Avete deciso di acquistare un notebook ma non avete la minima idea di quale scegliere, siete pieni di dubbi sulle caratteristiche tecniche da tenere in considerazione e le specifiche che sono più adatte all’utilizzo che ne volete fare, insomma, vi serve un aiuto e con questa guida su come scegliere un pc portatile, cercheremo proprio di darvi quelle informazioni di cui necessitate per non fare un acquisto sbagliato.

Suddivideremo questa guida all’acquisto di pc portatili in più paragrafi, per facilitarvi la comprensione dei vari aspetti da considerare, ma dovete sapere che principalmente la scelta di un pc portatile è dettata soprattutto dalle vostre esigenze e dalla possibilità di spesa.

Infatti, esistono in commercio pc portatili dalle grandi prestazioni adatti a svolgere qualsiasi tipo di operazione, ma sono particolarmente costosi, per cui è meglio individuare il tipo di utilizzo che se ne vorrà fare e acquistare un modello meno costoso, ma che risponda perfettamente alle esigenze richieste.

Come scegliere un PC portatile

Un computer dotato di un processore potente permette di svolgere operazioni velocemente, ma è una caratteristica che vi serve davvero? Un pc portatile con una GPU di fascia alta sarà ottima per il gaming, ma il vostro scopo è quello di usarlo per giocare?

Insomma, è chiaro che la prima cosa da chiedersi è: per cosa mi serve? A seconda della risposta che darete a questa domande si apriranno varie possibilità di acquisto, proviamo a rispondere a questa domanda.

Per cosa mi serve?

Per navigare su internet

Aavete bisogno di un pc portatile per inviare email, utilizzare i social network, visitare siti internet, utilizzare programmi del pacchetto Office e guardare film in streaming? In questo caso un pc portatile con prestazioni basse può andar bene, la diagonale dello schermo può essere di 13 pollici fino a 15 pollici con risoluzione HD/Full HD, nel caso dello streaming andrebbe meglio un 17 pollici, anche se ha un peso superiore.

Per lavorare

Se il pc portatile vi serve per lavorare, avrete bisogno sicuramente di prestazioni medie, inoltre, bisogna verificare i requisiti di sistema dei programmi che si andranno ad utilizzare, per essere sicuri che il dispositivo acquistato riesca a sostenere bene il lavoro. In questo caso la scelta dovrebbe ricadere su uno schermo da 15 – 17 pollici con risoluzione Full HD o 4K.

Per giocare

Se avete bisogno di un pc portatile per il gaming? In questo caso si necessitano di alte prestazioni, per cui si spenderà un po’ per avere un prodotto che soddisfi a pieno questo tipo di esigenza. Lo schermo dovrebbe essere da 17 pollici con una risoluzione Full HD o 4K, inoltre, alcuni schermi sono compatibili con FreeSync e G-Sync.

Quando parliamo di pc portatili, non ci riferiamo a una sola tipologia di computer, nel corso degli anni si sono sviluppate varie soluzioni, offrendo all’utente una più ampia scelta.

Quale tipo di pc portatile scegliere?

Quale tipo di pc portatile scegliere

Notebook

Per Notebook intendiamo il classico pc portatile che ha una diagonale che varia dai 13 pollici fino a raggiungere i 20 pollici sui modelli meno compatti, i computer di questa categoria sono un buon compromesso tra prestazioni hardware e prezzo.

Netbook

Il Netbook è una tipologia di pc portatili ideale per chi ha la semplice necessità di navigare in rete e utilizzare pochissimi programmi in mobilità, come il pacchetto Office, sono dotati di schermi da 10,1 pollici e da caratteristiche tecniche molto ridotte. Dopo il lancio sul mercato, il successo è davvero ridotto che sono quasi del tutto spariti dal mercato.

Ultrabook

Si tratta di un pc portatile molto piccolo e leggero, dotato di processore Intel a basso consumo, con un’unità SSD, solitamente hanno un telaio formato da un unico blocco in alluminio-magnesio o in fibra di carbonio, la diagonale dello schermo è di 12/13 pollici, ideale per essere trasportato ovunque con estrema facilità, hanno un costo mediamente più elevato rispetto ai comuni notebook.

Convertibili 2 in 1

Rientrano in questa categoria tutti quei notebook, netbook e ultrabook che hanno uno schermo touch, connettività 3G/4G/LTE, che possono, quindi, essere girati o staccati e utilizzati come un tablet o viceversa.

Chromebook

Questi portatili hanno il sistema operativo Google Chrome OS, sono privi di unità CD/DVD , particolarmente veloci, perfetti per coloro che hanno bisogno di un buon computer per navigare su internet, ma anche per lavorare e usare applicazione web. Non se ne trovano molti in commercio nei comuni negozi, la vendita è soprattutto online, i prezzi sono bassi e le prestazioni elevate.

