Prendersi cura del proprio corpo e anche della propria mente è di estrema importanza e uno dei modi migliori per farlo è certamente mangiare bene. In particolare in periodi in cui la fatica mentale si fa sentire, come ad esempio le sessioni d’esame o le scadenze in ufficio, è molto importante consumare i giusti cibi per ottenere così le migliori prestazioni a livello intellettivo.

Alimentarsi in modo corretto aiuta inoltre a prevenire tutte le malattie degenerative del cervello come Alzheimer, Parkinson e demenza senile. Per questo motivo abbiamo deciso di realizzare questa guida che elenca i 12 cibi che fanno bene al cervello e alla memoria, in modo da sapere come alimentarsi al meglio in caso di necessità.

Esistono infatti alcuni cibi che apportano dei vantaggi al cervello ed alla memoria che è possibile introdurre facilmente all’interno della propria dieta, calibrando gli alimenti in base a quelle che sono le proprie necessità.

C’è chi decide di intraprendere questo tipo di alimentazione per affrontare con più forza e lucidità mentale la giornata di studio o di lavoro, chi invece lo fa per tutelarsi da eventuali patologie presenti nella propria famiglia. In ogni caso per ottenere dei risultati è fondamentale consumare dei cibi che riescano a dare un apporto al cervello, favorendo i fenomeni alla base della memoria.

Ma quali sono questi cibi? Andiamo a vedere insieme cosa non deve assolutamente mancare sulla tavola di chi vuole avere un cervello in perfetta forma.

12 cibi che fanno bene al cervello e alla memoria

Il cibo per tutti noi è una fonte di energia essenziale che serve al funzionamento del nostro corpo. Molti trascurano tuttavia l’importante apporto che l’alimentazione ha sulle nostre capacità mentali e sulla protezione delle funzioni del nostro cervello.

Per trarre il massimo beneficio in termini di memoria e funzionalità celebrale è bene consumare gli alimenti che saranno indicati nell’elenco che segue, cercando quando possibile di preferire alimenti biologici e di stagione. Andiamo a vedere quali sono i 12 cibi che fanno bene al cervello e alla memoria.

Cibi che fanno bene al cervello e alla memoria

Noci

Le noci sono un cibo ricco di Omega 3 e di vitamina E, due nutrienti essenziali per contrastare i radicali liberi e prevenire la demenza senile. Le noci sono indicate in particolare come un’ottima alternativa ai cibi meno salutari utilizzati come spuntini durante la giornata oppure in alternativa possono essere utilizzate per condire delle ottime insalate.

Pesce azzurro

Il pesce azzurro è molto conosciuto per le sue doti incredibili, non soltanto per la salute del nostro cervello ma anche per le sue capacità di combattere il colesterolo. In particolare lo sgombro e le sardine contengono grandi quantità di Omega 3, acidi grassi che aiutano il cervello a mantenere la sua reattività e ad essere più giovane, avendo contemporaneamente una forte azione antinfiammatoria.

Per finire contribuiscono anche a ridurre il livello di colesterolo LDL nel sangue. Tra i pesci grassi è possibile alternare: salmone, tonno, trota, aringhe, sardine, sgombro.

Semi di lino

I semi di lino e in generale tutti i semi oleosi sono anch’essi ricchi di omega-3, acidi grassi che mantengono giovane e reattivo il cervello. Il miglior modo per consumare semi di lino è triturarli per arricchire altre pietanze, come ad esempio le insalate.

Acqua

Certamente alla base di una dieta che sia di supporto al cervello troviamo l’acqua. L’affaticamento mentale, le vertigini, la mente annebbiata sono i sintomi neurologici derivanti da uno stato di disidratazione. Secondo numerosi studi anche una lieve disidratazione può portare ad un restringimento del suo cervello ed una conseguente perdita di volume.

Per avere il massimo delle performance è quindi necessario bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, mantenendo in questo modo il nostro cervello in uno stato di perfetta efficienza.

