Netflix ha rappresentato una vera e propria rivoluzione nel mondo dello streaming online, sono infatti tantissimi a visualizzare giornalmente numerosi film o serie tv anche per molte ore. L’abbonamento fisso mensile infatti incoraggia gli utenti a fruire di un gran numero di contenuti. Ovviamente questo ha un costo in termini di connessione, per questo motivo abbiamo deciso di scrivere questa guida per capire quanto traffico dati consuma Netflix.

Quanto traffico dati consuma Netflix?

Una domanda che si saranno posti in molti è la seguente: quanto costa in termini di GB guardare un film su Netflix? Rispondere a questa domanda non è semplicissimo, in generale guardare un contenuto su Netflix, che sia un film o una serie TV, consuma circa 1 GB di dati all’ora per ogni video streaming, se guardato in definizione standard, oppure ben 3 GB all’ora per ogni contenuto streaming video in qualità HD.

Ovviamente questo dato è molto variabile ed è influenzato da molti fattori. Ad esempio guardare Netflix su una Smart Tv o su un tv box android consuma più dati considerando il maggiore bitrate. Guardare Netflix sullo smartphone o sul tablet consuma di meno poiché sugli schermi piccoli si utilizza una qualità inferiore visto che non si nota tanto la differenza di risoluzione, proprio a causa delle dimensioni ridotte dello schermo.

Come risparmiare traffico dati guardando Netflix

Esistono numerose strategie per risparmiare traffico dati quando si fruisce del servizio di streaming online di Netflix. Se utilizziamo Smart Tv o un tv box android è bene sapere che nelle impostazioni del servizio, sia che si intervenga da app sia che si intervenga da browser web, esiste una specifica opzione che consente di regolare la qualità della trasmissione dei dati.

Quanto traffico dati consuma Netflix

È possibile scegliere tra quattro diversi parametri: “Auto” che consente il cambio automatico della qualità a seconda del dispositivo e dello stato della connessione che si sta utilizzando; “Basso” che consente di guardare i video contenuti a minima qualità, consumando approssimativamente 0,3 GB all’ora; “Medio” che consente di fruire di una risoluzione standand, quindi di media qualità, consumando approssimativamente 0,7 GB ogni ora; “Alto” che offre la massima risoluzione, arrivando a consumare ben 3 GB all’ora nella qualità video HD e ben 7 GB all’ora per quella Ultra HD.

Selezionando con attenzione i parametri che vi abbiamo appena elencato, sarà possibile ottenere il consumo dati desiderato. Questo è applicabile per ognuno dei profili presenti all’interno dell’account, cioè praticamente ogni profilo può settare i parametri indipendentemente dagli altri inseriti nello stesso account.

Lo stesso discorso è applicabile anche per l’app Netflix per smartphone e tablet. Esistono infatti una serie di opzioni che consentono di ridurre il consumo di traffico dati quando si guarda Netflix. Anche in questo caso è possibile settare differenti parametri.

Impostando su “Automatico” Netflix selezionerà un’impostazione di consumo dati bilanciata con la qualità del video, in questo modo è possibile fruire di quattro ore di contenuti in streaming con il consumo di 1 GB di traffico dati. Selezionando “Solo Wi-Fi” sarà possibile riprodurre i contenuti in streaming soltanto quando il telefono è connesso ad una rete Wi-Fi, eliminando quindi sul nascere il problema del consumo di traffico dati.

Selezionando il parametro “Risparmio dati” si potrà fruire di ben 6 ore di servizio streaming consumando solo 1 GB. Per finire, è bene sapere che esiste la funzione “Uso massimo dati”, consigliabile soltanto per chi utilizza un piano dati senza limiti. Con questa impostazione è possibile eseguire lo streaming nella qualità più alta che viene supportato dal dispositivo e dai contenuti che vengono riprodotti. Con questa opzione attivata si consuma circa 1 GB per ogni 20 minuti di streaming, quindi massima attenzione.

Esistono inoltre altri piccoli trucchi per risparmiare giga guardando Netflix, ad esempio effettuando il download di film o intere serie TV quando ci si trova connessi ad una rete Wi-Fi per poi fruirne la visione senza consumare dati.

Possibile inoltre disattivare l’Auto-Play, infatti le serie tv su Netflix vengono di solito interrotte da un sistema che consente di guardare subito l’episodio successivo. Questa è certamente una comodità per chi guarda una serie TV dal divano sfruttando la sua connessione Wi-Fi, ma potrebbe essere un grandissimo problema per chi magari si addormenta guardando una puntata dal proprio smartphone, prosciugando in questo modo durante la notte tutto il traffico dati.