È una di quelle situazioni che prima o poi, volente o nolente, capitano un po’ a tutti nella quotidianità, anche se procura un bel po’ di fastidio e di nervosismo. Stiamo parlando del fatto di aver perso o dimenticato le chiavi, un’esperienza che, se non si portano con sé delle chiavi di riserva, può diventare una disavventura decisamente fastidiosa, visto che non si può più aprire la serratura della porta di entrata di casa.

In questi casi, ci sono ben poche soluzioni a cui affidarsi: la prima è quella, ma riguarda esclusivamente i casi di maggiore urgenza, di chiamare i vigili del fuoco, in maniera tale che possano entrare nell’appartamento da una porta-finestra del balcone, dopo averla ovviamente forzata.

La seconda soluzione è quella di fare affidamento su un professionista del settore, tenendo conto che, nel caso in abitiate in Toscana, trovare il miglior fabbro Firenze per aperture porte non è così semplice come si potrebbe pensare e serve prendere in considerazione diversi aspetti molto importanti, che possono fare la differenza in fase di scelta.

La spesa da affrontare per chiamare il fabbro

È chiaro che il costo della chiamata può essere differente in base alla città in cui si abita, ma a farlo lievitare è senz’altro l’urgenza con cui si richiede l’intervento. Ci sono vari servizi di sos fabbri che offrono la possibilità di trovare un fabbro libero sette giorni su sette, h24, in grado di intervenire in maniera immediata e tempestiva in caso di necessità.

Uno dei migliori suggerimenti da seguire è, senza dubbio, quello di fare affidamento su professionisti che vi sono stati consigliati da parte di parenti e amici, cercando di stare alla larga di quanti si propongono con dei prezzi eccessivamente bassi, perché il rischio che si corre è che non vadano a fare un buon lavoro. Attenzione, però, visto che prima di dare l’ok per l’intervento e l’uscita del fabbro per poter ripristinare il corretto funzionamento della serratura che si è bloccata, serve avere le idee ben chiare sulla tariffa da pagare.

Il prezzo per aprire una porta blindata

Uno dei primi consigli che si deve sempre tenere a mente per stare alla larga dalle brutte sorprese è quello di optare per un professionista che non difetta in trasparenza. Essere informati in maniera precisa su eventuali ulteriori spese da dover affrontare è molto importante, in maniera tale da evitare poi, in un secondo momento, a fare i conti con costi di cui non si aveva la minima idea.

Nelle città più importanti e affollate, il costo medio in riferimento alla chiamata di un fabbro che possa provvedere allo sblocco di una porta blindata è di un centinaio di euro. Le tariffe per quanto riguarda l’intervento di apertura senza scasso di una porta blindata con serratura a cilindro di sicurezza, piuttosto che con cilindro europeo o a doppia mappa, può comportare un aggravio di costi, facendo salire la spesa fino anche a 200 euro, in base ai modelli considerati.

Tutto qua? Assolutamente no, dal momento che alla tariffa dell’uscita del fabbro sarà necessario aggiungere anche tutte quelle spese che sono legate alla sostituzione della serratura, nel caso in cui si dovesse rendere necessaria una simile operazione, così come si dovrà considerare un aggravio dei costi anche in caso di chiamata in un giorno festivo oppure durante le ore notturne, con una spesa maggiorata di altri 30 o 50 euro. Un fabbro dotato di un alto livello di esperienza può tornare senz’altro molto utile anche quando si tratta di provvedere allo sblocco di serrature e porte in situazioni poco piacevoli, come in caso di sfratto ad esempio.

  • Post author:
  • Post category:Notizie
  • Post last modified:28 Dicembre 2021
  • Reading time:3 min(s) read