Xiaomi Mi6 è entrato di diritto tra i migliori smartphone top di gamma 2017, grazie alla scelta di puntare su un hardware potente e performante, il migliore presente sul mercato, che tiene testa a dispositivi come quelli realizzati da Samsung ed LG.

Aver deciso di puntare tutto sull’hardware ha fatto si che non ci fossero grandi novità a livello di display e di design, lo scopo dell’azienda era quella di mettere tra le mani dei consumatori uno smartphone efficiente in grado di soddisfare svariate esigenze e visti i risultati, sembra esserci riuscita.

Prima di proseguire con la recensione di Xiaomi Mi6, vi consigliamo di leggere l’articolo sul miglior smartphone top di gamma, all’interno sono contenute informazioni utili per scegliere consapevolmente un nuovo dispositivo ed è presente anche un elenco dei migliori in commercio, da poter prendere in considerazione.

Design

Parlando di design, Xiaomi Mi6 mantiene di base lo stesso aspetto del Mi5 ma con una piccola evoluzione dovuta a una forma più stondata sui bordi e un profilo tutto nuovo realizzato in acciaio inossidabile; il retro è realizzato in vetro, il dispositivo risulta essere un po’ scivoloso.

Xiaomi Mi6

Sul lato destro troviamo i tasti fisici, mentre frontalmente è stato eliminato il tasto fisico per lasciare spazio a uno touch incastonato nel vetro che protegge il display.

Per quanto riguarda le dimensioni, abbiamo 145,2 x 70,5 x 7,5 mm, tutto sommato abbastanza compatte per il genere di smartphone, con un peso di 168 grammi.

Non è presente il connettore jack da 3,5 mm, mentre troviamo un lettore di impronte digitali integrato molto reattivo, infine, Xiaomi Mi6 è dotato di uno standard che lo protegge dagli spruzzi d’acqua e dalla polvere.

Schermo e fotocamera

Il display è quello visto anche sul Mi5, si tratta di un panello da 5,15 pollici con tecnologia IPS Full HD, risoluzione 1920 x 1080 pixel, presenta dei colori brillanti e naturali, molto buona anche la luminosità e l’angolo di visuale.

I neri sono più profondi del display montato sul Mi5, senza però riuscire a raggiungere le prestazioni di un pannello AMOLED, comunque si tratta di un buon pannello ma non di certo il migliore in circolazione.

Anche Xiaomi ha deciso di montare doppia fotocamera sul suo dispositivo, si tratta di doppio sensore da 12 megapixel, la prima fotocamera ha un’apertura ƒ/1.8 ed è un 27 millimetri con stabilizzatore ottico dell’immagine. La seconda fotocamera ha un’apertura ƒ/2.6 con 52 millimetri.

Gli scatti fotografici sono più scuri ma è possibile avere un vero zoom 2x con condizioni di luce buone, il risultato è l’ottenimento di foto ravvicinate al massimo della risoluzione senza dover avvicinare troppo al soggetto.

La fotocamera gestisce benissimo sia luce che colori, gli scatti sono rapidi ed è presente una modalità ritratto; i video in 4K sono discreti, usufruiscono della stabilizzazione ottica, mentre i selfie sono un po’ scarsi poiché eseguiti con la fotocamera frontale di 8 megapixel.

Hardware

Un particolare vanto di Xiaomi è quello di aver lanciato per primo un dispositivo come il Mi6 dotato di un processore Snapdragon 835 octa core da 2,45 GHz e un processore grafico Adreno 540, in pratica il più potente smartphone Android lanciato nel 2017.

In aggiunta a queste caratteristiche potenti vi  è una RAM da 6 GB e una memoria interna di 64GB UFS 2.0, purtroppo quest’ultima non è espandibile.

La connettività è molto buona, abbiamo una LTE fino a 1024 Mbps, una connessione Wifi Ac Dual Band, connessione Bluetooth con standard 5.0, NFC e supporto al Dual SIM.

Come accennato, è assente il jack per le cuffie, lo speaker inferiore rilascia un suono e un volume nella media degli smartphone top di gamma, senza però stupire particolarmente.

Conclusioni

È chiaro che l’hardware di Xiaomi Mi6 è particolarmente prestante, la batteria da 3350 mAh Li-Po offre una buona autonomia, con un uso medio si riesce ad arrivare a fine giornata senza difficoltà, mentre con uno più intensivo c’è bisogno di una seconda ricarica.

Fortunatamente è presente anche la ricarica rapida grazie alla tecnologia Quick Charge 3.0, che permette di avere molta autonomia in pochi minuti di ricarica.

Xiaomi Mi6, quindi, è un buon dispositivo che non teme nulla in fatto di prestazioni, grazie al potentissimo processore e alle memoria, lo troviamo molto fluido e reattivo, gli tempi di apertura delle applicazioni ridotti al minimo.

Questo smartphone non sembra soffrire di alcuna incertezza, carica pagine web pesanti senza problemi e nella fase gaming offre prestazioni elevate e una fluidità di gioco sorprendente.

Per concludere, possiamo dire che il Mi6 è uno smartphone che offre il meglio delle prestazioni a un prezzo interessante rispetto ad altri modelli delle aziende competitrici, forse, sotto alcuni aspetti ci si aspettava qualche innovazione in più, ma questo dispositivo è pensato per essere concreto e performante, in grado di soddisfare le esigenze anche dell’utenza più pretenziosa.