Nel 2015 Google ha deciso di rivoluzionare la sua struttura aziendale per riorganizzare tutto in una nuova società madre: Alphabet. In questa guida andremo ad approfondire i motivi che hanno spinto Google a dare vita a questa vera e propria rivoluzione ma soprattutto andremo a scoprire che cos’è Alphabet.

Ad ottobre 2015, come detto, Google ha dato un vero e proprio scossone alla sua struttura aziendale dando vita ad una nuova società madre, la Alphabet con l’obiettivo di dare una mano a tutte le sue attività per riuscire ad operare con più efficienza e per consentire ad uno dei fondatori, Larry Page, di fare un passo indietro per potersi concentrare sul progetto nella sua interezza.

Ormai Alphabet è diventata un vero e proprio colosso che ingloba qualsiasi attività di Google, compresi i progetti pionieristici di Google X come le mongolfiere capaci di trasmettere il segnale per la connessione Internet in tutto il mondo e come le auto capaci di guidarsi da sole.

Che cos’è Alphabet?

Alphabet è un’azienda statunitense che è stata fondata come holding nel 2015 a cui fa capo Google LLC ed altre società controllate. Anche finanziariamente Alphabet ha l’organizzazione di un conglomerato, è cioè divisa in diversi settori, ognuno dei quali si occupa di affari differenti come: biotecnologie, investimenti finanziari, tecnologia, ricerca.

L’annuncio della nascita di questa nuova holding è stato dato dallo stesso Larry Page tramite un post sul blog aziendale il 10 agosto 2015. L’allora amministratore delegato di Google Inc. annunciò così la nascita di diverse società che sarebbero state poi controllate dall’azienda capofila, Alphabet appunto. Conseguentemente a questo annuncio anche Google Inc. seguì il processo di riorganizzazione diventando anch’essa una società controllata.

Che cos'è Alphabet

La sede di Alphabet si trova in California e fino a dicembre 2019 la holding è stata guidata dai due fondatori d Goolge, Larry Page e Sergey Brin, che hanno poi deciso di lasciare il timone nelle mani di Sundar Pichai. In seguito alla nascita di Alphabet le azioni nella borsa di New York di Google Inc. sono state convertite in azioni Alphabet anche se vengono scambiate ancora con i nomi di GOOG e GOOGL.

La nascita di Alphabet è dovuta principalmente al bisogno di rispondere all’esigenza di rendere le attività inerenti a Google più trasparenti, aumentando in questo modo l’affidabilità del marchio più conosciuto all’interno del gruppo. Inoltre con la fondazione di Alphabet è possibile per ogni società che opera nel gruppo, avere una maggiore autonomia, qualsiasi sia il settore in cui esse operano.

Alphabet: quali sono le società controllate?

Come detto Alphabet controlla numerose società che lavorano in diversi settori. Principalmente la holding è divisa in due principali unità: Google e Other Bets. Se tutti conoscono Google non si può dire lo stesso di Other Bets, che contiene un’unità di ricerca e sviluppo chiamata X che si occupa di progetti futuristici e dal grande impatto sull’umanità.

Alphabet società controllate

Google

Ovviamente l’azienda più importante all’interno di Alphabet è senza ombra di dubbio Google stessa. Il motore di ricerca per internet più utilizzato al mondo che oltre a catalogare e indicizzare le risorse del web si occupa di notizie, mappe, email, foto, newsgroup, traduzioni, shopping online, video e software. Google ospita inoltre tutti i prodotti tradizionali di Alphabet come ad esempio Chrome, Google Home, Google Play ed il nuovo telefono Pixel.

YouTube

Tutti conoscono il sito di hosting video, acquistato nel 2006 da Google e ora facente parte della galassia Alphabet. Si tratta del sito di condivisione video più utilizzato al mondo e tra i siti più visitati in senso assoluto sul web.

Android

Quando ci si chiede che cos’è Alphabet si parte con un vero e proprio elenco delle aziende controllate dalla holding, partendo da Google e passando poi ad Android, il celebre sistema operativo mobile di Google, utilizzata da miliardi di smartphone in tutto il mondo nelle sue varie versioni.

Google AdSense

Grazie a Google AdSense tutti gli editori possono guadagnare denaro dai propri contenuti online semplicemente inserendo annunci nelle proprie pagine web. Proprio dalle pubblicità arrivano la maggior parte dei guadagni di Google.

