Tutti utilizziamo ogni giorno le chiavette usb per immagazzinare e conservare i dati più importanti in nostro possesso. Tuttavia capita non di rado che questi oggetti comincino a dare qualche problema e per ovviarvi sia necessario formattarli. In questa guida andremo a scoprire se formattare la chiavetta usb è davvero indispensabile e come farlo.

Formattare la chiavetta usb: è davvero indispensabile?

Per l’utilizzo delle chiavette usb uno degli aspetti più importanti è senza ombra di dubbio avere una corretta formattazione del supporto scelto. Capita di sovente infatti che le vecchie chiavette usb comincino a funzionare male o addirittura può capitare che una pendrive magari anche nuova e con molto spazio di archiviazione, non riesca ad immagazzinare un grosso file che invece dovrebbe andarci tranquillamente.

Quando una chiavetta usb smette di funzionare uno dei messaggi più comuni che compaiono sul vostro computer è il seguente: “è necessario formattare il disco nell’unità per poterlo utilizzare”. Questo messaggio appare quando Windows ad esempio non riconosce una partizione dell’unità inserita e chiede la formattazione per crearne una, oppure perché alla base c’è un problema di tipo hardware.

Formattare la chiavetta USB è necessario

Per rispondere alla nostra domanda basta analizzare con attenzione le prestazioni della propria pendrive, se la chiavetta infatti comincerà a presentare problemi durante il suo utilizzo oppure se dovesse comparire il fatidico messaggio: “è necessario formattare il disco nell’unità per poterlo utilizzare”, allora sarà il caso di pensare seriamente all’eventualità di formattare la vostra chiavetta usb. Andiamo a vedere insieme come fare.

Come formattare la chiavetta usb su Windows

Se siete in possesso di un computer Windows ed intendete formattare la chiavetta dovrete semplicemente accedere alle proprietà della stessa. Bisognerà accedere ad “Esplora risorse” o “Esplora file” in base alla versione di Windows che state utilizzando, cliccando sull’icona che raffigura una cartella gialla sulla barra delle applicazioni e selezionare la voce “Computer” o “Questo PC”, sempre in base alla versione di Windows in vostro uso.

A questo punto bisognerà individuare nella barra laterale a sinistra della finestra che si aprirà la chiavetta che bisognerà formattare. A questo punto, cliccando con il tasto destro del mouse sull’icona dell’unità bisognerà selezionare la voce “Formatta”.

Scegli il file system giusto

Nella finestra che si aprirà bisognerà selezionare il file system tra: FAT32, exFAT e NTFS, selezionando la vostra scelta nel menù a tendina. Scegliere il file system giusto è importante poiché dipende dal tipo di file che si intendono archiviare sulla chiavetta e dai dispositivi in cui si intende utilizzarla. L’impostazione predefinita è FAT32 e consente di creare unità compatibili con tutti i dispositivi. NTFS permette di archiviare i file più grandi di 4GB mentre exFAT anche i file più grandi di 4GB, questo formato è supportato da quasi tutti i device.

Dopo aver scelto il file system bisognerà digitare il nome da assegnare nel campo “Etichetta di volume” e scegliere poi la tipologia di formattazione (togliendo o mettendo la spunta a “Formattazione veloce”). Ovviamente nel caso in cui si scelga di deselezionare la voce “Formattazione veloce” sarà necessario più tempo per completare l’operazione.

Dopo aver regolato tutte le impostazioni basterà cliccare sul pulsante “Avvia” e attendere che la procedura venga avviata e portata a termine senza interruzioni.

Come formattare la chiavetta usb su Mac OS X

Se invece avete a vostra disposizione un Mac, per formattare la chiavetta usb dovrete inserire il dispositivo nel computer e avviare “Utility Disco” un’app disponibile di serie su OS X con cui è possibile gestire con facilità gli hard disk, le pendrive e tutti i supporti esterni.

Dopo aver inserito la chiavetta in una delle porte del proprio Mac bisognerà cliccare su “Vai” e poi su “Utility” facendo doppio click sul nome dell’applicazione. Nella finestra bisognerà quindi selezionare il nome della chiavetta usb e cliccare sul pulsante “Inizializza” che si trova in alto.

Anche in questo caso bisognerà scegliere il file system che bisogna utilizzare per formattare la chiavetta dal menu a tendina “Formato”. Il formato “MS-DOS (FAT)” è quello che di solito viene utilizzato da tutti gli utenti poiché ha un’alta compatibilità con Windows ed altri dispositivi come TV, lettori multimediali ecc. Se invece si intende utilizzare la chiavetta soltanto su dispositivi iOS sarà possibile selezionare una delle opzioni OS X esteso.

A questo punto bisognerà assegnare un nome alla chiavetta inserendolo nel campo “Nome” e poi cliccare su “Inizializza” per dare il via alla formattazione vera e propria. Ad operazione terminata basterà cliccare sul pulsante “Fine” e rimuovere la chiavetta per ricominciare ad utilizzarla.

  • Post author:
  • Post category:Hardware
  • Post last modified:24 Maggio 2020
  • Reading time:4 min(s) read