Oggi parleremo di Sundar Pichai, CEO di Google e Alphabet andando a scoprire quanto guadagna e quali sono i dettagli della sua incredibile carriera.

Chi è Sundar Pichai?

Sundar Pichai è il CEO di Alphabet, l’azienda che include Google e tutte le altre aziende correlate. Si tratta senza ombra di dubbio di uno degli uomini più potenti dell’intero pianeta da quando ha ereditato i pieni poteri direttamente dalle mani di Larry Page e Segey Bring, i due fondatori di Google che hanno deciso di ritirarsi a vita privata.

Sundar Pichai è nato il 12 luglio 1972 a Channai in India, dove ha trascorso i primi anni della sua vita. Dopo essersi laureato in ingegneria metallurgica all’università di Kharagpur ha continuato i suoi studi a Standford conseguendo un master in business administration alla Warthon School dell’Università della Pennsylvania.

Nel 2004 Pichai ha fatto il suo ingresso a Google, lo stesso anno in cui veniva lanciato il servizio di posta elettronica Gmail. Da qui comincia la sua scalata nella società facendosi notare sin da subito per l’implementazione della batta degli strumenti di Google. In pochi anni diventa il punto di riferimento alle spalle di numerosi progetti importanti tra cui: Google Maps, Chrome e tanto altro. Nel 2013 viene incaricato come supervisore di Android. Nel 2015 poi diviene CEO di Google Inc. prendendo il testimone direttamente dalle mani di Larry Page. Se volete approfondire, vi consigliamo di leggere questo articolo che vi svelerà chi ha fondato Google.

Chi è Sundar Pichai

Quanto guadagna Sundar Pichai?

Rivestire dei ruoli così importanti come quello di CEO di Google e Alphabet comporta la possibilità di ottenre guadagni considerevoli. Dal momento in cui Larry Page e Sergey Brin hanno deciso di compiere un passo indietro il suo stipendio è decisamente schizzato verso l’alto. Dal 2020 in poi infatti, Pichai percepirà uno stipendio addirittura di 2 milioni di dollari all’anno. Ma non è finita qui, oltre allo stipendio base sono previsti numerosi bonus che sono davvero estremamente ricchi.

I bonus generalmente sono elargiti in azioni al raggiungimento di determinati obiettivi finanziari e non solo. Facendo un calcolo basato sull’attuale valore delle azioni Alphabet, Pichai nei prossimi anni potrebbe guadagnare milioni e milioni di dollari, arrivando a percepire 240 milioni di dollari di azioni sotto condizione a una performance positiva del titolo aziendale.

Si tratta certamente di un cospiquo aumento rispetto allo stipendio, simbolico, che si era dato Larry Page ma anche rispetto allo stipendio che lo stesso Pichai percepiva quando è diventato CEO di Google nel 2015: appena 625.000 dollari l’anno. Anche se l’anno successivo, sulla base di quelle che sono state le performance dell’azienda, la sua dichiarazione dei redditi è volata verso l’alto grazie a 199 milioni di dollari di premio di produzione.

Il suo patrimonio personale è di tutto rispetto, basti pensare che prima della nomina a CEO di Alphabet ammontava a 600 milioni di dollari, derivanti dalle azioni ottenute nel 2013 da Google e acquisite interamente nel 2018. Si tratta di cifre davvero considerevoli se si tiene in considerazione che questo dato lo rende uno degli uomini più ricchi del mondo pur non avendo fondato l’azienda di cui è a capo.