Marketplace bisognerà:

  • Recarsi nella sezione “I miei ordini”
  • Scegliere l’ordine e selezionare “Restituisci o sostituisci articoli”.
  • Cliccare su “Invia richiesta di reso” per restituire un articolo a un venditore Marketplace.

Dopo aver inviato la richiesta di reso il venditore vi contatterà per comunicarvi l’accettazione (o la mancata accettazione). La risposta deve necessariamente arrivare entro 2 giorni lavorativi, altrimenti avrete facoltà di inviare un reclamo. Nel caso in cui la vostra richiesta sia accettata riceverete una mail con l’etichetta di reso che sarà possibile stampare direttamente dalla sezione dedicata sul sito o dalla e-mail.

Alcuni venditori utilizzano dei procedimenti leggermente diversi da quelli standard e quindi potrebbero procedere con l’invio di una e-mail con delle istruzioni particolari per procedere alla restituzione. Solitamente le spese di spedizione, nel caso di restituzione di articoli acquistati da venditori terzi, sono a carico del cliente. Se tuttavia si riceve un articolo non conforme alla descrizione, danneggiato o difettoso, si ha di solito diritto ad un rimborso integrale della cifra spesa.

In ogni caso se avrete contatto il venditore entro 14 giorni dalla data di consegna del prodotto, procedendo alla restituzione entro i canonici 30 giorni, ma non avrete ricevuto assistenza, potrete presentare un reclamo ufficiale basandovi sulle linee guida della “Garanzia dalla A alla Z” di Amazon che tutela il cliente.