Uno dei problemi più fastidiosi che si possano riscontrare è certamente quello di avere una connessione ad internet lenta. I motivi per cui questo inconveniente avviene sono molteplici e nella guida di oggi andremo ad analizzare insieme nel dettaglio che cosa rallenta la connessione internet sia su fisso che su mobile.

Che cosa rallenta la connessione internet da fisso

Grazie alla rete Wi-Fi è possibile collegarsi ad internet anche con più dispositivi contemporaneamente, senza utilizzare alcun cavo o collegamento fisico. Ovviamente è necessario avere una connessione wireless ben configurata ed assicurarsi che il segnale radio della stessa arrivi in tutta la casa. Andiamo a scoprire insieme che cosa rallenta la connessione internet da fisso.

Prima di procedere vi consigliamo di togliervi ogni dubbio. Se avete l’impressione che la vostra navigazione ad internet sia rallentata vi consigliamo di leggere questa guida che vi rivelerà il modo per misurare in pochi attimi la velocità della vostra connessione.

Troppi dispositivi collegati al Wi-Fi

Fino a poco tempo fa la rete Wi-Fi serviva soltanto per collegare computer e smartphone ad internet, oggi invece i dispositivi in casa che si collegano alla rete casalinga sono molto più numerosi: telecamere di sicurezza, smart TV, assistenti vocali e tanto altro.

Che cosa rallenta la connessione internet

I router meno recenti non erano configurati per gestire numerosi dispositivi collegati contemporaneamente alla rete e quindi possono dare dei problemi di connessione intermittente o anche rallentare la velocità di rete.

Alcuni router ancora in circolazione non riescono a gestire tutti i dispositivi collegati. La soluzione immediata a questo problema potrebbe essere quella di riavviare il router ma anche sostituire il router con uno più nuovo e più potente.

Oltre ai dispositivi di casa può capitare che qualcuno si colleghi alla nostra rete Wi-Fi senza permesso, anche questo ovviamente contribuisce a rallentare notevolmente la connessione ad internet. A tal proposito vi consigliamo di leggere questa guida che vi indicherà il modo per scoprire quali sono i dispositivi che utilizzano la rete Wi-Fi.

Problemi di copertura del Wi-Fi

Una cosa che incide molto sulla velocità della connessione Wi-Fi è senza ombra di dubbio la posizione del router in casa. È infatti fondamentale avere il router nella giusta posizione per consentire al segnale di diffondersi in tutta la casa.

posizionamento router wifi

Se ad esempio il router si trova vicino ad un muro o ad una parete infatti, capita spesso che il segnale venga bloccato in quella direzione. In ambienti troppo grandi per garantire una copertura totale del segnale, potrebbe essere necessario comprare amplificatori o ripetitori per diffonderlo nelle zone in cui non arriva.

Problemi hardware

Ovviamente bisogna sapere che più tempo si utilizza lo stesso router per navigare più questo può diventare lento. Il motivo è molto semplice e non dipende dal fornitore di servizi, piuttosto alcuni tipi di rete VPN in Wi-Fi risentono di un problema nell’apparato di ricezione che può essere all’antenna oppure al modem via cavo.

Proprio come accade per tutti i dispositivi elettronici infatti, anche un router può andare incontro a problemi causati dall’usura e Internet potrebbe risultare quindi più lento.

Meglio il Wi-Fi o la rete cablata?

Forse non tutti sanno che la velocità di una rete cablata che collega un computer desktop al router con un cavo ethernet è superiore rispetto al Wi-Fi. Certo, la rete wireless è molto comoda perché consente di dare ordine alla casa evitando il passaggio di fastidiosi cavi attraverso il muro. La connessione wireless è infatti anche meno affidabile e più lenta rispetto alla connessione via cavo. Se è possibile quindi conviene ridurre al minimo il traffico Wi-Fi preferendo quando possibile una connessione cablata.

Cavi vecchi

Nonostante la connessione wireless sia per definizione appunto “senza fili”, bisogna comunque considerare che il router Wi-Fi è in ogni caso collegato al muro o al modem tramite un cavo Ethernet. Ovviamente come abbiamo specificato sopra una connessione tramite cavo è sempre più veloce di una connessione wireless.

Tuttavia è essenziale utilizzare un cavo Ethernet veloce e di fattura recente. Esistono infatti diverse categorie di cavo: Cat-5, Cat-5e e Cat-6. La tipologia di cavo Cat-5 è la più vecchia e di conseguenza anche la più lenta, riuscendo ad arrivare ad una velocità massima di 100 Mbps ad una distanza massima di 100 metri.

La categoria Cat-5e è invece un tipo di cavo più comune poiché supporta velocità Ethernet in Gigabit. Il Cat-6 utilizza invece rame molto più puro e supporta fino a 10 Gigabit di velocità con una lunghezza massima di circa 40 metri.

Il router ha bisogno di essere resettato

Proprio come avviene a volte per i PC, in alcuni casi è necessario riavviare il router o addirittura ripristinarlo ai valori di fabbrica. Queste operazioni possono risolvere molti problemi e far tornare la velocità di connessione ai soliti standard.

Per completare l’operazione è possibile spegnere e riaccendere il router oppure è possibile completare il reset del router. Solitamente per resettare il dispositivo basta trovare il pulsante nascosto sul retro, cliccando con una punta molto sottile e tenendo premuto per alcuni secondi.

Velocità limitata dalla compagnia telefonica

In alcuni casi capita che alcuni fornitori di rete, soprattutto gli operatori che non sono proprietari di infrastrutture (i cosiddetti operatori virtuali), decidano di rallentare deliberatamente la velocità internet quando rilevano un utilizzo troppo intenso della banda a seguito dell’uso di programmi per la visione di film in streaming o per il download dei file.

