Il traffico aereo è in continua crescita da decenni in tutto il mondo, con un aumento costante delle persone si avvalgono di questo sistema di trasporto. Tuttavia, sebbene molti viaggiatori siano frequentatori abituali di terminal e strutture aeroportuali, alcune persone devono volare per la prima volta oppure lo fanno saltuariamente, riscontrando non poche difficoltà nel muoversi all’interno degli scali. Ecco perciò alcuni consigli utili su come orientarsi in aeroporto, forniti dal sito web Tuttoaeroporto.it.

Come ci si muove in aeroporto

Muoversi in aeroporto non è sempre facile, specialmente quando si vola per la prima volta oppure ci si trova presso hub internazionali, strutture complesse di grandi dimensioni. Per semplificarsi la vita, trovando luoghi e servizi velocemente, è fondamentale seguire la segnaletica aeroportuale, studiata per aiutare i passeggeri a orientarsi in aeroporto anche se non parlano la lingua, oppure se sono affetti da problemi auditivi o visuali.

Consigli su come orientarsi in aeroporto

Il primo mezzo utile sono i display informativi, dove vengono mostrati i voli in partenza e in arrivo, gli orari previsti e quelli confermati, i gate d’imbarco e le destinazioni. Altrettanto utili sono i banchi d’assistenza, dai quali gli addetti offrono supporto e informazioni ai passeggeri, aiutandoli in caso di difficoltà. Ugualmente cartelli e segnali offrono un supporto indispensabile, per trovare rapidamente servizi e ambienti specifici all’interno del terminal.

Come passare i controlli di sicurezza

Una delle procedure più seccanti in aeroporto è il passaggio attraverso i controlli di sicurezza, un’operazione che richiede spesso molto tempo, a seconda della severità delle ispezioni. Per questo motivo bisogna sempre arrivare in anticipo nell’aerostazione, soprattutto se si viaggia in periodi dell’anno festivi o particolarmente affollati, oppure se ci si trova in paesi che prevedono controlli approfonditi per le norme antiterrorismo.

Una volta arrivati al varco, inserendo la carta d’imbarco negli appositi lettori automatici, vanno sistemati i bagagli a mano e gli oggetti personali negli appositi contenitori, ricordandosi di svuotare completamente le tasche. Tra gli indumenti bisogna togliere tutto ciò che è superfluo, come cappotti, sciarpe, cappelli e cinte, mentre il computer portatile va estratto dal bagaglio e sistemato in un contenitore da solo.

Qualora l’addetto dovesse riscontrare un problema, ad esempio a causa di un oggetto metallico o di tracce biologiche, potrebbe essere necessaria un’ispezione manuale. Si tratta quasi sempre di un controllo di routine, che richiede al massimo qualche minuto, perciò non bisogna mostrarsi nervosi altrimenti si rischia di essere sottoposti a una verifica più dettagliata. In questo caso l’operatore potrebbe attivare un’ispezione completa, effettuata in apposite salette private, facendo perdere tantissimo tempo prezioso.

Come trovare il gate in aeroporto

Sicuramente una persona abituata a viaggiare troverà questo argomento noioso, tuttavia nel mondo esistono milioni di persone che volano in aereo per la prima volta, oppure che si recano in aeroporto saltuariamente, riscontrando ogni volta non poche difficoltà a orientarsi. Uno dei problemi più comuni riguarda l’individuazione del gate, ovvero la porta d’imbarco dalla quale procedere per salire a bordo dell’aeromobile.

Come trovare il gate in aeroporto

I gate si trovano sempre dopo i controlli di sicurezza, quindi vi si accede soltanto in seguito al check in, effettuato presso i banchi della propria compagnia aerea, e il passaggio ai varchi di ispezione del passaporto e dei visti. Per trovare il gate in aeroporto basta controllare i tabelloni digitali, di solito suddivisi tra quelli che presentano le porte d’imbarco per le partenze e quelli invece per i voli in arrivo.

Di solito il gate viene annunciato circa 2 ore prima del volo, per quanto riguarda le tratte internazionali, mentre per i voli nazionali a corto raggio può essere esposto anche 30-40 minuti prima dell’imbarco. Un volta conosciuto il codice del gate, composto da una lettera maiuscola e un numero identificativo, bisogna avvicinarsi all’imbarco, poiché potrebbe essere necessario percorrere un lungo tratto prima di arrivare a destinazione.

Cosa fare in aeroporto per passare il tempo

Oggigiorno le attività proposte dagli scali aeroportuali sono numerose, infatti è possibile trovare praticamente ogni servizio disponibile in città. Ad esempio si può fare shopping o dare semplicemente un’occhiata alle vetrine dei negozi, mangiare qualcosa o bere un drink prima della partenza, lavorare con il pc oppure fermarsi nei punti attrezzati per giocare un po’ con il proprio bambino.

Ovviamente è possibile fare anche cose più tradizionali, come riposarsi in attesa della chiamata del volo o leggere un buon libro, tuttavia una delle attività più comuni è l’utilizzo di dispositivi elettronici, come lo smartphone e il tablet, usufruendo della connessione Wi-Fi gratuita per assistere a serie TV, film e altri video per passare il tempo. In questo caso è importante prestare attenzione agli schermi informativi, per controllare eventuali segnalazioni come il cambio del gate o l’annuncio di un ritardo del volo.

Chiudi il menu

Condividi con un amico