Non tutti gli alimenti hanno le stesse proprietà, alcuni aiutano il nostro corpo a mantenersi in forma mentre altri contengono delle quantità di zuccheri e grassi elevate e sono da evitare poiché possono contribuire allo sviluppo di diverse patologie.

Consumare cibi sbagliati porta infatti ad un aumento del peso, un aumento del livello di colesterolo nel sangue e pressione alta. In particolare chi soffre di diabete deve stare molto attento a quello che mangia per riuscire a mantenere un buon livello di salute. L’obiettivo principale per chi soffre di questa patologia è quello di evitare picchi di zucchero nel sangue.

A questo scopo abbiamo deciso di scrivere questa guida che indichi i 12 alimenti peggiori per diabetici e le alternative da considerare per sostituirli.

12 alimenti peggiori per diabetici e le alternative

A tutti piacciono caramelle e bevande zuccherate ma questa tipologia di alimento può essere molto pericolosa per i diabetici poiché il nostro organismo tende ad assorbire questi zuccheri semplici quasi istantaneamente.

Anche i cibi ricchi di carboidrati e quelli che contengono un’elevata quantità di grassi cattivi sono da evitare poiché le persone che soffrono di diabete sono contemporaneamente a rischio di sviluppare malattie cardiache.

Alimenti peggiori per diabetici

Cornetto a colazione (torta di riso integrale o yogurt senza zucchero)

Non tutti hanno il tempo al mattino di sedersi e di fare colazione, per questo in molti decidono di fermarsi al bar e di mangiare un cornetto al volo. Per mantenere sotto controllo la glicemia bisogna evitare assolutamente i classici cornetti poiché sono pieni di burro e perché contengono farina bianca trasformata. I cornetti sono inoltre ricchi di grassi, carboidrati e sodio e quindi decisamente inadatti alla dieta di un diabetico.

Possono essere sostituiti da torte di riso integrali o da yogurt senza zucchero. Se si vuole mangiare qualcosa di più gustoso è possibile consumare un toast con un velo leggero di marmellata che abbia almeno il 60% di frutta.

Pizza (pizza mignon)

Tutti gli italiani amano la pizza, un piatto famoso in tutto il mondo ma ricco di carboidrati, quindi non certo un piatto ideale da mangiare tutti i giorni, soprattutto per chi soffre di diabete. Ovviamente anche i diabetici gradiscono molto questo piatto tipicamente italiano e possono mangiarlo, pur senza esagerare.

L’alternativa è rappresenta da una pizza mignon o da mezza pizza, cercando di preferire verdure o funghi ad altri condimenti come patatine, wustel, salsicce, salame ecc. Quando possibile bisogna inoltre preferire l’impasto integrale a quello classico.

Riso bianco (riso integrale)

Il riso bianco espone ad un forte rischio di sviluppo di diabete di tipo 2. Secondo importanti studi infatti, le persone che consumano riso bianco risultano più a rischio diabete, con il rischio che aumentava dell’ 11% per ogni porzione di riso in più consumata al giorno. Il riso bianco e anche la pasta possono infatti causare dei picchi glicemici che sono del tutto simili a quelli dello zucchero ed andrebbero limitati il più possibile insieme ad alimenti fritti e fatti con farina bianca.

L’alternativa ideale è rappresentata dal riso integrale, i cereali integrali infatti non provocano gli stessi picchi di zucchero nel sangue poiché contengono fibre che aiutano a rallentare il glucosio nel sangue. Secondo alcuni studi inoltre consumare due o più porzioni di riso integrale a settimana è associato ad un inferiore rischio di diabete poiché il rilascio dell’amido nel riso integrale è più lento e non favorisce i picchi glicemici.

Panino al fast food (un semplice hamburger)

I fast food sono in generale dei luoghi da considerare poco salutari per chiunque, in particolar modo per i diabetici. Ogni tanto tuttavia è possibile anche per chi soffre di diabete lasciarsi andare e unirsi agli amici per una cena al fast food, tenendo alcuni accorgimenti essenziali.

Invece di consumare elaborati panini pieni di condimenti e formaggio fuso, un diabetico deve optare per hamburger semplici, senza formaggio, accompagnati magari da insalata.

