Quando si parla di Hotspost ci si riferisce a delle configurazioni particolari che permettono di creare degli access point wireless collegati alla rete, in questo articolo approfondiamo il discorso spiegando cos’è un hotspost e come attivarlo.

Per comprendere facilmente cos’è un Hotspost basti pensare a quando si attiva la connessione dati sul proprio smartphone e la funzione Hotspost per dare collegamento ad internet a un altro dispositivo che può essere uno computer, un tablet o un altro smartphone.

Impostare l’hotspost sul proprio dispositivo mobile, quindi, è la soluzione più veloce ed efficace per condividere la propria connessione.

L’Hotspot è inteso anche come gli access point pubblici che solitamente vengono creati in luoghi di interesse e di comunità come musei, locali, bar, piazze, per permettere a chiunque di collegarsi tramite notebook, convertibili, tablet, smartphone e qualunque altro dispositivo che può navigare in rete.

Di seguito vediamo come attivare un hotspost su Windows 10, su dispositivi Android e su iPhone e iPad.

Attivare hotspot su Windows 10

Windows 10 permette di condividere la connessione ad internet con altri dispositivi attraverso la funzione integrata di Hotspot mobile, la procedura da eseguire per ottenere il collegamento è abbastanza semplice.

Per trasformare qualunque dispositivo Windows 10 in un hotspost Wifi mobile, previo aggiornamento Anniversary Update, bisogna digitare Configura Impostazioni Hotspost Mobile nella casa di ricerca del sistema operativo.

Questa funzionalità integrata permette consente di attivare l’hotspot senza dover impostare troppi parametri; si può accedere alla funzione anche seguendo il percorso Impostazioni > Rete e Internet> Hotspot Mobile.

Dalla schermata che appare, bisogna spostare la levetta verso destra sotto la voce “Condividi la mia connessione Internet con altri dispositivi”, in questo modo sarà possibile abilitare l’hotspot di Windows 10.

Nel caso si presenti qualche problema e si riceva l’errore “Non riesco a configurare l’hotspot mobile”, si può provare a risolvere aggiornando i driver del modulo Wifi del dispositivo.

Nella schermata troviamo le voci Nome Rete e Password rete, il primo indica il nome della rete che appare sul dispositivo che si vuole collegare a Windows 10 e il secondo è la password da utilizzare per effettuare il collegamento.

Cliccando su Modifica è possibile anche cambiare il nome di rete e la password e inserire delle informazioni personalizzate al posto di quelle di default.

Tutti i dispositivi collegati alla rete wifi saranno visibili sotto la voce “Dispositivi connessi” che mostra il numero di device connessi, il loro nome, il loro indirizzo IP e l’indirizzo fisico.

Seguendo questa procedura, Windows 10 funzionerà come router e consentirà a tutti i client collegati di scambiare file tra loro in modalità wireless; le risorse di rete condivise sul PC Windows, dove è stato avviato un hotspost saranno accessibili e gestibili proprio come accade in una rete locale.

Attivare hotspot su Android

Attivare l’hotspot su Android è un’operazione abbastanza semplice, tutti i device con il robottino offrono la possibilità di attivare l’hotspot Wifi e condividere la connessione internet.

Sicuramente tante volte vi sarà capitato di attivare la connessione hotspot sul vostro smartphone mentre eravate in viaggio, per collegare notebook o il convertibile alla rete.

Se non lo avete mai fatto e volete sapere come attivare la funzione, dovete sapere che basta accedere alle Impostazioni di Sistema, scegliere la voce Rete e Internet e poi Hotspot e tethering e attivare Hotspot Wi-Fi.

Toccare Configura Hotspot WiFi e poi scegliere un SSID personalizzato in modo da riconoscere subito la rete e impostare una password WPA2 PSK lunga e complessa.

È possibile anche attivare l’hotspot Android le volte successive utilizzando la scorciatoia che solitamente si trova nella barra attivabile facendo uno swipe dall’alto verso il basso dello schermo, che contiene diverse icone scorciatoia per attivare varie funzionalità con un solo tocco.

La scorciatoia per attivare l’hotspot può essere utilizzata quando si prova a collegare un dispositivo già collegato in precedenza e che quindi risulta già salvato come device associato per la connessione.

L’hotspot Android agisce come un vero e proprio router, qualsiasi dispositivo può rilevare la connessione Wifi e collegarsi; nel caso dello smartphone è sufficiente attivare la connessione dati 3G o 4G e poi attivare la funzionalità di hotspot, rendendo così visibile il dispositivo ad altri che potranno collegarsi, previo inserimento della password di rete.

Ricordiamo che per utilizzare l’hotspot su Android bisogna avere un abbonamento a una connessione dati con il proprio operatore e che più dispositivi sono collegati e maggiore sarà il consumo di GB.

La procedura per attivare l’hotspot su Android è sempre la stessa, potrebbero esserci delle piccole differenze estetiche dovute al luncher utilizzato dal dispositivo in uso.

Attivare hotspot su iPhone e iPad

L’hotspot personale permette di condividere la connessione dati cellulare dell’iPhone o dell’iPad quando non è possibile avere accesso a una rete Wifi.

La procedura di attivazione e configurazione dell’hotspot è molto semplice e immediata, bisogna andare su Impostazioni> Cellulare, toccare Hotspot personale e poi sul cursore per l’attivazione.

Nel caso non venga mostrata l’opzione hotspot personale, è necessario contattare il proprio operatore è chiedere se è possibile utilizzare questa funzione con il proprio piano.

È possibile collegarsi all’hotspot tramite Wifi, Bluetooth o USB; quando un nuovo dispositivo viene collegato, la barra di stato diventa blu e indica il numero di dispositivi connessi.

Il numero di dispositivi che possono accedere contemporaneamente dipende dall’operatore e dal modello di iPhone; nel caso in cui altri dispositivi sia collegati in hotspot, l’iPhone o l’iPad che condivide la connessione può connettersi e navigare solo con i dati cellulare.

 Per collegarsi in hotspot con la Wifi, andare su Impostazioni>Cellulare> Hotspot personale e controllare che la funziona sia attiva, viene mostrato il nome del telefono e la password, è necessario restare su questa schermata finché non si connette un altro dispositivo alla rete WiFi.

Sul dispositivo che si vuole collegare andare su Impostazioni>WiFi e cercare il nome dell’iPhone o iPad, toccare la rete e inserire la password dell’hotspost personale per poi confermare il collegamento.

Se si vuole configurare un hotspot personale e modificare i dati di accesso bisogna andare su Impostazioni> Cellulare> Hotspot personale e toccare Password Wi-Fi, sceglierne una nuova che contenga almeno 8 caratteri ASCII, questi non comprendono caratteri in lingue come il russo, cinese, giapponese e altre, ma solo lettere dell’alfabeto inglese, minuscole e maiuscole, numeri da 0 a 9 e alcuni segni di punteggiatura.

Dopo aver impostato la password e salvata, ogni dispositivo che vorrà collegarsi sfruttando l’hotspot Wifi, dovrà accedere utilizzando quella che avrete scelto.