Divisione Access

La divisione Access di Alphabet contiene Google Fiber, lanciata nel 2012 a Kansas City ed esteso poi a 18 città. Questa azienda offre una connessione ad Internet ad alta velocità, servizio telefonico e televisivo a velocità davvero sorprendenti. Google Fiber viene pubblicizzato come alternative alle compagnie via cavo popolari in USA. Nonostante gli ottimi risultati tuttavia negli ultimi tempi Alphabet sembra aver ridimensionato Fiber, escludendo l’espansione verso nuovi mercato e causando anche la perdita di molti posti di lavoro. La causa scatenante sarebbe un diminuito interesse da parte dei fondatori verso l’azienda.

Sidewalk Labs

Sidewalk Labs è un’altra azienda controllata da Alphabet che ha l’obiettivo di ridisegnare le città, rendendo smart ogni singolo aspetto delle metropoli. Alla guida di Sidewalks Labs troviamo Dan Doctoroff, l’azienda ha invece la sua sede nella riqualificata zona di Hudson Yards a New York. Gli obiettivi di questa azienda sono molto ambiziosi, non si tratta infatti di aumentare semplicemente la mobilità nelle città o di riconvertire parte degli edifici. Sidewalks Labs ha l’ambizioso obiettivo di rendere smart contemporaneamente ogni singolo aspetto della città.

La società aveva iniziato a lavorare ad un ambizioso progetto per la realizzazione in Canada di un’area high-tech nella città di Toronto. Tuttavia a maggio 2020 la società ha annunciato di essersi ritirata dal progetto a causa dell’incertezza economica causata dalla pandemia di Coronavirus sul mercato immobiliare di Toronto. Oltre alle motivazioni ufficiali tuttavia c’è da dire che dal momento dell’annuncio del progetto nel 2017 sono state numerose le critiche legate alla gestione dei dati ed al rischio di una deriva autoritaria causata da una sorveglianza di massa.

Verily

Verily Life Sciences LLC è un’azienda controllata da Alphabet che concentra le sue attività sulla ricerca di assistenza sanitaria ed anche sulla prevenzione delle malattie. In origine era chiamata Google Life Sciences ed è stata una divisione di Google X fino al 10 agosto 2015, quando fu annunciata la nascita di Alphabet. Nel settembre 2014 la divisione Verily ha acquisito Lift Labs, creatrice di Liftware. Verily lavora a numerosi progetti davvero interessanti come ad esempio la creazione di lenti a contatto che consentano a persone diabetiche di controllare costantemente i propri livelli di glucosio (progetto in stand-by), un cucchiaio da utilizzare per le persone affette da tremori di varia natura, creare una piattaforma di nanoparticelle capaci di rivelare malattie, polsino per il tracciamento dei parametri vitali. Il progetto a cui lavora di più al momento Verily è l’eliminazione delle zanzare, molto importante soprattutto in zone dove è molto diffusa la malaria.

Calico

Secondo molti Calico è l’azienda più ambiziosa di Alphabet, tale primato gli è stato conferito anche per il roboante obiettivo aziendale lanciato nel 2013: curare la morte. Questa azienda infatti negli anni ha investito milioni su milioni per lo sviluppo di farmaci che possano aiutare l’umanità a prolungare la propria vita, cercando di combattere le malattie legate all’invecchiamento, come ad esempio il morbo di Alzheimer o il cancro. Progetti insomma molto ambiziosi, frutto della filantropia e della visione globale dei due fondatori di Google.

Google Capital

Meglio nota come CapitalG, Google Capital è un vero e proprio fondo di investimento azionario di crescita di proprietà di Alphbet. Ha una mission prettamente finanziaria e si concentra su startup in fase avanzata, tra i suoi investimenti più significativi troviamo: Thumbtack, Airbnb e Glassdoor. Dal 2013 CapitalG si è focalizza sulle società di tecnologia in fase di crescita investendo per profitto ma anche strategicamente per Google. CapitalG ha investito in numerose compagnie durante la sua attività, in campi molto differenti come: big data, tecnofinanza, sicurezza, e-learning e tanto altro. In precedenza era sotto il controllo di Google Inc ma è poi diventata una filiale di Alphabet.

GV

Se vi domandate quale sia il braccio venture capital di Alphabet la risposta non può che essere GV. L’azienda, precedentemente conosciuta come Google Ventures ha una gestione di 2,4 miliardi di dollari e negli anni ha investito in diverse società tra cui: Slack, Uber e Flatiron Health.

