Cos’è e come funziona Google Alert

Chi utilizza il web per lavoro sa che Google mette a disposizione diversi strumenti e una serie di servizi per fidelizzare l’utente medio, in particolare sono i professionisti della SEO e del content marketing a sfruttare maggiormente queste possibilità, in questo articolo spiegheremo cos’è e come funziona Google Alert, uno dei tool più famosi dell’azienda di Mountain View.

Raggiungere le persone giuste e nel momento giusto è importante, soprattutto nell’inbound marketing, farlo senza inondare l’utente con banner pubblicitari e pop-up invadenti è ancora meglio, riuscire ad organizzare una buona strategia può essere difficile, c’è bisogno di un team adeguato e coordinato, di buoni investimenti e di una serie di strumenti che permettono di raggiungere con facilità gli obiettivi prefissati.

In questo Google Alert viene incontro, mettendo a disposizione una serie di funzioni che diventano essenziale in una strategia di inbound marketing, scopriamo di cosa si tratta.

Cos’è Google Alert

Google Alert è un’applicazione gratuita che permette di tracciare le pagine che contengono delle parole chiave specifiche, basta scegliere una keyword di interesse e si riceverà sull’indirizzo e-mail una notifica ogni volta che verrà pubblicato qualcosa con quella parola.

L’utilità di questo strumento sta nel fatto che è possibile tenere traccia delle keyword necessarie e che vengono pubblicate sul web, quindi se qualcuno menziona una parola utile, si riceverà subito una notifica.

Come funziona Google Alert

Per utilizzare Google Alert bisogna avere un account Google attivo e ottenere un profilo Gmail, poi andare sul sito ufficiale a questo link e iniziare a gestire le varie query, bisogna digitare la parola di interesse e iscriversi agli aggiornamenti via e-mail.

Ci sono alcuni aspetti da valutare e tenere in considerazione:

La qualità dei risultati: Google Alert permette di ottimizzare la qualità delle pagine web inserite nel report, è possibile decidere cosa aggiungere, se tutto quello che si ritiene utile o quello che il motore di ricerca ritiene pertinente.

Tipi di risultati: è possibile decidere che tipologia di pagine web ottenere nel report, se solo news, se tutte le pagine web o solo i blog, inoltre, si può scegliere l’area geografica da pubblicare e la lingua.

Frequenza e qualità degli aggiornamenti: si può scegliere con quale frequenza ricevere i report via e-mail, a seconda delle esigenze, possono essere inviati giornalmente e in modo continuo oppure, con una frequenza minore.

Quando arriva il report se un link per una determinata keyword risulta irrilevante, si può segnalare, questo serve a migliorare la qualità della e-mail successiva e avere un report sempre più specifico per quello che si necessita.

Come usare Google Alert

Abbiamo visto cos’è e come funziona Google Alert, ora cerchiamo di capire come sfruttarlo per una strategia di inbound web marketing.

Come per tutte le strategie web bisogna prima porsi degli obiettivi da raggiungere, poi bisogna sfruttare la forza del tracciamento di una parola chiave per arrivare a quei risultati.

Cosa si può fare con Google Alert?

Con questo strumento è possibile avere sempre a disposizione i contenuti migliori su un tema e aggiornare il proprio pubblico, il tutto può essere arricchito in ottica content curation.

Si può scoprire cosa dicono le persone del vostro brand quando vi menzionano su siti e blog, in questo modo si ha la possibilità di tutelare la propria immagine e quella dei servizi offerti.

Google Alert può essere usato per fare una buona strategia di link building, i link in ingresso ( backlink) sono importantissimi per posizionarsi bene nella Serp, per ottenerli bisogna lavorare bene sui contenuti e poi trovare publisher disposti a una ripubblicazione con link.

Questo solo alcune delle cose che si possono fare con Google Alert, vediamo brevemente quali sono le altre:

  • Monitorare la presenza sul web
  • Monitorare la presenza dell’azienda o del brand sul web
  • Tenere sotto controllo la presenza e le mosse di aziende e brand competitors sul web
  • Essere sempre aggiornato sul settore di interesse
  • Individuare tentativi di spam per danneggiare il sito
  • Monitorare parole chiave e long tail sul web
  • Monitorare brand, aziende e persone presenti sui social network.

Google Alert mette a disposizione davvero tantissime soluzioni, la sua forza sta nella precisione dei risultati e nell’efficienza con cui esegue le varie ricerche, inoltre, è totalmente gratuito, per cui può essere usato da chiunque abbia bisogno di uno strumento a supporto del suo lavoro di content marketing, web marketing e SEO.

Google Alert e social network

Abbiamo menzionato i social network, con Google Alert è possibile tenere sotto controllo i movimenti di pagine e articoli sui social, si possono ricevere notifiche restringendo il campo a un social specifico, per esempio, il comando per Facebook è il seguente:

https://wizblog.it site:it-it.facebook.com [url nostro sito + site:it-it.facebook.com]

Conclusioni

Google Alert è uno tool gratuito, completo di tutte le funzionalità necessarie, facile e intuitivo, è uno strumento indispensabile se si vuole crescere nelle proprie strategie di web marketing e di SEO, permette di ricevere informazioni relative soltanto a ciò che ci interessa davvero e che è utile al nostro sito web.

2018-11-24T20:36:51+00:00