Decidere di disdire il proprio contratto telefonico non è sempre così facile come sembri, spesso si rimanda all’infinito questo passaggio per paura di confrontarsi con le numerose scartoffie necessarie a portare a termine il lavoro, trovandosi spesso a dover fare i conti con spiacevoli penali da pagare. Andiamo a vedere insieme come disdire contratto Tim per la linea fissa.

Indice:

Come disdire contratto Tim rete fissa in via definitiva

Per disdire contratto Tim rete fissa in via definitiva bisogna prima di tutto procurarsi l’apposito modulo di disdetta da compilare e poi consegnare al gestore. Sarà quindi necessario collegarsi all’apposita sezione del sito internet Tim dedicata alla modulistica e qui sarà poi necessario accedere a tutti i moduli disponibili, scorrendo fino ai moduli dedicati alla linea fissa.

A questo punto sarà necessario scaricare il modulo di disdetta corrispondente alla propria utenza: contratto con telefono a noleggio o senza l’apparecchio. Una volta che il modulo giusto è stato individuato bisognerà cliccare sul pulsante “scarica” e si potrà quindi stampare il documento.

A questo punto bisognerà compilarlo con tutti i dati dell’intestatario della linea e bisognerà spedirlo per raccomandata andata/ritorno all’indirizzo: TIM Servizio Clienti Residenziali, Casella postale 111, 00054 Fiumicino (Roma).

Come disdire contratto Tim rete fissa

Arrivati a questa fase il grosso sarà fatto, dal momento in cui Tim riceverà la vostra raccomandata bisognerà attendere un massimo di 15 giorni per ottenere la disdetta, durante questo periodo sarà necessario pagare regolarmente il canone del servizio.

Anche per disdire contratto Tim a rete fissa in via definitiva è necessario far fronte a dei costi di disattivazione del servizio. Inoltre è possibile dover pagare delle penali anche piuttosto pesanti se non saranno rispettati tutti i termini contrattuali e se non saranno restituire entro 30 giorni tutte le apparecchiature in comodato d’uso.

Il costo di disattivazione per le linee ADSL e voce è di 35,18 euro mentre per le linee in fibra ottica il costo è di 99 euro. Raccomandiamo di prestare grande attenzione al contratto che si intende disdire, se infatti si sarà firmato un contratto con vincolo di 24 mesi e si deciderà di disdire prima della scadenza sarà necessario pagare tutti gli sconti fruiti.

Molto importante prestare attenzione anche all’eventualità che alla firma del vostro contratto abbiate attivato la nuova linea con un costo rateizzato, rescindendo il contratto sarà necessario pagare tutte le rate in un’unica soluzione.

Come disdire contratto Tim entro 14 giorni

Chi ha sottoscritto un contratto con Tim meno di 14 giorni prima della decisione di rescindere il contratto e chi ha concluso la stipula del contratto per via telefonica è possibile usufruire il diritto di recesso.

Per approfondire la tematica del diritto di recesso ti invitiamo a leggere la nostra dettagliata guida dedicata a questo strumento giuridico.

In questo caso, se saranno verificate tutte le condizioni di cui abbiamo parlato, sarà possibile disdire contratto Tim rete fissa senza sostenere nessun costo. Ovviamente bisognerà prestare ugualmente attenzione alla restituzione delle apparecchiature per cui vale la stessa regola dei 30 giorni dalla scadenza del contratto, per evitare spiacevoli penali.

Nel caso in cui si abbiano i requisiti sarà necessario effettuare il download del modulo di recesso disponibile sul sito internet Tim. Il modulo adatto si trova nella sezione dedicata alla modulistica, dopo aver cliccato sul pulsante “vedi tutti” e poi scaricare il Modulo di recesso ripensamento entro 14 giorni.

Una volta terminato il download sarà necessario stampare il modulo e compilarlo in ogni sua parte, aggiungendo tutti i dati richiesti, tra cui quelli personali della persona a cui è intestato il contratto in essere. Una volta compilato e firmato il modulo sarà necessario inviare la richiesta di disdetta tramite raccomandata andata/ritorno all’indirizzo: TIM Servizio Clienti Residenziali, Casella postale 123, 00054 Fiumicino (Roma).

Come passare ad altro gestore

Se invece si è deciso di disdire il proprio contratto Tim per passare ad un altro operatore è necessario, per prima cosa, mettersi in contatto con il nuovo gestore di cui si intende diventare clienti e affidare a lui la gestione della propria pratica.

Per poter fare questo passaggio è necessario procurarsi il codice di migrazione Tim, un codice alfanumerico che identifica in via univoca il vostro contratto telefonico. In questo modo sarà possibile da parte del nuovo gestore, attivare il passaggio della linea.

Codice di migrazione Tim

Il codice di migrazione si trova sulla bolletta Tim in corrispondenza del codice fiscale e se proprio non si riesce a trovarlo sarà possibile chiamare il 187 e richiedere all’operatore il proprio codice di migrazione Tim. Dopo aver dato il via alla procedura saranno necessari 10 giorni lavorativi per passare al nuovo gestore.

Anche in caso di passaggio ad altro operatore sarà necessario pagare i costi di disattivazione del servizio, che sono sempre gli stessi: 35,18 euro per le linee Ads/voce mentre per le linee in fibra ottica il costo è di 99 euro.

Restituzione apparecchiature

Restituire le apparecchiature a Tim è di estrema importanza per evitare l’applicazione di penali ancora più salate. Tutte le apparecchiature, sia quelle ricevute in comodato d’uso che quelle ricevute a noleggio, dovranno essere restituite a Tim nel termine perentorio di 30 giorni dalla disdetta del contratto.

Per restituire le apparecchiature (modem, decoder ecc) sarà necessario spedire tramite pacco postale il tutto, all’indirizzo: Telecom Italia Spa, c/o Geodis Logistics, Magazzino Reverse A22, Piazzale Giorgio Ambrosoli snc, 27015 Landriano (Pv).

Restituire modem tim

Quando si effettua la spedizione è necessario allegare anche la documentazione dedicata alla restituzione dei prodotti, aggiungendo tutti i dati sensibili della persona intestataria del contratto, oltre ad una copia di un documento d’identità.

Ecco dunque come disdire contratto Tim rete fissa, sia che vogliate disdire in via definitiva, sia che vogliate sfruttare il diritto di recesso entro 14 giorni, sia che vogliate passare ad un altro operatore. In ogni caso, ribadiamo ancora una volta la necessità di prestare grande attenzione alle clausole del proprio contratto in modo da evitare qualsiasi ulteriore addebito e pagare il meno possibile.

  • Post author:
  • Post category:Business
  • Post comments:0 Commenti
  • Post last modified:22 Settembre 2019
  • Reading time:5 min(s) read