Ne avete sentito parlare spesso ma non sapete cos’è la realtà virtuale e come funziona e perché vale la pena provarla; di seguito cercheremo di spiegarvi in modo semplice a cosa serve e come funziona e come può essere utili nella vita di tutti i giorni.

La realtà virtuale è una realtà simulata, un ambiente 3D costruito al computer che può essere esplorato e nel quale è possibile interagire grazie a dei dispositivi informativi realizzati appositamente come visori, guanti e auricolari, che portano chi li indossa a vivere uno scenario talmente realistico da sembrare vero.

Non bisogna confonderla con la realtà aumentata, quest’ultima arricchisce e potenzia la percezione che abbiamo dello spazio intorno a noi con vari contenuti digitali, mentre la realtà virtuale immerge l’utente in un’ambiente esterno ed estraneo alla realtà, catapultandolo in un mondo parallelo.

Cos’è la realtà virtuale, approfondimento

La realtà virtuale è la combinazione di dispositivi hardware e software che creano uno spazio virtuale all’interno del quale l’utente può muoversi liberamente, per accedere a questo mondo vengono usati visori VR e altri accessori, tutti sviluppati per interagire all’interno della realtà.

Viene creato un mondo simulato e 3D che appare come reale e che può essere esplorato in ogni suo centimetro e direzione.

Il visore, che è il dispositivo più utilizzato, permette di interagire con la realtà virtuale, tiene traccia dei movimenti della testa in modo da adattare la prospettiva e la visuale alla posizione di chi li indossa, offrendo immagini sempre più realistiche.

Il visore 3D può avere forma di occhiali o di casco, uno dei più famosi è il Samsung Gear VR, che permette di giocare, vedere foto e video a 360°, per funzionare deve essere collegato a uno smartphone e sfruttare un’applicazione dedicata, per questo motivo è importante anche la velocità di connessione alla rete.

Grandi novità e miglioramenti si otterranno con il 5G, il nuovo standard di connessione wireless in arrivo dal 2020, che permetterà di navigare a velocità superiori, per saperne di più vi invitiamo a leggere il nostro articolo su cos’è il 5G.

Grazie alle applicazioni dedicate alla realtà virtuale, sarà possibile accedere alla libreria multimediale delle foto e dei video realizzati, visitare luoghi in ogni parte del mondo, vedere da vicino opere d’arte e monumenti, il tutto comodamente da casa propria.

Un altro esempio di utilizzo della realtà virtuale è quella nel settore gaming, con Sony che ha proposto l’ha proposta per la PS4 con un visore dedicato che rende ulteriormente più realistica l’esperienza di gioco.

Applicazione della realtà virtuale nella vita reale

La realtà virtuale ha diversi ambiti di applicazione ma, come accennato, la sua maggiore integrazione è avvenuta nel settore del gaming per permette all’utente di avere la sensazione di trovarsi all’interno del gioco.

Viene però applicata anche durante l’addestramento dei militari, oppure, nell’ambito medico per simulare casi clinici particolari, senza tralasciare le simulazioni di volo per i piloti di linea.

Google ha lanciata un programma artistica denominato Tilt Brush che permette all’artista di dipingere su tutte e tre le dimensioni: attraverso un visore e un controller da impugnare per lavorare, i risultati sono davvero straordinari.

L’artista può creare opere d’arte in 3D, può poi muoversi nello spazio, girare intorno all’opera per migliorarne dettagli e particolari.

Con il visore un utente qualsiasi può poi entrare all’interno dell’opera d’arte e guardarla da ogni angolo, muoversi intorno e dentro di essa.

Costi della realtà virtuale

Per usufruire della realtà virtuale c’è bisogno di una potenza di calcolo molto importante, per cui è necessario avere a disposizione tutta l’attrezzatura idonea per beneficiare di tale tecnologia.

Oltre ai visori VR dedicati, occorre essere in un possesso di un computer in grado di elaborare tutto il processo grafico, per cui parliamo di modelli che abbiano un quantitativo di memoria RAM elevato, una scheda grafica di fascia alta e un processore potente.

Queste caratteristiche hardware appartengono a computer top di gamma, per cui i costi sono decisamente superiori rispetto a dei classici pc per uso domestico, in più è necessario aggiungere anche i costi dei visori, che non sono quasi mai contenuti.

Sul mercato sono disponibili dei visori economici acquistabili con qualche centinaio di euro ma non offrono le prestazioni di quelli di fascia alta che, possono raggiungere anche cifre a tre zeri.

Conclusioni

La realtà virtuale è una realtà parallela a quella reale, permette all’utente di immergersi in un modo tridimensionale in cui interagire attraverso movimenti e azioni.

Per muoversi nello spazio virtuale occorrono dei dispositivi realizzati appositamente per questa tecnologia, i più diffusi e utilizzati sono i visori VR.

La realtà virtuale trova applicazione in vari ambiti, il settore che attualmente più ne beneficia è quello del gaming, i giocatori vengono immersi a 360° all’interno del videogioco.

Per utilizzare questa tecnologia occorre avere dei dispositivi e un pc in grado di supportare ed elaborare il processo grafico della realtà virtuale.

Con l’arrivo della connessione 5G, la realtà virtuale potrà essere integrata in nuovi ambiti e offrire delle prestazioni nettamente superiori a quelle attuali, sono previste novità e potenziamenti nei prossimi anni.