Amazon è una delle piattaforme di vendita online più utilizzate al mondo. Per far funzionare questo vero colosso c’è dietro il lavoro di tantissime persone che gestiscono tutto dal momento dell’ordine alla consegna, passando per lo stoccaggio in magazzino. Andremo oggi proprio a scoprire dove si trovano i magazzini Amazon Italia.

I magazzini Amazon Italia, come quelli diffusi in tutto il mondo, sono dei punti di riferimento assoluti per la logistica finalizzata all’e-commerce. Tutti abbiamo visto almeno una volta in televisioni le immagini di questi magazzini enormi, con delle scaffalature immense in cui avviene lo stoccaggio di tutti i prodotti. Il motto dell’azienda di Jeff Bezos è molto chiaro per tutti i lavoratori Amazon: “Work hard. Have fun. Make History”, ossia “Lavora duro, divertiti, fai la storia”.

Indice:

Dove sono i magazzini Amazon Italia?

I magazzini di Amazon in Italia sono quattro e sono anche conosciuti come centri di distribuzione o poli logistici. Dove sono? Il primo ad essere inaugurato è stato il centro di distribuzione di Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza, nel 2011.

Questo è stato il primo polo logistico di Bezos in Italia, un vero r proprio gigante di 25 mila metri quadrati. Nel 2015 è arrivato il primo centro di distribuzione “urbano” , questa volta in una grande città, è infatti costruito a Milano, trasformato in seguito in deposito di smistamento.

Magazzini Amazon Italia dove sono

Il 2017 è stato un anno molto importante per Amazon che ha aperto ben due centri di distribuzione, uno a Passo Cortese in provincia di Rieti e uno a Vercelli, in Piemonte. Questi due colossi sono costati rispettivamente investimenti da 150 milioni e da 65 milioni.

Per finire, il quarto centro di distribuzione attivo è il più nuovo, quello di Torrazza Piemonte, in provincia di Torino, operativo dal 1 luglio 2019. Questo magazzino si sviluppa su una superfice di ben 60.000 metri quadrati ed è costato ben 150 milioni di euro alla società di Bezos, creando ben 1200 posti di lavoro.

Amazon è senza ombra di dubbio un’azienda che ha deciso di investire molto in Italia, considerato uno dei mercati più importanti in Europa e conseguentemente al centro delle manovre espansive dell’azienda di Bezos. I numeri sono infatti da capogiro.

Dall’arrivo in Italia, nel 2010, Amazon ha investito ben 1 miliardo e 600 milioni di euro nel nostro paese, creando 5.5000 nuovi posti di lavoro. Secondo le ultime notizie ci sono altri poli logistici che Amazon starebbe realizzando in Italia.

Amazon ha investito 1 miliardo e 600 milioni 

Il più grande è certamente quello previsto a Colleferro, vicino Roma, con una superficie di 60 ettari, sarà certamente molto importante grazie alla sua posizione strategica, essendo posto a breve distanza dal casello autostradale e dall’aeroporto di Fiumicino.

Altri poli sarebbero in costruzione a Castelguglielmo, in provincia di Rovigo e a Santarcangelo di Romagna. Insomma, a quanto pare Amazon è fortemente interessata a continuare i suoi investimenti in Italia, un paese probabilmente considerato strategico da questa incredibile multinazionale.

Se ti interessa lavorare per una multinazionale come Amazon, non devi fare altro che collegarti all’apposito portale dedicato alle opportunità di lavoro.

Dove sono le sedi Amazon Italia?

Per quanto riguarda invece le sedi di Amazon Italia, troviamo prima di tutto il quartier generale di Milano in cui trovano lavoro ben 600 persone. Anche a Roma ci sono degli uffici molto importanti, delegati ai rapporti con la pubblica amministrazioni ed all’attività di lobby.

Dove sono le sedi Amazon Italia

A Torino c’è la sede dedicata allo sviluppo software dove si lavora sul riconoscimento vocale e sulla comprensione del linguaggio con l’obiettivo di sviluppare la piattaforma Alexa. Anche ad Asti Amazon ha trovato una sede importante per lo sviluppo dei Web Service mentre gli addetti del call center lavorano a Cagliari, sono circa 1000.

I depositi di smistamento

Non bisogna poi dimenticare la rete dei depositi di smistamento Amazon, estremamente importanti per il funzionamento di tutta la macchina organizzativa. Proprio dai depositi di smistamento infatti, partono i furgoni per effettuare le consegne ai clienti. Questi depositi sono più di 15 e in ognuno lavorano circa 70 persone per un totale di circa 500 addetti.

Chiudi il menu

Condividi con un amico