Prima di conoscere alcuni programmi per gestire le partizioni di un HDD o SSD, cerchiamo di spiegare cos’è una partizione e cosa è possibile fare con essa.

Una partizione è una suddivisione logica di un’unità di memorizzazione che può essere un hard disk, come un SSD o un disco USB; le varie unità logiche in cui viene suddiviso il disco sono viste dal sistema operativo come tante unità separate che possono essere gestite tutte in modo diverso e indipendente dalle altre.

Questo vuol dire che un HDD o un SSD può essere diviso in più partizioni, il che significa che su ogni disco ce almeno una partizione; cercando di spiegare più dettagliatamente la cosa possiamo dire che un hard disk può avere una partizione primaria che viene partizionata in sotto partizioni e prende il nome di partizione estesa, mentre le sotto partizioni sono chiamate partizioni logiche e si comportano esattamente come le primarie.

Nella partizione estesa si possono creare massimo quattro partizioni logiche, c’è un metodo per superare questo limite e alcuni programmi per gestire le partizioni di un HDD o SSD mettono a disposizione strumenti validissimi per raggiungere questo scopo.

Di seguito conosciamo i programmi più validi per gestire le partizioni di un HDD o un SSD.

Partition Master Free

Partition Master Free è uno dei programmi più apprezzati per gestire le partizioni, l’installazione del software è molto semplice e lineare, non ci sono particolari problemi.

L’interfaccia grafica è molto chiara, vengono subito mostrati tutti i dischi e le varie partizioni, con riferimento grafico nella parte bassa, mentre a sinistra ci sono tutte le operazioni e gli strumenti messi a disposizione dell’utente.

Programmi per gestire le partizioni

Tra le tante caratteristiche, quelle più interessanti riguardo la possibilità di creare un disco di boot e il wizard, per trasferire il sistema operativo da un disco all’altro, per esempio da HDD a SSD e clonare dischi e partizioni.

Si possono creare partizioni NTFS, FAT o EXT2 o EXT3, oppure, cancellare quelle già esistenti, cambiare i parametri di boot delle partizioni ed effettuare backup e ripristino.

AOMEI Partition Assistant Standard Edition

AOMEI Partition Assistant Standard Edition è un buon programma per gestire le partizioni, questa è la versione gratuita, ma per accedere a tutte le funzioni bisogna acquistare la licenza.

Programma AOMEI Partition Assistant Standard Edition

Nella versione free comunque, offre tutti gli strumenti necessari per avere un buon controllo sul disco del computer, è infatti, possibile creare partizioni e convertire le partizioni GPT in MBR e viceversa.

Oltre alla creazione, le partizioni possono essere formattate, ridimensionate e duplicate, viene fornita piena gestione, con possibilità di effettuare backup e ripristini da qualunque partizione creata. Un software gratuito completo di tutto, uno dei migliori in circolazione.

MiniTool Partition Wizard Free

MiniTool Partition Wizard Free è uno dei migliori programmi per gestire le partizioni di un HDD o SSD, appare fin da subito molto semplice da usare grazie all’interfaccia estremamente intuitiva.

Programma MiniTool Partition Wizard Free

Vengono messe a disposizione tutte le possibilità e gli strumenti per creare partizioni, formattarle, eliminarle o cambiarne le dimensioni, inoltre, grazie a Partition Wizard si può ricostruire il Master Boot Record e recuperare una qualsiasi partizione inaccessibile.

Questo software supporta i sistemi FAT, FAT32 e NTFS, inoltre, non esegue nessun tipo di operazione, senza prima avere ripetuta conferma, per evitare di commettere errori irreparabili sui dischi da gestire.

GParted Partition Editor

GParted Partition Editor è probabilmente uno dei software più conosciuti per la gestione delle partizioni, totalmente gratuito, permette di fare tutto quello che solitamente si può fare su un HDD o SDD.

Programma GParted Partition Editor

È un editor di partizione, per cui è possibile creare, formattare, eliminare e spostare le partizioni sul disco, il tutto in modo immediato e senza essere dei grandi esperti.

Infatti, il punto forte di Gparted Partition Editor è l’interfaccia così semplice e intuitiva, che chiunque può gestire i propri dischi e fare anche quelle operazioni più complicate, come organizzare il disco per una creazione di un multiboot o per partizioni di stoccaggio.

  • Post author:
  • Post category:Tecnologia
  • Post comments:1 commento
  • Post last modified:11 Gennaio 2020
  • Reading time:4 min(s) read