La stanza da bagno è un luogo dove, quando si decidono i dettagli dell’arredamento, è fondamentale mettere in primo piano armonia estetica, bellezza e atmosfera di relax. Da non dimenticare è anche la sostenibilità. Una soluzione che soddisfa questi criteri è senza dubbio il focus sulla pietra naturale come materiale principale. Se sei qui, significa che ti interessa sapere qualcosa di più in merito a questa alternativa. Perfetto! Non devi fare altro che proseguire nella lettura di questo articolo.

Pietra grezza? Sì, grazie!

Quando si decide di dare spazio alla pietra naturale nel bagno, tra gli aspetti a cui si fa più attenzione rientra la gestione della pietra grezza, una soluzione ricca di fascino e capace come nessuna di ricalcare la meravigliosa imperfezione di Madre Natura. Sceglierla per il bagno può essere un’ottima idea, ma è opportuno mettere in primo piano il giusto equilibrio. Cosa implica questo in concreto? Il fatto, per esempio, di sceglierla per una porzione di parete. Per le altre, invece, ci si può orientare su un materiale composito dalle superficie lucida, così da creare un fantastico contrasto.

Muri in pietra e lavabo in ceramica: un mix vincente

Sono davvero tanti gli aspetti da prendere in considerazione nel momento in cui si punta ad arredare il bagno con la pietra naturale. Se si ha intenzione di regalare a questo ambiente importantissimo della casa sufficiente respiro e luminosità, una buona idea prevede il fatto di focalizzarsi sui muri in pietra chiara e sul lavabo in ceramica, possibilmente bianca (se non sai da dove iniziare per scegliere quello più adatto alle tue esigenze, su ShopBagno puoi trovare un ampio assortimento di modelli).

In situazioni come quella appena descritta, è fondamentale puntare anche sullo specchio, che deve essere scelto possibilmente di grandi dimensioni, meglio se senza cornice. Per quanto riguarda la luce, l’optimum prevede il fatto di focalizzarsi sui faretti a incasso, che permettono di coniugare essenzialità e, soprattutto se scelti con una luce fredda, resa luminosa.

Viva il travertino

Proseguendo con l’elenco delle idee che si possono chiamare in causa nel momento in cui si sceglie la pietra naturale come materiale protagonista del proprio bagno, un doveroso cenno deve essere dedicato al travertino, un’alternativa molto apprezzata.

Entrando nel vivo delle caratteristiche che lo rendono speciale, è possibile citare la fantastica resa cromatica. Tra le strade più amate rientra indubbiamente il ricorso al travertino chiaro, roccia sedimentaria calcarea con un colore che può virare verso il rosa o verso il beige.

Un aspetto positivo da tenere sempre presente riguarda la possibilità di scegliere questa opzione sia per il muro, sia per i lavabi (in quest’ultimo periodo, vanno tantissimo quelli d’appoggio). Nelle situazioni appena descritte, una buona idea prevede il fatto di orientarsi, se possibile, verso rubinetti in ottone o che richiamano il colore di questo materiale.

Pietra naturale e legno, un matrimonio felice per l’arredamento del bagno

Si potrebbe scrivere tantissimo in merito all’utilizzo della pietra naturale per l’arredamento del bagno. Tra gli aspetti sui quali vale la pena soffermarsi troviamo il “matrimonio” tra il materiale sopra citato e il legno, considerato felicissimo. Dandogli spazio, infatti, si esalta al massimo la potenza della natura. Per quanto riguarda le alternative, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Qualche esempio? Il mobile per il lavandino in legno e il lavabo da appoggio in pietra (anche di una cromia contrastante rispetto al primo elemento).

Concludiamo rammentando che la pietra naturale può essere associata anche alle cementine, da anni ormai amatissime e utilizzabili, giusto per chiamare in causa una delle numerose alternative, per la cornice dello specchio, per non parlare del pavimento (meglio se solamente una porzione).

Per quel concerne il prezzo, facciamo presente che abbiamo a che fare con una soluzione non tra le più economiche: si può arrivare infatti, posa compresa, a 300 euro al metro quadro per la realizzazione. Il risultato, però, vale tutto!

  • Post author:
  • Post category:Guide
  • Post last modified:2 Ottobre 2021
  • Reading time:4 min(s) read