I dati statistici dei quotidiani di settore che hanno proiettato le previsioni del mercato digitale negli ultimi anni, hanno sempre dato abbondante fiducia al settore delle eCommerce, infatti i risultati non hanno tradito le aspettative, soprattutto nel primo semestre del 2020. In questi mesi, il lockdown ha decretato le misure preventive per combattere la pandemia di Covid19, fra le misure più deleterie per il mercato c’è sicuramente la chiusura di tutte le attività commerciali.

La risposta del mercato digitale è stata tutt’altro che blanda, non solo ha retto alla crisi economica che il Coronavirus ha decretato a livello mondiale, ma i negozi digitali hanno visto crescere a dismisura il proprio fatturato nei mesi di febbraio, marzo, aprile e maggio, proprio quando i negozi fisici sono stati chiusi.

Non è una sorpresa se lo shopping online è una fonte primaria di sussistenza dell’economia mondiale, infatti, già durante la crisi finanziaria delle banche del 2007 il mondo digitale rispondeva alzando la voce e aumentando il fatturato.

I motivi di questo successo sono diversi, come l’anno scorso, anche nel 2020 sono stati sempre di più i venditori, i negozi e le aziende che hanno investito nel mercato digitale, studiando con meticolosità un logo come dove essere, promuovendo i propri prodotti attraverso i social network e i market place, utilizzando software per realizzare e stampare biglietti da visita, o realizzando la propria idea in crowdfunding.

Il mercato digitale offre più opportunità di vendita

Possedere un negozio virtuale consente di mettere in mostra la propria vetrina attraverso i social network e i market place a tutti gli utenti che seguono un determinato hashtag. Se ad esempio un’azienda vende abbigliamento e scarpe sportive, tutti gli utenti che seguiranno le parole chiave potranno avere informazioni dettagliate dei prodotti attraverso foto, video e immagini.

Mercato digitale dell'e-commerce

Nonostante i competitor siano molti di più rispetto ad un negozio fisico, il mercato digitale consente di aumentare le vendite proprio grazie al marketing digitale che si affida a diversi canali per la sponsorizzazione e la vendita dei prodotti. Un altro fattore positivo che determina il successo del mercato digitale, è la possibilità di vendere online in qualsiasi giorno e a qualunque ora, senza orari di lavoro e di chiusura.

L’eCommerce consente di risparmiare sulle spese di gestione

La strategia meno dispendiosa che consente di aprire un negozio virtuale è sicuramente il Dropshipping. Questo metodo di vendita consente al venditore di registrare semplicemente l’acquisto e di mettere in contato il fornitore con l’azienda di spedizioni. In questo modo il venditore non ha nessuna spesa di gestione d’impresa e guadagna soltanto se vende.

Per quanto riguarda le eCommerce, per vendere online c’è bisogno di sponsorizzare i prodotti sui social network, o di un social media manager, un copywriter e uno staff che lavori in digitale, nonostante ciò, c’è un notevole risparmio sulle spese di gestione aziendali, come il magazzinaggio, la logistica, la contabilità e persino sulla manodopera e sugli stipendi del personale addetto ai lavori.

  • Post author:
  • Post category:Business
  • Post last modified:1 Settembre 2020
  • Reading time:3 min(s) read