Molte persone decidono di iniziare una cura dimagrante per sentirsi in pace con il proprio corpo e per questo decidono di eliminare dal proprio menu tutti i cibi considerati grassi. Uno degli alimenti più mangiati quando ci si mette a dieta è la frutta e si crede erroneamente che tutti i tipi di frutti siano dietetici.

Questo però non è affatto vero, esistono infatti varietà di frutti ideali per dimagrire ed altri il cui consumo deve essere ponderato. Andiamo a scoprire insieme che frutta mangiare per la dieta, analizzando i 10 frutti con il più basso contenuto calorico e i 10 da evitare.

Indice:

Che frutta mangiare per la dieta: 10 frutti per dimagrire

Che frutta mangiare per la dieta

Mela

Le mele sono uno dei migliori frutti a disposizione in natura, sono infatti rinfrescanti e molto saporite, oltre ad essere disponibili tutto l’anno. I benefici dell’introduzione della mela nella propria dieta derivano soprattutto dal contenuto di fibre che conferiscono un particolare senso di sazietà, spingendo la persona a mangiare di meno. Esistono diverse varietà di mele in circolazione, sia le specie più diffuse che quelle della tradizione sono ideali come alimento da inserire all’interno della nostra dieta. Che le mele facciano bene è poi risaputo, il vecchio detto secondo cui “una mela al giorno toglie il medico di torno” è infatti sempre valido.

Pompelmo

Il pompelmo è un frutto dal ridotto contenuto calorico ma che contiene una grande quantità di acqua. Anche questo frutto ha la particolarità di ridurre fortemente il senso di fame, favorendo la durata nel tempo di un certo senso di sazietà. Consigliamo quindi di mangiare un pompelmo subito dopo i pasti all’interno della vostra dieta, per rimandare il più possibile l’incombere della fame. Il pompelmo è ricco di fibre, di vitamine (A,B e C) e di flavonoidi. Il suo consumo è benefico per il fegato e per l’apparato cardiovascolare. Contiene inoltre una buona dose di Sali minerali importanti tra cui: magnesio, calcio, fosforo e potassio.

Pera

La pera è un frutto davvero molto saporito che si trova sulle nostre tavole quasi tutto l’anno. Sono numerosi gli effetti benefici delle pere sul nostro organismo, questo frutto ha infatti un elevato potere energizzante dovuto alla presenza delle vitamine B1 e B2 che contribuiscono al recupero delle forze. Le pere inoltre sostengono le funzioni dell’intestino poiché sono ricche di fibre, particolare che contribuisce ad accrescere il senso di sazietà e quindi spinge a mangiare meno. Per finire, grazie all’alto contenuto di vitamina A e vitamina E, le pere aiutano a contrastare l’invecchiamento della pelle, proteggendo anche i nostri occhi.

Avocado

Questo frutto originario del Messico non è certamente conosciuto per il suo basso contenuto calorico, tuttavia è consigliabile inserirlo nella propria dieta dimagrante poiché accelera il metabolismo, favorendo l’azione del testosterone. Il consumo di avocado quindi ottimizza la gestione del glucosio e dell’insulina nel sangue. Certo, sarà necessario consumarlo in quantità non eccessive, resta però un frutto miracoloso per chi intende perdere peso senza rinunciare alla frutta. 100 grammi di avocado infatti apportano 160 calorie che però sono accompagnate da una grande quantità di fibre, vitamine (B, C, E, K), potassio.

Arancia

Questi fantastici agrumi sono la risposta per chi si chiede che frutta mangiare per la dieta. Favoriscono la dieta poiché associano ad un apporto calorico piuttosto limitato, sole 40 calorie per 100 grammi, anche un’azione depurativa e stimolante della diuresi, aiutando così a liberarci dai liquidi in eccesso. Molto importante la pellicola bianca contenuta nell’arancia, che contiene una grande quantità di fibre che aiutano a regolare l’assorbimento degli zuccheri, dei grassi e delle proteine, aiutando il funzionamento intestinale.

