Uno dei metodi più usati per trasferire denaro è certamente il bonifico bancario, uno strumento estremamente diffuso non soltanto in Italia ma anche all’estero. Grazie al bonifico è possibile trasferire denaro in modo piuttosto rapido, anche un solo giorno. In questa guida parleremo del bonifico a vista andando a scoprire insieme di cosa si tratta e qual è il suo funzionamento.

Bonifico a Vista: cosa significa?

Partiamo subito dal dire che il bonifico a vista non è una tipologia di bonifico differente dalle altre ma si tratta di un normale bonifico che ha come caratteristica quello di essere utilizzato molto spesso come sistema di pagamento.

Cosa significa Bonifico a Vista

Il motivo è molto semplice, con questo bonifico è possibile fare in modo che vengano sbloccati in modo immediato i fondi che vengono trasferiti per pagare un servizio. I bonifici hanno infatti dei tempi di consegna diversi in base alla tipologia stessa del bonifico, per approfondire la tematica vi consigliamo di leggere questa guida che vi svelerà quanto ci mette ad arrivare un bonifico.

Il destinatario di questo tipo di bonifico è un soggetto che deve essere dotato di partita Iva, quindi un libero professionista o una ditta. Nel caso sia una ditta è necessario per il fornitore avere un conto corrente aziendale dedicato in cui ricevere il pagamento del servizio offerto.

Bonifico a Vista: come funziona?

Il primo passo per utilizzare un bonifico di questo tipo, come sistema di pagamento, è che le due parti siano d’accordo tra loro. Il soggetto fornitore del bene o del servizio dovrà poi emettere una regolare fattura che sarà pagata appunto con il bonifico a vista, indicando nella causale del bonifico tutti i dati che consentono di individuare l’operazione per cui si trasferiscono i fondi.

Per evitare errori bisogna riportare nel modulo la stessa dicitura presente in fattura oppure la chiara indicazione che il bonifico è emesso “a saldo della fattura numero…”. I dati necessari per poter realizzare un bonifico a vista sono i medesimi che servono per realizzare un normale bonifico, cioè quelle che servono ad identificare in maniera univoca sia il soggetto ordinante del bonifico che il beneficiario.

Quando il bonifico a vista è diretto fuori dai confini nazionali (Inghilterra e Francia consentono di effettuare questa tipologia di bonifico) è necessario aggiungere ai dati base anche il codice BIC o SWIFT. Molto importante nella causale indicare la motivazione del trasferimento, inserendo anche l’indicazione “pagamento a vista” per non avere nessun tipo di problema.

Per quanto riguarda i costi di un bonifico a vista vediamo che ogni banca applica un costo diverso che di solito è chiaramente indicato nelle condizioni generali. Solitamente si tratta di un prezzo mai troppo elevato.

  • Post author:
  • Post category:Business
  • Post last modified:7 Luglio 2020
  • Reading time:3 min(s) read