Stai pensando di aprire un fashion store e vuoi che il tuo business funzioni al meglio? L’apertura di un fashion store richiede un’attenta pianificazione sia in fase di apertura sia di gestione dell’attività.

Ogni step dev’essere seguito in modo attento al fine di far convogliare tutte le azioni in un progetto unico, che s’integra alla perfezione con ogni strumento necessario per la gestione del negozio e della relazione con i clienti. Ma vediamo nel dettaglio come fare business con un fashion store!

La scelta della giusta location

Il primo passo per aprire un fashion store che funzioni e con un business vivido è la scelta della giusta location. Aprire un negozio in una zona poco frequentata, senza passaggio di persone, senza vetrine o piccolo e angusto, possono portare il business a non ottenere i risultati sperati.

Per questo motivo la scelta della giusta location è essenziale! Per un fashion store il consiglio è di trovare un locale posizionato: nel centro cittadino, in una zona commerciale, in un centro commerciale, in una zona ad alto traffico pedonale.

Una volta scelta la posizione della location, bisogna fare attenzione anche alla sua conformazione. La location dev’essere innanzi tutto su strada e presentare una o due vetrine molto grandi, necessarie per mostrare i prodotti al meglio.

La vetrina è il biglietto da visita di un fashion store quindi più sarà ampia e ben illuminata, oltre che ben realizzata, maggiori saranno le possibilità di attrarre clienti.

Infine, oltre alle vetrine che sono molto importanti, bisogna anche valutare la metratura del negozio. La vendita dovrebbe avere una metratura minimo di 60-70 MQ, per posizionare la merce, banconi e camerino.

Da non dimenticare uno spazio dedicato al magazzino. Questo è molto importante, perché permette di gestire al meglio le risorse del negozio, organizzando tutta la merce nel migliore dei modi.

Scelta del brand per il fashion store

Aprire un fashion store richiede anche una scelta attenta del brand e dei prodotti da vendere. Si può optare per l’apertura di un’attività in affiliazione con un franchising.

In questo caso, si venderanno esclusivamente i prodotti del franchising, che darà al negozio la possibilità di usufruire anche del marchio, conosciuto e con una clientela fidelizzata.

Un’altra soluzione è costruire il proprio brand personale da zero. In questo caso, una volta ideato il brand è necessario contattare i fornitori del settore al fine di rifornire il negozio sia fisico sia online, per ampliare le possibilità di vendita del fashion store.

La selezione dei fornitori deve avvenire in base allo stile del fashion store. Se si vuole creare un fashion store nel mondo del luxury, bisognerà fare riferimento a brand del settore.

Se si preferisce un fashion store dedicato al mondo giovanile, si dovranno trovare fornitori con linee di abbigliamento e accessori alla moda, ecc…La scelta dei fornitori è molto importante, quindi si consiglia di lavorarci con attenzione per ottenere il massimo dal proprio negozio.

L’importanza della omnicanalità e dei giusti strumenti di gestione

Scelta la location e il brand, avviati i rapporti con i fornitori, aperto l’e-commerce o caricati i prodotti anche su un marketplace online, è necessario gestire al meglio il tuo fashion store.

Oggi è più importante che mai lavorare in un’ottica di omnicanalità. Questo vuol dire avere una gestione sinergica di tutti i punti di contatto e programmazione dell’azienda e dei clienti sia online sia offline.

Lavorando in ottica di omnicanalità è possibile avere un brand che funzioni al meglio, senza interruzioni e incentrata su una gestione ottimizzata.

Alla base di una buona gestione di un fashion store c’è sicuramente quella dedicata alle risorse merceologiche e al proprio magazzino. Se non si gestisce bene il magazzino, e non si occupa di aspetti come: carichi, scarichi, gestione di rimanenze ecc…

Si rischia di: creare giacenze di prodotti che nel corso del tempo rimangono invenduti, non si comprende il flusso di cassa e quali sono gli investimenti futuri da fare, non si riesce a gestire al meglio il negozio.

Per questo motivo, alla base di un buon business per il fashion store c’è la gestione del magazzino e omnicanale dell’attività. Ecco perché è consigliabile affidarsi a una piattaforma omnicanale come MagicStore.

Attraverso una buona piattaforma di gestione del fashion store è possibile:

  • gestire al meglio il proprio magazzino;
  • gestire al contempo sia il negozio fisico sia l’e-commerce o marketplace dove si vendono online i propri prodotti;
  • gestione dell’attività e delle azioni dei dipendenti;
  • ottimizzazione degli acquisti e di conseguenza dei guadagni;
  • una migliore gestione della contabilità riuscendo così a capire come ottimizzare le risorse e aumentare i guadagni del fashion store.

Infine, si potrà attuare una migliore progettazione e gestione dell’attività di marketing e fidelizzazione verso il cliente, migliorando il flusso di persone all’interno del negozio.

In conclusione, dopo aver progettato il tuo negozio, brand e location, non puoi lasciare nulla al caso.

Mediante la gestione di ogni aspetto del business del tuo fashion store con un’unica piattaforma, semplificherai il tuo lavoro e riuscirai a ottenere risultati migliori in termini di redditività e fidelizzazione della clientela.

  • Post author:
  • Post category:Business
  • Post last modified:27 Agosto 2021
  • Reading time:5 min(s) read