Jigsaw

Precedentemente nota come Google Ideas, Jigsaw è un vero e proprio incubatore aziendale creato da Google Inc. attualmente sotto il controllo di Alphabet. Jigsaw mette a disposizione si di enti governativi che di aziende e soggetti privati, tutti gli strumenti per ottenere dati strutturati dall’analisi dei flussi di rete. Grazie a questa azienda è possibile ottenere risultati come “La mappa mondiale degli attacchi informatici” e tanto altro. L’azienda è guidata da Jared Cohen e ha l’obiettivo, attraverso la tecnologia, di trovare un modo per affrontare i problemi geopolitici relativi alla rete come: censura online, molestie ed estremismo.

Waymo

Si tratta del progetto di auto a guida autonoma, iniziato come parte di Goolge X e poi trasformata in un’attività a se stante nel 2016. Lo scopo di Waymo è realizzare una tecnologia di guida autonoma. L’azienda sta rilasciando numerosi brevetti relativi alle tecniche della guida senza pilota come ad esempio il procedimento per il riconoscimento dei diversi mezzi di soccorso e la capacità di lasciare loro il passaggio sulla carreggiata.

Google DeepMind

Questo ramo di Alphabet si occupa di intelligenza artificiale sin dal 2014, anno in cui è stata acquisita per ben 500 milioni di dollari. DeepMind è alla base dell’aggiunta di qualsiasi tecnologia di intelligenza artificiale nei vari prodotti Google ed è in uno stato di ricerca molto avanzato. Basti pensare che l’intelligenza artificiale DeepMind è capace di insegnare a se stessa come giocare a giochi da tavolo contro esseri umani o giochi arcade al computer. Insieme a Amazon, Google, Facebook, IBM e Microsoft è tra i membri fondatori della Partnership of AI, un’organizzazione dedicata all’interfaccia società- intelligenza artificiale.

X

X è un laboratorio di ricerca e sviluppo che punta a realizzare progetti molto importanti e sbalorditivi. Viene soprannominato “La fabbrica dei viaggi sulla luna di Alphabet”. Alla sua guida c’è Astro Teller. Dai progetti vincenti di X sono nate altrettante aziende indipendenti come Project Loon che ha la missione di portare l’accesso al web a tutto il mondo attraverso mongolfiere a raggi infrarossi e Project Wing, un servizio di distribuzione di droni commerciali. Stesso discorso vale anche per Chronicle, un’azienda autonoma nata dalle costole di X che ha la mission di aiutare le aziende a fermare ed a prevenire gli attacchi informatici.

Titan Aerospace

Questa azienda è stata acquisita da Google nel 2014 e ribattezzata Project Titan e inserita all’interno di X. Projet Titan ha lo scopo di costruire droni alimentati ad energia solare che possano volare senza sosta per anni, trasmettendo così connessione internet a tutto il mondo. Il progetto è stato però chiuso nel 2016 e raggruppato in Project Wing.

Divisione Hardware

Nel 2016 è stata fondata la divisione hardware di Google, guidata dall’ex presidente di Motorola, Rick Osterloh. Questa divisione ha lavorato allo sviluppo dei nuovi Chromebook, al rinnovo di Google Home e allo sviluppo dei telefoni Pixel. Osterloh ha un ruolo molto importante in Alphabet poiché riporta il suo operato direttamente a Sundar Pichai.

ATAP

Si tratta di una divisione segreta di Google che lavora a progetti avveniristici come Jacquard che mira alla produzione di tessuti smart o come Soli, che punta ad utilizzare radar per il controllo dei gesti senza che sia necessario alcun contatto. Anche Spotlight Stories, capace di creare brevi filmati di realtà virtuale è frutto del lavoro di ATAP che a sua volta rientra nella divisione hardware.

Google Cloud

La piattaforma di cloud computing di Google prende il nome di Google Cloud e compete con Amazon Web Service e Microsoft Azure. Dal 2015 è stata gestita da Diane Greene, dimessasi poi nel 2019 per far posto a Thomas Kurian, ex dirigente Oracle. All’interno di Google Cloud troviamo G Suite che a sua volta include Hangout Meet, Mail, Plus, Calendar, Cloud Searc e Drive.

Eccoci quindi alla fine della nostra guida in cui crediamo di aver risposto in modo esauriente alla domanda: che cos’è Alphabet? Ovviamente non abbiamo potuto approfondire tutti i progetti a cui ognuna delle varie aziende che fanno parte della galassia Alphabet lavora ma siamo certi di avervi parlato degli obiettivi più importanti.