Sicuramente tutti avranno sentito nominare lo stato di famiglia più volte nella propria vita. Ma esattamente, chi fa parte dello stato di famiglia? Andiamo scoprire la definizione di nucleo familiare e ad analizzare insieme le differenze che ci sono tra famiglia anagrafica e nucleo familiare Isee e vediamo come la composizione di quest’ultimo possa incidere sul reddito di cittadinanza.

Indice

Che cos’è il nucleo familiare

In sociologia il nucleo familiare è un’unità sociologica che vive nello stesso alloggio. Un nucleo familiare nel sentire comune è certamente una famiglia tradizionale ma anche una persona che vive per contro suo in un appartamento.

Chi fa parte dello stato di famiglia

Il nucleo familiare viene utilizzato come base di riferimento in macroeconomia per elaborare le statistiche negli studi sociologici. Per la legge italiana c’è una differenza tra famiglia anagrafica (definita nell’ articolo 4 del DPR 223/89), per la quale gli uffici anagrafici conferiscono lo stato di famiglia, e nucleo familiare ai fini Isee.

Ovviamente all’interno dello stesso nucleo familiare può esserci una o più fonti di reddito, in base a quanti dei componenti percepiscono uno stipendio, una pensione.

Differenze tra stato di famiglia e nucleo familiare

Lo stato di famiglia non è altro che un certificato rilasciato dal Comune, in cui sono presenti tutti i componenti della famiglia anagrafica che convivono sotto lo stesso tetto, quindi ad esempio una famiglia formata da madre, padre, due figli, cognato e nonna che convivono, come anche una persona single che vive da sola.

Il nucleo familiare è invece un concetto legato alla dichiarazione isee e non sempre coincide con la famiglia anagrafica. Nello stato di famiglia infatti tutti i componenti devono vivere sotto lo stesso tetto, nel nucleo familiare invece possono esserci genitori che vivono a Roma e figli che vivono a Verona ma ancora dipendenti dai genitori.

Chi fa parte dello stato di famiglia?

La famiglia anagrafica

La famiglia anagrafica è un gruppo di persone che convivono perché legate da matrimonio, vari gradi di parentela, semplice affinità. Per far parte dello stesso nucleo familiare basta convivere ed avere contemporaneamente un vincolo di natura familiare od affettiva.

Stato di famiglia e nucleo familiare

I comuni rilasciano il cosiddetto stato di famiglia, un certificato in cui compare l’elenco dei componenti facenti parte della famiglia anagrafica.  Ovviamente è possibile che nella stessa casa siano presenti due stati di famiglia, quando tra le persone conviventi non vi è alcun vincolo, come ad esempio accade tra semplici coinquilini.

Nucleo familiare Isee

Che cos’è la dichiarazione Isee? Si tratta di un semplice documento in cui sono indicati il reddito ed il patrimonio dei vari componenti della famiglia. La funzione dell’Isee è quella di stabilire la situazione economica del nucleo familiare analizzando il reddito ed il patrimonio dell’intero nucleo.

Ecco perché in alcuni casi può convenire o meno togliere uno o più componenti dal nucleo familiare. Chi fa parte dello stato di famiglia infatti contribuisce ad aumentare il reddito totale, se ad esempio un figlio di 18 anni cominciando a lavorare guadagna ogni mese uno stipendio questo andrà a sommarsi a quello percepito dai genitori.

Per questo motivo in alcuni casi il nucleo familiare Isee non coincide alla perfezione con il nucleo di famiglia anagrafica.

Normalmente, all’interno della dichiarazione Isee, il nucleo familiare viene considerato composto dal dichiarante, dai componenti della famiglia anagrafica e da tutti i soggetti che sono fisicamente a carico seppur non residenti nella stessa abitazione.

Nucleo familiare Isee

Ci sono numerose situazioni particolari come ad esempio il caso di genitori che convivono pur non essendo sposati e ai fini Isee si considerano come un unico nucleo familiare. In questo caso sarà necessario che il genitore che effettua la dichiarazione indichi il proprio convivente come “altra persona nel nucleo”.

Un altro caso possibile è quello formato da genitori non sposati che non convivono. Questi non fanno parte della stessa famiglia anagrafica e quindi il genitore che non convive dovrà essere inserito nello stesso nucleo Isee. Ci sono però alcune eccezioni: nel caso in cui risulti sposato con diversa persona, nel caso in cui abbia figli con diversa persona, se deve versare il mantenimento ai figli, se ha perso la potestà sui figli.

Questi erano soltanto alcuni dei numerosi esempi possibili di diversa composizione del nucleo familiare ai fini Isee. Se avete dei dubbi e dovete decidere la composizione più conveniente per il vostro stato di famiglia vi consigliamo di rivolgervi ai patronati presenti in tutti i comuni italiani che sapranno consigliarvi e fornirvi tutte le indicazioni.

Nucleo familiare e reddito di cittadinanza

Ora che il reddito di cittadinanza riveste per molte persone una grande importanza è importante sapere che la composizione del nucleo familiare è la stessa che ha validità ai fini Isee.

Nucleo familiare e reddito di cittadinanza

Il decreto che ha introdotto il reddito di cittadinanza ha infatti modificato le regole relative alla composizione del nucleo familiare. Chi fa parte dello stato di famiglia? Con l’entrata in vigore del decreto del 29 gennaio 2019,ai fini del reddito di cittadinanza i coniugi faranno parte dello stesso nucleo familiare anche se divorziati o separati, purché ancora conviventi.

I figli maggiorenni che non vivono con i genitori saranno inclusi nel nucleo familiare soltanto fino ad un’età inferiore ai 26 anni, se non coniugati e senza prole a carico. Eccoci dunque al termine della nostra guida con cui abbiamo spiegato chi fa parte dello stato di famiglia in base alle varie normative contemplate dalla legge italiana.