Tutti conoscono PayPal, un servizio che consente di pagare, inviare denaro, accettare pagamenti in modo rapido e sicuro. Grazie a Paypal è possibile effettuare tutte queste operazioni senza dover di volta in volta inserire i propri dati finanziari, un vantaggio non da poco che ha premiato l’azienda con oltre 250 milioni di utenti registrati in tutto il mondo. Sono tuttavia molto diffusi tentativi di truffa utilizzando questo servizio, sia che siate dei venditori sia che siate degli acquirenti. Andiamo a scoprire come evitare truffe con Paypal, analizzando caso per caso tutto quello che potrebbe succedere.

Indice:

Come evitare truffe con Paypal

Come evitare tutte le truffe su Paypal mettendo al sicuro i nostri risparmi dai cyber criminali? Paypal ha letteralmente rivoluzionato il modo di scambiare denaro online, offrendo uno strumento estremamente semplice e sicuro per inviare e ricevere denaro su internet.

Nonostante PayPal sia un’azienda estremamente seria ed attenta alla sicurezza dei suoi clienti non è certamente impossibile imbattersi in qualche frode tramite PayPal. Questo può significare tante cose: tentativo di phishing andato a buon fine, ordini fraudolenti ai danni dei venditori, ordini disattesi per i clienti. Andiamo a vedere uno per uno questi casi e scopriamo come fare per evitare questi tentativi di truffa.

Il pericolo del Phishing

Il Phishing è un pericolo concreto per chiunque utilizzi internet. La posta elettronica di tutti è stata bersaglio almeno una volta di un tentativo di phishing e spesso questi tentativi hanno come oggetto proprio il conto PayPal delle persone.

Per evitare di farsi truffare bisogna aprire gli occhi e capire bene come fare ad identificare le e-mail fraudolente. Per prima cosa bisogna controllare con attenzione l’indirizzo del mittente, diffidando immediatamente di qualsiasi indirizzo insolito, gli indirizzi ufficiali di PayPal terminano obbligatoriamente, in Italia, con il dominio paypal.it.

Il pericolo del Phishing

Bisogna rimanere calmi e non farsi prendere dalla fretta, quasi tutte le e-mail false infatti avvertono il malcapitato di tutrno che il suo conto è in pericolo, potrebbe essere bloccato o addirittura chiuso, nel caso in cui non si esegua un aggiornamento specifico. All’interno delle mail fraudolente sono contenuti dei link che rimandano a siti malevoli.

Se quindi avete ricevuto una mail in cui vi si avvisa che bisogna obbligatoriamente eseguire un aggiornamento critico o il vostro conto sarà chiuso, se una mail sospetta vi comunica che avete ricevuto del denaro, è sempre meglio chiudere la vostra casella di posta e collegarvi dalla barra di navigazione sul sito paypal.it, effettuando autonomamente il log-in. Una volta sul sito ufficiale PayPal potrete verificare voi stessi.

Altri trucchi per scoprire velocemente tentativi di phishing, applicabili in generale a qualsiasi tentativo di truffa analogo sono: prestare grande attenzione agli errori di digitazione o grammaticali, diffidare dai saluti impersonali (come ad esempio “Gentile utente”). Per finire bisogna prestare grande attenzione agli allegati: le mail di PayPal non hanno mai allegati, se avete ricevuto una mail che contiene un allegato è certamente una truffa e aprendolo potreste esporre il vostro conto a seri pericoli.

Truffe venditori: ordini fraudolenti

I venditori spesso devono avere a che fare con numerosi tentativi di truffa, per questo è bene tenere sempre alta la guardia nel caso di verifichino anomalie negli ordini come quelle che andremo ad elencare.

Prima di tutto bisogna prestare grande attenzione all’indirizzo di spedizione, ci sono infatti alcuni paesi noti per i tentativi di frode, a tale scopo basterà cercare online un elenco dei paesi ad alto rischio e prestare maggiore attenzione in caso di ordini da quelle latitudini.

Un altro campanello di allarme deve suonare quando si riceve da un nuovo cliente un ordine che come importo è superiore alla media, per un prodotto molto richiesto. I clienti truffaldini inoltre utilizzano una tecnica per non farsi individuare dai sistemi anti-frode, fornendo in fase di ordine un indirizzo legittimo e chiedendo al venditore di modificarlo dopo il pagamento.

Come evitare gli ordini fraudolenti

Un venditore saggio farebbe bene a prestare attenzione al volume degli ordini internazionali, se la sua media è di 2 ordini internazionali al mese e ne riceve invece 50 nel giro di pochi giorni, è probabile che qualcosa non vada per il verso giusto.

Bisogna tenere d’occhio anche l’orario degli ordini internazionali, l’eventuale richiesta di ordini da clienti diversi con lo stesso indirizzo di spedizione, il verificarsi di vari ordini da un unico conto PayPal nello stesso orario, un pagamento maggiorato da parte di un cliente, richieste di spedizioni urgenti durante la notte, indirizzi e-mail sospetti, indirizzi di spedizione dubbi.

In tutti questi casi è bene controllare con molta attenzione l’indirizzo di spedizione del cliente, poiché spesso i truffatori usano dei prestanome a cui fanno recapitare la merce e che poi a loro volta la rispediscono al truffatore. Anche il numero di telefono deve essere verificato con grande attenzione, creando un elenco telefonico di tutti i clienti. In caso di ordini ad alto rischio è bene ritardare le spedizioni pur di identificare una transazione come fraudolenta o meno.

Vuoi scoprire come funziona il reso gratuito di Paypal? Per saperne di più ti invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato all’argomento.

Truffe acquirenti: pagamento sicuro

Anche chi utilizza PayPal per effettuare acquisti deve prestare grande attenzione ai tentativi di truffa. Spesso infatti capita che la merce acquista sia completamente difforme dalla descrizione fornita dal venditore o anche che non arrivi mai a destinazione dell’acquirente.

Paypal offre per i suoi clienti un sistema di protezione acquisti, nel caso in cui si sia effettuato un acquisto idoneo ma l’articolo non sia arrivato  non sia corrispondente alla descrizione, PayPal potrà rimborsare l’acquirente.

Come evitare truffe con PayPal

Paypal offre anche un sistema di protezione dalle frodi, tutte le transazioni sono infatti monitorate ininterrottamente per evitare tentativi di furto d’identità e phishing- Tutte le transazioni effettuate su Paypal sono cifrate con crittografia avanzata.

Il sistema di protezione acquisti entra in gioco, ad esempio, se si è acquistato un prodotto e ne arriva un altro, se si è comprato un oggetto nuovo ed arriva usato, se hai acquistato tre articoli ma ne arriva uno, se l’acuisto si è danneggiato durante il trasporto, se l’articolo inviato è contraffatto.