Cereali integrali

Gli zuccheri sono il vero e proprio “carburante” del nostro cervello, dopo aver consumato un pasto che innalza i livelli di glucosio si ottiene un immediato miglioramento delle prestazioni a livello mentale. Tuttavia non tutti gli zuccheri sono salutari per il nostro organismo.

È bene consumare i cereali integrali che contengono un indice glicemico più basso e rilasciano il glucosio nel sangue più lentamente consentendo alla mente di rimanere concentrata e più attiva più a lungo nell’arco della giornata.

Frutta secca

Oltre alle noci di cui vi abbiamo già parlato, in generale la frutta secca è ritenuta un ottimo cibo per dare all’organismo i giusti nutrienti per la nostra mente. La frutta secca infatti contiene acidi grassi Omega 3 ed Omega 6, proteine, vitamina E e vitamina B6.

La vitamina E rappresenta per l’organismo umano uno dei migliori antiossidanti e protegge i tessuti del cervello dai radicali liberi interrompendo la loro azione ossidativa. Per finire la Vitamina E è anche in grado di proteggerci dai danni causati dall’inquinamento.

Agrumi

La famiglia degli agrumi ci offre numerose alternative: arance, mandarini, clementine, pompelmi e limoni possono infatti essere consumati apportando al nostro organismo preziose quantità di vitamina C. Questa vitamina oltre ad essere particolarmente indicata contro le malattie da raffreddamento ha un ruolo principale anche nel corretto funzionamento del nostro cervello.

Le cellule cerebrali infatti sono messe in comunicazione da alcuni ricettori che vengono tenuti in perfetta salute proprio dalla vitamina C. Nel caso in cui si verifichi nel nostro organismo una carenza di vitamina C infatti, le ultime scorte si rifugiano proprio nella zona cerebrale.

Caffè e tè

Il caffè ed il tè sono alimenti molto utili per stimolare la mente, poiché contengono caffeina e teina, due sostanze che assunte in quantità non eccessiva possono avere effetti rivitalizzanti per il nostro cervello. I due alcaloidi di cui sopra consentono di mantenere vivi i riflessi e di migliorare la capacità di concentrazione, contribuendo in questo modo a migliorare il livello generale di efficienza mentale.

Broccoli e cavoli

I broccoli come anche i cavolfiori, le verze, i cavoli neri, i broccoletti di rapa, sono una preziosissima fonte di vitamina K, una vitamina molto importante per le capacità cognitive del nostro cervello. Consumare regolarmente queste verdure, avendo quindi un livello di vitamina K adeguato, consente un miglior rendimento nell’attenzione e nella memoria.

Curry e curcuma

Le due spezie orientali curry e curcuma contengono una sostanza antinfiammatoria naturale, la curcumina, che consente di ridurre i deficit di memoria causati dall’Alzheimer o da traumi al cervello. In India infatti, dove curcuma e curry sono alla base della dieta quotidiana, l’incidenza di Parkinson e Alzheimer è sette volte inferiore rispetto ai paesi occidentali.

Frutti di bosco

Un toccasana per rallentare l’invecchiamento del nostro cervello è rappresentato dai frutti di bosco. Questi frutti contengono antiossidanti che sono molto utili nella lotta contro i radicali liberi. In particolare il mirtillo ha il potere di potenziare la memoria a breve termine. Anche lamponi e more hanno lo stesso effetto aiutando a prevenire ictus e altre malattie degenerative del cervello.

Uova

Secondo molte ricerche le uova biologiche aiutano il cervello umano a lavorare più velocemente. Questo dipende dal fatto che sono ricche delle vitamine del gruppo B, con particolare riferimento alla vitamina B6, B12 e acido folico. La carenza delle vitamine di questo gruppo nel nostro organismo porta ad una maggiore incidenza della depressione.

Avere un corretto apporto di vitamine del gruppo B riduce nel sangue l’omocisteina, sostanza che quando è presente in quantità elevate nel sangue aumenta il rischio di ictus e favorisce l’insorgenza dell’Alzheimer.