Banane, melone ed uva (frutta mano zuccherosa)

La frutta fresca è un ottimo alimento da consumare per chiunque poiché è ricca di fibre e vitamine. In ogni caso bisogna differenziare tra diverse tipologie di frutta esistono infatti frutti che contengono più zucchero, come ad esempio banane, melone, uva, fichi, cachi, mandarini, che possono causare dei picchi di glucosio nel sangue se assunti ad alte dosi.

In alternativa, per non rinunciare al prezioso apporto della frutta è possibile scegliere dei frutti meno zuccherosi come ad esempio mele, pere, fragole, arance, anguria e mirtilli.

Succhi di frutta (frutto intero)

I succhi di frutta sono pieni di zuccheri e di calorie e dovrebbero essere evitati del tutto da parte dei diabetici. Anche la spremuta d’arancia senza zuccheri aggiunti venduta al supermercato non è consigliabile, così come i frullati di frutta che essendo pieni di zucchero possono essere davvero molto dannosi per un diabetico.

In alternativa è meglio consumare il frutto intero poiché lo zucchero contenuto al suo interno è meno concentrato. Preferire, come abbiamo spiegato nel paragrafo precedente, frutti meno zuccherosi: mele, pere, arance, mirtilli, anguria.

Formaggio (ricotta e fiordilatte)

Un altro cibo tipicamente italiano che fa parte dei 12 alimenti peggiori per diabetici è certamente il formaggio, ricco di grassi saturi nessuno dovrebbe consumarlo per più di due o tre volte a settimana. I diabetici dovrebbero eliminare del tutto i formaggi più grassi dalla propria dieta come: gorgonzola, mascarpone, formaggio stagionato, caciotte.

Un paziente diabetico dovrebbe preferire la ricotta di vacca oppure il fiordilatte, in quantità non esagerate, come anche altri tipi di formaggio fresco, non più di due volte a settimana.

Barrette energetiche (mandorle)

Le barrette energetiche si stanno diffondendo sempre di più ed agli occhi dei consumatori possono apparire come una scelta salutare per fare merenda. Tuttavia la maggior parte di questi snack contiene dei livelli di zuccheri e di carboidrati molto alti che li rendono degli alimenti sconsigliati per chi soffre di diabete.

In alternativa è meglio fare merenda con una manciata di mandorle o con un frutto, una confezione di cracker integrali o uno yogurt.

Cereali raffinati (fiocchi d’avena senza zucchero)

Se siete amanti della colazione fatta con latte e cereali ma soffrite di diabete è consigliabile evitare di consumare cereali raffinati poiché possono causare picchi di zucchero nel sangue. In alternativa è consigliabile scegliere i fiocchi d’avena che sono naturalmente senza zucchero, come anche i cereali integrali.

Patatine fritte (melanzana fritta)

Le patatine fritte sono un pasto ricco di grassi e di carboidrati, i diabetici quindi non dovrebbero mai consumare questo pasto piuttosto delizioso, soprattutto perché ricche di amido. Anche se la frittura non è certamente salutare è consigliabile sostituire le patatine fritte con verdure fritte, soprattutto melanzane, asciugando con attenzione l’olio in eccesso derivante dalla frittura.

Carni grasse (pesce)

Siccome i diabetici sono a forte rischio di sviluppare malattie cardiache è fortemente sconsigliato per loro consumare carini grasse, che contengono proteine che non sono particolarmente indicate e sono inoltre ricche di grassi saturi.

In alternativa è consigliabile consumare pesce, carne bianca, frutti di mare o proteine di origine vegetale come legumi.

Biscotti confezionati (dolci fatti in casa)

Tutti amano consumare biscotti fatti in casa con un sottile strato di crema al centro. Questo alimento potrebbe sembrare un innocente soluzione per spezzare la fame ma in realtà è una vera e propria bomba di grassi saturi poiché ricco di glucosio e altri grassi idrogenati.

In alternativa è molto meglio preferire dei dolci fatti in casa utilizzando degli ingredienti più sani fatti con farina integrale, frutta secca e frutta fresca.

  • Post author:
  • Post category:Salute e Bellezza
  • Post last modified:29 Febbraio 2020
  • Reading time:7 min(s) read