Continuiamo la nostra guida su come scegliere un pc portatile, andando a vedere da vicino tutte le caratteristiche tecniche da valutare prima di acquistare un nuovo prodotto.

Dimensioni schermo e risoluzione

Per scegliere un pc portatile, come prima cosa bisogna valutare le dimensioni dello schermo, quelli con diagonale da 15,6 pollici vanno bene già per la maggior parte dei casi, ma se si ha intenzione di utilizzare il portatile in piena mobilità, meglio preferire uno schermo con diagonale da 13 pollici o massimo 14 pollici, se invece, le intenzioni sono quelle di sostituire un pc fisso, si può scegliere un modello con diagonale da 17 pollici.

Dimensioni schermo e risoluzione

La risoluzione dello schermo è un aspetto molto importante, si tratta del numero di pixel orizzontali e verticali presenti o sviluppabili su un qualsiasi schermo, in teoria maggiore è la risoluzione e migliore è la qualità dell’immagine.

Bisogna ricordare che una risoluzione troppo elevata su uno schermo con una diagonale non adeguata, potrebbe creare problemi nel visualizzare immagini e caratteri; tuttavia, evitare di scendere sotto ai 1024×768 pixel, perché con una risoluzione minore si potrebbero avere ugualmente difficoltà a visualizzare nel modo giusto le immagini.

Processore (sigla CPU)

Il processore è il cervello del pc, elabora i dati ed esegue i calcoli, può essere composto da uno o più core e la velocità è espressa in GHz. Nel caso dei processori a più core, tutto il lavoro viene suddiviso fra più unità presenti sulla stesso processore, in questo modo si aumenta la potenza di calcolo ma non si surriscalda troppo il computer.

come scegliere il processore

Sul mercato troviamo due principali produttori di CPU, Intel e AMD, che hanno suddiviso i loro processori in diverse famiglie, per esempio, gli Intel Core i3/i5 e le AMD Serie A sono destinate a pc di fascia media, le Intel Core i7 offrono prestazioni superiore e si trovano su vari modelli top di gamma; le Intel Celeron, Intel Pentium e AMD Serie E sono per i computer di fascia bassa.

Le Intel Atom assicurano consumi molto ridotti per cui vengono impiegati soprattutto sui convertibili economici, mentre su quelli più costosi e sugli ultrabook, troviamo gli Intel Core m3/m5/m7, che offrono buone prestazioni, infine, le AMD Ryzens sono paragonabili alle prestazioni degli Intel Core i5 e i7.

Scheda video

Se non si hanno esigenze particolari sotto questo aspetto, i computer portatili dotati di scheda video integrata nel processore vanno bene, se si ha necessità di prestazioni video migliori, conviene optare per dei pc portatili che hanno la scheda grafica con memoria video dedicata.

come scegliere la scheda grafica

In questo caso, la scelta solitamente ricade tra i produttori NVIDIA o AMD, per il primo, i prodotti più diffusi sono GeForce, GeForce GT e GeForce GTX, per il secondo la serie Radeon HD e la più recente serie Radeon R.

A prescindere dal produttore che si sceglie, bisogna cercare di acquistare un pc portatile che abbia una scheda video con un grande quantitativo di memoria video dedicata, preferibilmente del tipo GDDR5.

Memoria RAM

La memoria RAM del pc serve a memorizzare temporaneamente le informazioni sui programmi in esecuzione, tra cui il sistema operativo stesso, per cui, maggiore sarà il quantitativo di RAM installato sul pc, maggiore sarà anche il numero di programmi che potranno essere utilizzati.

come scegliere la ram

Il quantitativo di memoria RAM minimo consigliato è di 4 GB di tipo DDR3 o DDR4, con una frequenza di lavoro in MHz elevata, ma non bisogna dimenticare anche di verificare se è possibile aggiungerne altra, poiché non tutti i computer permettono di farlo.

Archiviazione HDD e SSD

Un’altra caratteristica da valutare prima di scegliere un pc portatile sono la tipologia, la potenza e la velocità di rotazione del disco fisso, attualmente troviamo notebook con HDD, solo SSD o entrambe le possibilità.

Preferire gli HDD da 7200 rpm che garantiscono una velocità superiore rispetto agli altri tipi, e degli SSD con almeno 256 GB di spazio di archiviazione dati.

hdd o ssd quale scegliere

Quest’ultimi sono mediamente più costosi degli HDD per cui, bisogna ben valutare la necessità di spazio di cui si ha bisogno e magari optare per un classico HDD o un ibrido, in modo da limitare la spesa.

Infine, occorre sapere che su alcuni pc portatili economici sono presenti dei drive eMMC come storage e non gli SSD, si tratta di memorie flash simili a schede SD, che offrono prestazioni inferiori.