Mirtilli

I mirtilli sono dei frutti tipici del sottobosco e hanno delle proprietà nutritive, benefiche e curative di gran rilievo. I mirtilli infatti sono dei potenti antiossidanti naturali e contengono una gran quantità di vitamine: vitamina A, vitamina C, vitamina E e vitamina K. Contengono inoltre soltanto 45 calorie per ogni 100 grammi. Sono inoltre ricchi di fitonutrienti, particolare che conferisce a questo frutto grandi capacità antiossidanti aiutandoci a proteggerci dall’Alzheimer e dall’attacco dei radicali liberi.

Melograno

Questo tipo di frutto ha un apporto calorico piuttosto limitato, soltanto 52 calorie per 100 grammi, ma ha un elevatissimo contenuto di antiossidanti e vitamine. Una delle particolarità del melograno è che questo frutto non apporta colesterolo e non contiene lattosio, glutine e istamina. Sono numerosi i minerali contenuti nel melograno: potassio, fosforo, sodio, ferro e magnesio. Per sua natura il melograno è piuttosto ricco di vitamina C e provitamina A. L’alta presenza di fibre consente di curare la stipsi e ridurre l’assorbimento dei grassi, il melograno è inoltre una buona fonte di acqua e potassio, minerale che contribuisce a modulare la pressione sanguigna.

Melone

Il melone è un frutto che grazie ai suoi nutrienti ha poche calorie ma molte proprietà benefiche per il nostro organismo. Introdurre il melone nella propria dieta dimagrante è fortemente consigliato poiché questo frutto ha delle ottime qualità diuretiche ed un apporto calorico davvero basso, soltanto 34 Kcal per 100 grammi di polpa fresca. Il melone, come detto, ha numerose proprietà, grazie alla presenza di vitamina A e vitamina C ha un potere antiossidante, grazie alla presenza di beta-carotene, luteina e zeaxaina è anche un ottimo antitumorale. L’alta percentuale di potassio contenuta nel melone offre benefici alla circolazione e il contenuto di vitamina A aiuta a proteggere la vista.

Pesca

La pesca contiene fibre, vitamina C ed antiossidanti che la rendono uno dei frutti migliori per una dieta che mira alla riduzione del peso corporeo. Ogni 100 grammi di questo frutto infatti contengono soltanto 39 calorie. Questo frutto è ricco di acqua al 90% ed ha delle ottime qualità diuretiche. La pesca contiene alte quantità di sali minerali come il potassio, il fosforo, il calcio, il magnesio e il ferro. In particolare la presenza di potassio aiuta le funzionalità del sistema nervoso. Inoltre la pesca è ricca di vitamina C, soltanto uno di questi frutti infatti copre il 15% del fabbisogno giornaliero di tale vitamina.

Limone

Come non inserire nella nostra guida su che frutta mangiare per la dieta il limone? Tutti sanno che ogni dieta dimagrante è accompagnata da abbondanti bevute di acqua e limone che accelerano il metabolismo e favoriscono il consumo energetico. Nel limone è inoltre contenuta la pectina che contribuisce a ridurre la sensazione di fame nervosa.

Se invece vuoi scoprire quali verdure mangiare per dimagrire ti consigliamo di leggere questa nostra guida dedicata all’argomento.

Che frutta mangiare per la dieta: 10 frutti da evitare

Frutta da evitare durante la dieta

Frutta secca

La frutta secca è certamente da evitare in ogni dieta dimagrante a causa del suo forte apporto calorico. Certamente non è necessario evitare del tutto il consumo di frutta secca ma è molto importante tenere a bada le quantità. Particolarmente sconsigliato mangiare la frutta secca dopo un pasto abbondante poiché contribuisce all’accumulo di calorie.

