La tecnologia Thunderbolt è stata sviluppata da Intel in collaborazione con Apple per collegare numerosi dispositivi ed essere un’alternativa alla USB 2.0, se non sai cos’è la porta Thunderbolt continua la lettura, cercheremo di fare chiarezza sulle sue caratteristiche e funzionalità.

Cos’è la porta Thunderbolt

Thunderbolt è una porta data dall’idea di collegare nuove periferiche ad alte prestazioni ai pc di ultima generazione, si tratta di una tecnologia molto versatile e performante che permette, ad esempio, di lavorare alla realizzazione di un video ad alta definizione in tempo reale.

Questa tipologia di connessione è oltre 12 volte più veloce della FireWire 800 e fino a 20 volte più veloce della USB 2.0, ideale per soddisfare le esigenze di chi lavora soprattutto con contenuti multimediali HD.

Inoltre, è possibile fare dei backup e il ripristino dati più velocemente, riducendo i tempi di attesa, chi possiede dei notebook con la porta Thunderbolt ha tra le mani un dispositivo ultrasottile con un unico connettore in grado di estendere le funzionalità dei supporti multimediali ad alta velocità, cambiando in meglio le modalità e i tempi di esecuzione dei lavori.

Larghezza di banda

La larghezza di banda offerta dalla prima generazione di porta Thunderbolt è di 10 Gbit/s bidirezionali, ogni connettore ha due canali, per cui ogni connettore è in grado di ricevere e trasmettere 20 Gbit/S.

Il connettore è identico al mini DisplayPort sviluppato da Apple, infatti, il Thunderbolt è compatibile con questo tipo di porta.

Cos'è la porta ThunderboltOggi Apple utilizza lo standard Thunderbolt 3 che crea una connessione impareggiabile per velocità e versatilità, si tratta della più potente e rapida per lavorare con dispositivi, monitor e computer, arriva a trasferire dati fino a 40 Gbps, il doppio della porta Thunderbolt 2 che è di 20 Gbps, inoltre, è otto volte più veloce rispetto alla USB 3.0.

Si possono collegare fino a sei periferiche tramite un’unica porta senza alcun hub o switch, tutti i dispositivi collegati viaggeranno a tutta velocità.

I vantaggi dello standard Thunderbolt 3

Con la porta Thunderbolt 3 si ha il doppio della larghezza di banda per collegare il Mac fino a 4 monitor 4K o due monitor 5K, indispensabile per chi lavora su foto e video ad alta risoluzione.

Inoltre, tutti i monitor con cavo DisplayPort possono essere collegati direttamente alla porta Thunderbolt 3, mentre per quelli HDMI e VG è necessario acquistare un adattatore.

vantaggi Thunderbolt 3

Non manca la possibilità di collegare dispositivi come array RAID e soluzioni per l’acquisizione video con prestazioni elevatissime allo stesso livello delle schede PCI Express per desktop.

La porta Thunderbolt fornisce 10 watt di corrente alle periferiche collegate, questo si traduce nella possibilità di utilizzare i Macbook Pro per progetti che avrebbero necessitato di una soluzione desktop.

Tipo di connettore

Thunderbolt 3 utilizza un connettore USB Type-C, questo consente di trasferire maggiore energia e i cavi sono dotati di connettore reversibile; non tutte le porte USB Type-C sono compatibili con Thunderbolt 3, l’hardware che non utilizza processori Intel Skylake non dispone di controller Thunderbolt.

In questo caso, pur collegando il dispositivo USB Type-C a una porta Thunderbolt 3, questo sarà in grado di funzionare ma non riuscirà ad utilizzare tutte le caratteristiche dell’interfaccia Thunderbolt, stessa cosa se una periferica Thunderbolt 3 viene connessa a una porta USB Type-C.

connettore USB Type-C

Se vi state chiedendo se sia possibile utilizzare delle periferiche Thunderbolt 2 su un Mac con porta Thunderbolt 3, la risposta è si, bisogna munirsi di un adattatore specifico da Thunderbolt 3 a Thunderbolt 2 di Apple, che funziona in modo bidirezionale.

Allo stesso modo si possono usare delle periferiche Thunderbolt 3 su un Mac con porta Thunderblt 2, utilizzando lo stesso adattatore Apple, sarà possibile sfruttare al massimo la velocità della porta (20 Gbps) ma non quella della periferica (40 Gbps).

  • Post author:
  • Post category:Tecnologia
  • Post comments:0 Commenti
  • Post last modified:7 Febbraio 2020
  • Reading time:3 min(s) read