Velocità limitata dalla compagnia telefonica

In particolare può capitare che la connessione può rallentare in alcune ore del giorno, soprattutto quando molti utenti sono collegati contemporaneamente ad internet.

Il PC ha un virus

Può capitare che problemi di rallentamento della connessione siano dovuti alla presenza di un virus. Secondo molti dati infatti, una delle più comuni cause nel cambiamento della velocità in modo evidente è la presenza sul PC di un programma dannoso che comunica attraverso internet, sfruttando la larghezza di banda.

Per risolvere il problema basterà tenere aggiornato il proprio antivirus ed effettuare regolarmente una scansione alla ricerca di eventuali problemi. Questo dovrebbe, nella maggior parte dei casi, risolvere l’inconveniente legato al rallentamento della velocità di connessione.

Che cosa rallenta la connessione internet da mobile

Anche da mobile non sempre la connessione ad internet funziona nel modo giusto. Soprattutto sugli smartphone uno dei problemi più fastidiosi è la lentezza nel caricamento delle pagine web. Esistono vari accorgimenti per risolvere il problema. La connessione dati sullo smartphone spesso è troppo lenta ad esempio perché è installata qualche applicazione che “mangia” gran parte del traffico dati, occupando tanta banda internet. Ma i motivi possono essere davvero molteplici, andiamo a vedere insieme quali possono essere.

Problemi con la cache

Tutte le applicazioni installate sullo smartphone nel tempo accumulano cache, cioè informazioni, utilizzate dal telefono che le sfrutta per avviare in modo più rapido alcune funzioni. La cache quando è piena può anche rallentare la connessione dati sullo smartphone. In questi casi l’unica cosa da fare è cancellarla.

Per farlo basterà cliccare sulle impostazioni di Android e poi cliccare su “App”. In seguito basterà scorrere la lista delle applicazioni installate sullo smartphone individuando quelle che vengono utilizzate con più frequenza. A questo punto basterà cliccare su “Memoria” e poi su “Cancella cache” ed a quel punto l’operazione sarà completata.

Applicazioni e widget inutili che rallentano il telefono

Quasi tutte le applicazioni anche quando non si utilizzano, funzionano in background consumando una parte importante della rete mobile. Il traffico dati in questo modo rischia di essere prosciugato in anticipo ma queste applicazioni inoltre rallentano anche internet.

Applicazioni che rallentano il telefono

L’obiettivo in questo caso è quello di evitare di mantenere nello smartphone applicazioni che non vengono utilizzate. Bisogna quindi procedere a cancellarle e per farlo basterà dirigersi nelle impostazioni di Android e poi cliccare su “App” e successivamente sul nome dell’app da eliminare, selezionando “Disinstalla”.

Problema alle impostazioni di rete

In alcuni casi è possibile che le impostazioni di rete dello smartphone, per le più svariate ragioni, siano sbagliate. Bisogna quindi andare a controllare, recandosi come negli altri casi nelle “impostazioni”. A questo punto bisognerà cliccare su “Rete Mobile” e poi successivamente su “Tipo di rete preferito” assicurandosi che sia selezionata l’opzione “4G/3G/2G automatico”.

Troppa pubblicità

Quando si naviga su internet, soprattutto quando si utilizza il browser da smartphone, la connessione potrebbe essere rallentata a causa dei troppi annunci pubblicitari. La presenza di troppe pubblicità rallenta il caricamento occupando e consumando dati di rete.

La soluzione ideale a questo problema è quella di scaricare da Google Store un valido programma ad-block che consenta di bloccare, come suggerisce il nome, qualsiasi tipo di annuncio pubblicitario presente sui siti internet che andrete a visitare.

Posizione sbagliata

Sono molti i fattori che possono condizionare la connessione dati di uno smartphone. Ad esempio una rete congestionata, il meteo ma anche gli edifici e la geografia.

Se ci si ritrova infatti in una zona molto isolata oppure al contrario in una zona in cui sono presenti numerose barriere, naturali o artificiali, come colline, montagne, edifici, è possibile vedere il proprio segnale crollare e avere dei tempi di caricamento più lunghi.

Se i problemi di velocità della connessione mobile sembrano essere iniziati in una determinata posizione vi conviene ovviamente provare a spostarvi, di qualche metro o di qualche Km per riuscire a trovare una zona con più campo e senza ostacoli fisici al segnale.

Scollegarsi da una VPS

Le VPN sono pensate per garantire privacy ed anonimato ma possono avere tuttavia l’effetto di rallentare la velocità della connessione. Se il vostro smartphone è quindi collegato ad una VPN vi conviene provare a scollegarvi e poi connettervi normalmente, è molto probabile che in questo modo noterete un immediato miglioramento.

Scollegarsi da una VPS

Problema con le impostazioni di rete

Un altro passaggio da tentare per migliorare la propria connessione mobile è quello di resettare le impostazioni di rete. Questa operazione, come il riavvio del cellulare, risolve in molti casi i problemi legati ad una connessione dati lenta.

Il reset tuttavia avviene anche per gli access point Wi-Fi e per i dispositivi Bluetooth e quindi dopo aver completato questa operazione sarà necessario accoppiare nuovamente i dispositivi Bluetooth e ricollegare il Wi-Fi.

Per finire, un altro tentativo che conviene fare è quello di cambiare i DNS. Per questa operazione vi rimandiamo alla nostra guida sulle migliori app per cambiare DNS.

  • Post author:
  • Post category:Rete
  • Post last modified:9 Maggio 2020
  • Reading time:9 min(s) read