Banane

Sempre più spesso nelle diete dimagranti è sconsigliato consumare banane. In realtà questo frutto ha si un apporto calorico non basso, ma nemmeno troppo elevato: 85 calorie ogni 100 grammi di polpa. Tuttavia l’apporto energetico della banana è molto alto, quindi sarà consigliata, anche nelle diete ipocaloriche, soltanto a colazione avendo al suo interno vitamine e sali minerali indispensabili per cominciare al meglio la giornata. Insomma, non bisogna evitare le banane come la peste ma consumarle senza esagerare per non rischiare che poi la bilancia ne risenta.

Uva

L’uva è un frutto molto calorico, infatti apporta circa 60 calorie per 100 grammi di polpa. Questo significa che non bisogna certamente abusarne. Sia nella sua varietà da tavola bianca sia nelle varietà scure questo frutto ha comunque un ottimo sapore e certamente non è semplice rinunciarvi, nemmeno necessario, purché si mantengano le quantità ingerite a qualche chicco al giorno.

Ciliegie

Ogni 100 grammi di ciliegie contengono 68 Kcal, questo rende questo frutto sconsigliato per chi è a dieta con lo scopo di dimagrire. Certo, le ciliegie sono deliziose e sono disponibili soltanto per un certo periodo dell’anno, rinunciarvi potrebbe quindi essere estremamente doloroso per chi le ama. Consigliamo quindi di non eliminarle del tutto se avete deciso di iniziare la dieta proprio nel periodo in cui vengono raccolte, ma vi consigliamo di limitarne il consumo.

Datteri

I datteri si piazzano piuttosto in alto nella classifica dei frutti con più calorie, infatti ne offrono ben 253 per 100 grammi di prodotto. Sono quindi una sicura fonte energetica e contengono inoltre un’elevata percentuale di zuccheri. In una dieta ipocalorica è davvero consigliato non consumarli, al netto delle proprietà benefiche di questo frutto come: antinfiammatorio naturale, aumento del livello di ferro nel sangue.

Mango

Il mango ha un elevata quantità di calorie e soprattutto un’elevata quantità di zuccheri. Nonostante sia un frutto dalle numerose qualità benefiche è quindi bene evitare il suo consumo durante una dieta dimagrante.

Fichi

Tutti adorano il sapore dei fichi ma è bene sapere che si tratta di un frutto molto calorico, sconsigliato nelle diete dimagranti. Da evitare assolutamente i fichi secchi, molto meglio mangiare quelli freschi e maturi che hanno un apporto calorico di 57 Kcal per 100 g di prodotto.

Albicocche

Le albicocche sono certamente dei frutti molto nutrienti e contengono grandi quantità di vitamine apportando numerosi benefici al corpo. Sono tuttavia da evitare nella nostra indagine su che frutta mangiare per la dieta poiché consumare una quantità eccessiva di questo frutto porta a delle complicazioni spiacevoli. In esse è infatti contenuta l’amigdalina, una sostanza chimica che si attacca alle pareti dello stomaco e provoca nausea.

Cocco

Il cocco è senza ombra di dubbio uno dei frutti più calorici in circolazione, per 100 grammi di polpa infatti le calorie ingerite sono ben 354. Questo frutto apporta grande nutrimento all’organismo e i suoi benefici sono notevoli ma se si intende seguire una dieta dimagrante è bene non esagerare, anzi se possibile evitare proprio di consumarlo. Se siete amanti del sapore del cocco potete bere l’acqua di cocco, questa a basso contenuto calorico. Attenzione a non confondere l’acqua di cocco con il latte di cocco, una bevanda che invece è ricca di calorie ed è fortemente sconsigliata per la vostra dieta.

Prugne

Una tazza di prugne contiene ben 447 calorie. Questo dovrebbe essere un valido motivo per evitare il consumo di questo gustoso frutto durante una dieta dimagrante. Certamente le prugne hanno un effetto stimolante per la funzionalità intestinale, se è questo il motivo per cui si assumono è sufficiente mangiare una o due prugne secche una volta al giorno e l’obiettivo sarà raggiunto.