Il settore digitale si evolve continuamente. Ogni anno internet cambia e chi lavora online, per esempio curando un sito web di nicchia come può essere quella tecnologica, deve aggiornarsi per restare al passo con i tempi.

Esistono però alcune regole che nessun web master o blogger può ignorare e sono quelle della SEO.

È l’acronimo inglese di Search Engine Optimization e indica quell’attività che una persona deve svolgere per rendere visibile il proprio sito all’interno dei motori di ricerca, in primis Google.

L’importanza della SEO per un sito di tecnologia

Sono tante le regole da rispettare e per questo motivo sempre più blogger decidono di rivolgersi a un consulente SEO per ottimizzare il proprio lavoro e raggiungere gli obiettivi.  Spesso conosciuto come SEO specialist, questa figura aiuta il proprio cliente a posizionarsi bene tra i contenuti gratuiti (detti organici) di Google.

Un consulente SEO in pratica lavora sia sulla struttura e i contenuti del sito, sia su tutti quegli aspetti esterni al sito stesso che influenzano il posizionamento. Si parla quindi di SEO On-Page e di SEO Off-Page. La SEO On-Page interessa l’ottimizzazione della struttura del sito, dell’ottimizzazione dei vari testi secondo a delle keyword principali e correlate. Quando si parla di keyword occorre uno studio davvero approfondito, specialmente se entriamo in ambiti molto competitivi come quello tecnologico. Un buon SEO infatti non può trascurare le long tail, cioè le chiavi a coda lunga, quelle keyword di almeno 4 parole che gli utenti usano per trovare un argomento ben preciso. Individuandole e creandoci sopra degli articoli utili si può ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca. Le attività di un consulente SEO all’interno di un sito in realtà non si limitano a queste cose ma sono senza dubbio le due principali.

C’è poi la SEO off-page rivolta invece alle attività esterne al sito web ma che hanno lo scopo di far posizionare meglio quest’ultimo. Una delle principali attività svolte da un SEO specialist fuori dalla pagina è quella del guest posting. Come funziona? Il consulente cerca un sito affine a quello del cliente, meglio se autorevole, e chiede la pubblicazione di un guest post con il link all’interno. La cosa importante comunque è non calcare troppo la mano su questa pratica, il rischio altrimenti è di cadere in penalizzazioni.

Questa pratica è di aiuto per un sito web perché garantisce dei link in entrata, un dato che per Google è molto importante perché determina l’autorevolezza del sito che lo ha ricevuto. Il motore di ricerca sta affinando i propri algoritmi per capire quando tali link siano naturali e quando artificiali, premiando i primi e penalizzando i secondi.

L’esperto SEO non si limita a questo ma viene interpellato per esempio quando occorre venire a capo di una penalizzazione oppure contrastare un attacco di negative SEO. Sono tutti aspetti questi che non devono essere sottovalutati quando si sceglie di fare sul serio con un blog e si intende guadagnare e lavorare con questo strumento.

  • Post author:
  • Post category:Business
  • Post comments:0 Commenti
  • Post last modified:20 Marzo 2020
  • Reading time:3 min(s) read