Matteo Salvini è il leader politico della Lega e capo del centrodestra italiano 2020. Nella guida di oggi andremo a scoprire insieme come contattare Matteo Salvini ed andremo poi ad approfondire tutto quello che c’è da sapere su di lui.

Come contattare Matteo Salvini

Come detto Matteo Salvini è un politico italiano molto famoso, leader della Lega ed ex Ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio. Salvini è molto attivo sui social, infatti alle sue spalle ha un gruppo di lavoro che si occupa della comunicazione che è stato soprannominato “La bestia” proprio per sottolineare la forza con cui pubblicizza l’immagine del leader della Lega.

Come contattare Matteo Salvini

Proprio attraverso i social è possibile provare a contattare Matteo Salvini. La sua pagina Facebook ufficiale conta oltre 4 milioni di mi piace ed è il metodo principale per provare a scrivere a Salvini, utilizzando il pulsante “Messaggio” presente in alto a destra della bacheca del leader della Lega.

Ovviamente scrivendo a Salvini in questo modo si riceverà una risposta automatica ma è molto probabile che qualcuno del suo staff si preoccupi di leggere i messaggi che gli vengono inviati, sottoponendo all’attenzione dello stesso Salvini le questioni più importanti.

Ovviamente la presenza di Salvini sui social non si limita al solo Facebook, il politico infatti ha anche un profilo Twitter ufficiale seguito da oltre 1,2 milioni di persone ed aggiornato con estrema frequenza. Non poteva mancare inoltre da Instagram con un profilo che vanta 2 milioni di follower e che rappresenta un’altra opzione per tentare un contatto.

Per finire bisogna segnalare che Matteo Salvini è presente con un profilo ufficiale su TikTok, il social network dedicato alla realizzazione di brevi video frequentato soprattutto dalle giovani generazioni, dove vanta circa 200 mila follower.

Un altro metodo per provare a contattare Matteo Salvini viene offerto direttamente dal sito della Lega, il suo partito, dove è possibile scrivere in privato nella sezione “Dillo alla Lega” un messaggio che sarà poi indirizzato al rappresentante politico.

Chi è Matteo Salvini? Notizie e curiosità

Matteo Salvini è un politico italiano, segretario federale della Lega dal 15 dicembre 2013. Nato a Milano il 9 marzo 1973 è iscritto alla Lega Nord dal 1990, partito con cui ha ricoperto le cariche di consigliare comunale di Milano, deputato, europarlamentare, senatore.

Nelle elezioni 2018 il suo partito è risultato come il terzo più votato e ha così formato un governo insieme al Movimento 5 Stelle, diventando ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio, carica ricoperta fino al 5 settembre 2019.

Chi è Matteo Salvini

Gli esordi di Matteo Salvini sono da riferire alla televisione, il leader della Lega infatti ha partecipato nel 1988, all’età di 15 anni, al programma “Doppio Slalom” condotto da Corrado Tedeschi. A 20 invece ha partecipato su Rete 4 a “Il pranzo è servito” condotto da Davide Mengacci.

Diplomato al Liceo Classico Alessandro Manzoni di Milano, Matteo Salvini ha frequentato l’università ma non ha mai concluso il suo corso di studi. Dopo aver abbandonato l’università l’impegno politico di Salvini è aumentato notevolmente diventando uno dei fondatori dei “Comunisti Padani” in seno al parlamento Padano.

La sua carriera politica comincia con l’elezione a consigliere comunale di Milano nel 1993 a seguito della vittoria delle elezioni del candidato Marco Fromentini. Salvini era membro del Movimento Giovani Padani dove fu eletto coordinatore degli studenti leghisti milanesi nel 1992, responsabile dei giovani di milano dal 1994 al 1997, segretario cittadino e dal 1998 al 2004 segretario provinciale.

Nel 1997 è iniziata l’attività giornalistica di Matteo Salvini per il quotidiano La Padania, come cronista. Dal 1999 comincia a lavorare per l’emittente radiofonica “Radio Padania Libera” di cui diventa direttore. Nel 2003 ottiene l’iscrizione all’albo dei giornalisti professionisti.

Dal 2004 al 2006 Matteo Salvini è stato eletto deputato al Parlamento Europeo nelle liste della Lega Nord. Nel 2006 diventa capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale a Milano e vicesegretario nazionale della Lega Lombarda. Nelle elezioni politiche del 2008 viene eletto parlamentare alla Camera dei deputati. Nel 2009 viene eletto al parlamento Europeo, dimettendosi da parlamentare italiano.

Il 2 giugno 2012 viene eletto segretario della Lega Lombarda. Alle politiche del 2013 viene eletto deputato ma preferisce ancora una volta mantenere l’incarico di europarlamentare. Nel 2013 diventa segretario della Lega Nord, partito che ha trasformato radicalmente trasformandolo da un partito territoriale ad uno a diffusione nazionale, escludendo “Nord” dal nome del partito.