La Apple Pencil è uno strumento molto utile, presente sul mercato dal 2015. Coloro che sono tra i primi ad aver acquistato questo prodotto avranno già notato che la punta tende a consumarsi e che bisogna sostituirla. Nella guida di oggi andremo a scoprire insieme quando va cambiata la punta della Apple Pencil.

Apple Pencil: La punta quando va cambiata?

Questo strumento è stata pensato per fornire a chi la utilizza la sensazione naturale di scrivere ma si tratta allo stesso tempo di uno strumento anche abbastanza fragile, in particolare la punta che risente spesso della troppa pressione esercitata durante l’utilizzo. Inoltre, in caso di caduta accidentale è possibile che la punta della Apple Pencil si stacchi e che si rompa.

Per questo motivo, per non trovarsi nella situazione di non poter utilizzare la propria Apple Pencil per qualche giorno è opportuno dotarsi delle punte di ricambio che possono essere acquistate sia nei negozi autorizzati che su Amazon.

Apple Pencil la punta quando va cambiata

Con la prima generazione di Pencil, veniva fornita anche una punta di ricambio, punta compatibile anche con la seconda generazione in vendita da novembre 2017. Ma come si sostituisce la punta della Apple Pencil? Si tratta di un’operazione davvero molto semplice, basterà infatti svitare la vecchia punta dalla stilo e riavvitare la nuova.

Un set di ricambio di punte per Apple Pencil ha un costo di circa 25 euro ed include 4 punte. Ovviamente sul mercato esistono delle punte compatibili, cioè non marcate Apple, che hanno dei prezzi molto più contenuti (da 10 a 20 euro circa).

Per allungare la vita della propria punta bisogna ricordarsi di non premere troppo sul proprio iPad quando si scrive o quando si disegna, la pressione è infatti piuttosto ininfluente poiché la sensibilità del dispositivo è tutta nella componentistica interna della stessa Apple Pencil e non nella gomma della punta.

  • Post author:
  • Post category:Mobile
  • Post last modified:9 Maggio 2020
  • Reading time:2 min(s) read