Eni ed Enel sono due aziende molte importanti e molte persone spesso le confondono, accomunandole l’una con l’altra. Nella guida di oggi andremo a rispondere alla domanda: Eni e Enel sono la stessa cosa?

Eni ed Enel sono due tra i più importanti e potenti brand nella storia d’Italia, cosa hanno in comune? Entrambi sono fornitori di energia elettrica e rappresentano una vera e propria istituzione nel settore di cui si occupano. Andiamo a scoprire tutto quello che c’è da sapere su Eni ed Enel.

Che cos’è l’Eni?

Eni s.p.a. è un’azienda multinazionale creata nel 1953 dallo Stato italiano come ente pubblico sotto la presidenza di Enrico Mattei. Nel 1992 Eni è stata poi convertita in società per azioni, configurazione ancora attuale.

Quest’azienda è davvero molto importante, basti pensare che è presente in 66 paesi ed ha oltre 32.000 dipendenti secondo i dati del 2019. Il simbolo caratteristico dell’Eni è il cane a sei zampe, diventato ormai un simbolo associato ai settori del gas naturale, del petrolio, dell’energia elettrica e delle energie rinnovabili.

Che cos’è l’Eni?

Secondo i dati del 2018 l’Eni era l’ottavo gruppo petrolifero al mondo per giro d’affari ed è stata inserita nel 2019 tra le prime 100 aziende al mondo per capitalizzazione di mercato secondo la rivista Forbes, piazzandosi al novantunesimo posto.

Il capitale azionario negli anni è passato dalle mani dello stato a quelle dei privati, conservando una quota superiore al 30% (raggiungibile sommando le quote del Tesoro e della Cassa Depositi e Prestiti). In ogni caso lo Stato italiano detiene il controllo effettivo della società tramite il Ministero dell’economia e delle finanze in intesa con il Ministero dello sviluppo economico, sfruttando la legge del 30 luglio 1994 n.474 che garantisce ai ministeri una serie di poteri speciali.

Le attività dell’Eni in Italia sono davvero numerose, nonostante sia nata per sfruttare le risorse petrolifere in Pianura Padana ha poi sviluppato il proprio mercato ampliandolo a: creazione di rete di gasdotti per lo sfruttamento del metano sia ad uso residenziale che industriale, creazione di una rete di distributori di benzina (Agip), sviluppo nel settore chimico con la costruzione del polo petrolchimico di Ravenna.

Attualmente l’Eni è organizzata in tre grandi divisioni operative:

  • Divisione E&P: che si occupa di ricerca e produzione di idrocarburi.
  • Divisione G&P: che si occupa di approvvigionamento e vendita di gas naturale, sia all’ingrosso che al dettaglio.
  • Divisione R&M: che si occupa di raffinazione e commercializzazione dei carburanti e degli altri prodotti petroliferi.

Che cos’è l’Enel?

L’Enel è una società multinazionale italiana del settore energia e rappresenta uno dei principali operatori integrati proprio nei settori del gas e dell’energia elettrica.

L’Enel è stata fondata nel 1962 come ente pubblico e si è poi trasformata nel 1992 in s.p.a. mentre nel 1999 è stata quotata in borsa a seguito della liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica in Italia. Anche l’Enel è controllata dallo Stato italiano che detiene la maggioranza delle azioni grazie al 23,6% del capitale sociale che è nelle mani del Ministero dell’economia e delle finanze.

Che cos’è l’Enel

Si tratta di un’azienda florida con si trova all’ ottantaquattresimo posto nella classifica mondiale delle aziende in base al fatturato, grazie ai 74,64 miliardi di euro. La sua capitalizzazione in borsa è di 48,9 miliardi di euro. Enel è quotata nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano.

Enel è a sua volta organizzata in quattro linee di business:

  • Generazione Globale: occupata nella produzione di energia da fonti sia tradizionali che rinnovabili.
  • Infrastrutture e Reti Globale: Si occupa di coprire le infrastrutture di trasporto e distribuzione dell’energia.
  • Trading Globale: si occupa di fornire alle società del gruppo Enel i prodotti impegati nell’alimentazione di centrali termoelettriche oltre ai servizi di ottimizzazione della produzione di energia.
  • Enel X: si occupa di erogare i servizi a valore aggiunto.

Eni e Enel sono la stessa cosa?

In definitiva possiamo dire che Eni è l’attore principale nel mercato del gas e della produzione di energia elettrica da più di 50 anni. Il fatturato è in costante crescita grazie anche all’attenta ricerca alle tendenze di mercato e grazie soprattutto all’innovazione tecnologica costante.

Enel invece si occupa di diffondere l’energia in materia innovativa e sostenibile ed opera in 31 paesi e da lavoro a tantissime persone per il mondo.

In sostanza Eni si occupa di produrre energia elettrica e gas mentre Enel si occupa di diffonderla. Sono due aziende che è possibile definire complementari ma che certamente non possono essere definite come un’unica realtà, anzi, si potrebbe dire ad oggi che l’unica cosa che accomuna Enel ed Eni è il fatto che siano entrambe controllate dallo Stato italiano.