Cortana è l’assistente digitale realizzato da Microsoft e integrato nei suoi dispositivi, sia mobili che desktop, a parte dal 2014; anche se arrivato in ritardo rispetto a Siri di Apple, è riuscito a crearsi un suo spazio, diventando uno degli strumenti più utilizzati da coloro che hanno un computer con sistema operativo Windows.

Lo sviluppo di Cortana è stato molto serrato e i developers continuano a lavorarci su, attualmente l’assistente digitale risiede e comanda Windows 10 mobile, Windows 10, Xbox One e Android come, assistente secondario.

Cortana

Non ci sono dubbi che la mossa vincente di Microsoft sia stata quella di integrare Cortana all’interno di Windows 10, quest’ultimo è senza dubbio una delle migliori realtà per ciò che riguarda lo sviluppo di sistemi operativi dell’azienda di Redmond.

Cortana è in grado di dare informazioni utili di ogni tipo, comprese previsioni meteo, appuntamenti e altre cose da fare basandosi su tutti i dati che riesce a raccogliere, ma non solo, permette di impostare sveglie, promemoria di ogni tipo, avviare chiamate e inviare sms, cercare e avviare Mappe, dare il significato delle parole ed avviare qualsiasi tipo di ricerca sul web attraverso il motore di ricerca Bing, sfruttando Microsoft Edge.

Insomma, l’assistente digitale di Microsoft è in grado di facilitare l’utente nel compiere le operazioni più frequenti, lo aiuta a restare aggiornamento sugli ultimi avvenimenti e permette di raggiungere rapidamente alcune funzionalità utili come le previsioni Meteo e le Mappe.

Come si attiva e come funziona Cortana su Windows 10?

Premettiamo che le funzionalità di Cortana sono le stesse sia su pc che su dispositivi mobili, noi ci soffermiamo su come utilizzarlo su Windows 10.

Se è la prima volta che usate Cortona, quando aprite il campo di ricerca dal menu delle impostazioni con il pulsante con l’icona a rotellina dovrete scegliere di attivare Cortana, accettate tutti i termini e le condizioni e andate avanti per utilizzarlo.

Microsoft fa sapere all’utente che utilizza Cortana cosa verrà segnalato per la raccolta dei dati al fine di personalizzare al massimo l’esperienza e dare suggerimenti attinenti.

Nella schermata delle Impostazioni di Cortana ci sono varie voci che servono a configurare l’interazione con l’assistente digitale:

  • Parla con Cortana: questa voce permette di verificare che Cortana riesca a sentirci col microfono ed eventualmente correggere dei problemi; è possibile selezionare l’opzione che avvia l’assistente digitale pronunciando la frase “Ehi Cortona”; sono inoltre configurabili le opzioni Scelta rapida da tastiera e Schermata di blocco.
  • Autorizzazioni e cronologia: permette di gestire l’autorizzazione alla raccolta dati, gestire l’attività sui dispositivi con Cortana e la cronologia, anche in Cloud.
  • Cortana sui miei dispositivi: gestisce le notifiche telefoniche sul pc in uso e permette di riprendere le attività recenti da dove le si erano lasciate su altri dispositivi.

Per utilizzare Cortana è sufficiente scrivere qualcosa nel campo di ricerca, oppure, premere sull’icona a forma di microfono e fare una richiesta vocale specifica che l’assistente digitale elaborerà in pochi secondi per poi rilasciare i risultati attinenti.

L’assistente digitale di Microsoft è l’esempio di come l’azienda di Redmond sia sempre in grado di sorprendere con prodotti utili ed efficienti, possiamo affermare con certezza che Cortana non ha niente da invidiare al più famoso Siri.