Scheda wireless

Dovete sapere che tutti i pc portatili sono compatibili con le reti Wifi a 2.4 GHz, ma non tutti assicurano il supporto alle reti veloci a 5 GHz, per cui è bene verificare se questa caratteristica è presente nel prodotto che state per acquistare nel caso ne abbiate bisogno.

Connettività

I pc portatili sono datati di vari ingressi e uscite, abbiamo le porte USB che possono essere di dimensioni standard, mini e micro, e si suddividono in USB 2.0, USB 3.0 e USB Typc-C con varie velocità di trasferimento, dalla più lenta alla più veloce.

L’USB Type C è un connettore USB moderno, compatto e reversibile, per cui la periferica può essere inserita in tutte e due i versi; la USB 3.1 e la Type-C sono la stessa cosa, la prima dicitura indica la classe di velocità, la seconda il tipo di connettore.

usb e hdmi del notebook

Altre porte che è possibile trovare sui pc portatili sono le HDMI, che permettono il collegamento a monitor esterni, la porta Ethernet per collegarsi a dispositivi di rete, le Mini DisplayPort che servono ugualmente a collegare altri schermi, le Thunderbolt che consentono di collegare il computer a vari tipi di periferiche, sono ancora poco utilizzate e si trovano soprattutto sui computer Apple.

Infine, troviamo la slot per la scheda SD e i jack di entrata e uscita audio, infine, non deve mancare il collegamento Bluetooth, per poter collegare al computer tutti i dispositivi dotati della stessa tecnologia, attualmente l’ultimo standard disponibile è il 5.0.

Unità CD e DVD

Attualmente, moltissimi portatili sacrificano l’unità ottica per offrire un design molto più compatto e un profilo più sottile, ma se ancora utilizzate CD e DVD, prima di acquistare un pc portatile, è bene verificare la presenza di un masterizzatore o valutare la possibilità di acquistarne uno esterno.

Durata della batteria

La durata della batteria è un aspetto importante, soprattutto se avete intenzione di usare molto il pc in mobilità, riuscire a valutare con precisione le prestazioni riguardanti l’autonomia non è semplice, poiché questa varia e seconda delle operazioni che si fanno sul computer e delle caratteristiche hardware.

la durata della batteria del notebook

Per capire i valori a cui ci si deve affidare per stabilire orientativamente la durata della batteria, dobbiamo osservare i mAh e il numero di celle: i mAh indicano la potenza della batteria, per cui maggiore è questo numero e maggiore sarà anche la durata della batteria, mentre le celle sono singoli elementi della batteria in grado di generare energia elettrochimica, più ce ne sono e migliori saranno le prestazioni generali.

Layout della tastiera

Un altrp aspetto da non trascurare è  il layout della tastiera, infatti, molti pc portatili sono importati dall’estero e hanno la tastiera in formato QWERTZ o AZERTY, il primo tedesco e il secondo francese, per cui bisogna assicurarsi di acquistare un computer con la tastiera QWERTY, inoltre, se si ha necessità di scrivere o lavorare al buio, è bene accertarsi anche della presenza delle retroilluminazione dei tasti.

Windows, Linux o Chrome OS?

Concludiamo la nostra guida su come scegliere un pc portatile, analizzando i vari sistemi operativi a disposizione, ovvero: Windows, Linux e Chrome OS.

quale sistema operativo scegliere

Sistema operativo Windows

E’ il sistema operativo della Microsoft, è il più diffuso sui computer fissi e portatili del mondo, nato nel 1985, oggi è arrivato alla versione 10, con la variante Mobile per tablet e convertibili 2-1, dispone di un elevato livello di personalizzazione, tantissime applicazioni, un’interfaccia grafica intuitiva e moderna e piena compatibilità con la maggior parte degli accessori e delle periferiche esterne in commercio.

Sistema operativo Linux

E un sistema operativo open source, è uno dei più sicuri in quanto la presenza di virus è quasi impossibile, perché per poter modificare un file viene sempre chiesta una password; è tra i sistemi operativi più leggeri, la distro più famosa è Ubuntu, non sono presenti molti programmi di default e le operazioni appaiono meno semplici rispetto a Windows, ma esiste una grande community di supporto per ogni problematica.

Sistema operativo Chrome OS

E’ un sistema operativo che si trova esclusivamente sui Chromebook, l’esperienza parte dal browser web Chrome e come tale le uniche app installabili sono quelle che si trovano all’interno del market presente nel browser, se state cercando un sistema operativo veloce, principalmente per navigare in rete, questo potrebbe essere la scelta giusta.

Infine, non dimentichiamo anche Mac OS X , il sistema operativo di casa Cupertino, che ritroviamo esclusivamente sui suo MacBook, dai costi molto elevati, che rappresentano una scelta totalmente diversa dai prodotti di cui abbiamo parlato in questa guida.

  • Post author:
  • Post category:Windows
  • Post comments:0 Commenti
  • Post last modified:11 Maggio 2020
  • Reading time:11 min(s) read