Per scegliere il miglior power bank solare ci sono diverse considerazioni da fare e vari aspetti da valutare, iniziamo col dire che questi piccoli dispositivi sono utili per ricaricare tablet e smartphone quando restano a secco di energia e ci si trova in posti dove non è presente una presa elettrica.

Si tratta di power bank che consentono di effettuare ricariche veloci, in più hanno un vantaggio, essendo dotati di pannelli solari, si ricaricano al sole, per cui possono essere adoperati nei viaggi più avventurosi in mezzo alla natura.

Il powerbank solare è in grado di garantire autonomia per alcuni giorni, ovviamente dipende dalla capacità del device e dalla quantità di raggi solari che riesce ad immagazzinare per ricaricarsi.

Indice:

Capienza della batteria

Un primo aspetto da tenere in considerazione per acquistare un power bank solare è la capacità della batteria, bisogna individuare la capacità adatta per ricaricare il proprio dispositivo, per esempio, se il tablet ne avesse una da 2500mAh, servirebbe un powerbank con una potenza maggiore.

Il ragionamento è comunque più ampio, un power bank non darà mai il 100% della carica, ma ne darà una compresa tra il 65%, nel caso non sia di qualità inferiore, e dell’80% nel caso sia quella di qualità migliore.

capacità del power bank

Perché accade? La tensione, i volt interni della batteria, sono inferiori rispetto ai 5V che vengono richiesti dallo standard USB, per cui una parte della carica viene persa per svolgere il compito di innalzare la tensione.

Semplificando il discorso e facendo qualche esempio pratico, una batteria da 10.000mAh offre in media tra i 7000mAh e i 7500mAh di carica, una da 3000mAh mette a disposizione tra i 2100mAH e i 2250mAh.

Come funziona la ricarica solare?

Il funzionamento di un power bank solare è molto semplice, dei piccoli pannelli fotovoltaici sono posti sulla superficie del dispositivo, l’energia del sole, viene catturata attraverso i raggi e trasformata in energia elettrochimica.

Questo fenomeno è chiamato “effetto fotovoltaico”, permette agli elettroni presenti sulla banda del semiconduttore collocato sul pannello, solitamente realizzato in silicio, di passare alla banda di conduzione.

come funziona la ricarica solare

Il processo avviene grazie all’assorbimento di un fotone che cade con una certa energia sulla superficie del semiconduttore, poi i piccoli moduli fotovoltaici producono l’energia, attraverso i conduttori, che ricaricano la batteria agli ioni di litio che è presente nel powerbank.

Facilità d’uso

Un power bank solare è un dispositivo molto semplice da utilizzare, come abbiamo visto, basta esporlo ai diretti raggi solari per ricaricarlo, dopo di che, basta utilizzare un cavo per collegarlo al device da ricaricare.

La facilità di utilizzo è fondamentale, devono essere presenti in modo nativo delle porte USB senza essere costretti a utilizzare degli adattatori; di seguito vediamo quali sono le porte USB più utilizzate e presenti sui dispositivi da ricaricare.

  • USB Type A: si tratta di porte USB standard che vengono usati per ricaricare quei dispositivi che hanno attacchi USB, microUSB e Lightning, per cui sono presenti sulla maggior parte di smartphone e tablet, ma non permettono di ricaricare i pc portatili.
  • USB Type C: sono porte USB compatte e reversibili presenti su alcuni modelli di smartphone, tablet, notebook, console recenti, come i MacBook e la Switch di Nintendo, per fare due esempi.
  • Lightning: è una porta usata da tutti i dispositivi Apple come iPhone e iPad, non serve per ricaricare i dispositivi, per cui basta una comune porta USB type A, ma è utile per ricaricare il powerbank stesso, evitando di usare un cavo USB/MicroUSB.

Peso e dimensioni

I power bank sono caricabatterie portatili che hanno lo scopo di permettere la ricarica di smartphone, tablet e altri dispositivi in qualunque posto ci si trovi, senza presa elettrica, per cui vanno trasportati da un posto all’altro.

Per questo motivo è importantissimo valutare il peso e le dimensioni che il power bank deve avere, se questo deve essere trasportato in tasca insieme al telefono, è consigliabile sceglierne uno più sottile e leggero, mentre se si ha la possibilità di usare uno zaino o una borsa, si può scegliere un caricabatteria un po’ più grande.

Ovviamente, più grandi sono le dimensioni del caricabatterie solare e più sarà grande la capienza e la potenza della batteria, offrendo una ricarica decisamente più lunga e duratura.

Inoltre, tra le altre caratteristiche da valutare per acquistare un caricabatterie solare sono la possibilità di avere la funzione di ricarica rapida, che permette, in condizioni estreme, di ricevere molta energia in pochi minuti, portando la percentuale della batteria del dispositivo collegato velocemente in alto.

Di seguito andremo a scoprire quali sono i migliori power bank solare per smartphone e tablet in commercio, sono stati scelti tenendo conto delle specifiche tecniche di cui abbiamo parlato in questa guida, ma anche di altri aspetti, in particolare dell’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Aukey PB-P8

Aukey PB-P8 è un power bank solare abbastanza compatto, dotato della tecnologia AiPower che adatta la velocità di ricarica al dispositivo collegato fino a una velocità a 3,4A in totale, per ricaricare contemporaneamente due dispositivi, il primo output è di 5V/1A e il secondo output è di 5V/2,4A.

Progettato con pannelli solari di SunPower, la conversione solare raggiunge un’efficienza tra il 21,5% e il 23,5% mentre quella della maggior parte dei powerbank sul mercato è del solo 15%.

power bank aukey pB-p8

Design molto raffinato, comprende un circuito con protezione da sovraccarico e cortocircuito, la batteria di litio ad alta capacità è da 12000mAh.

  • Capacità 12.000 mAh
  • Porte USB: 2
  • Porte di ricarica: 1
  • Peso: 275 grammi

OLEBR Q90

OLEBR Q90 è uno dei migliori power bank solare in circolazione, dotato di una batteria di 24000mAh, è l’ideale per essere usato in condizioni estreme, riesce a ricaricare l’iPhone 6 circa otto volte, il Samsung S6 circa sei volte e l’iPadAir circa 2 volte con ricarica completa.

Sono presenti tre porte di ricarica che offrono 2A ad alta velocità di ricarica, permettendo di ricaricare simultaneamente fino a tre dispositivi.

power bank OLEBR Q90

Dotato di due luci led, è perfetto da utilizzare in condizioni di poca luce o al buio, magari durante un campeggio o se si deve fare qualcosa nel buio; i materiali di costruzione sono di ottima qualità e non permettono il sovraccarico di corrente o il corto circuito, inoltre è dotato di auto-stop intelligente, la ricarica si ferma da sola quando il dispositivo è completamente carico.

  • Capacità 24.000 mAh
  • Porte USB: 3
  • Porte di ricarica: 3
  • Peso: 431 grammi

X-DNENG DN25-2G

X-DNENG DN25-2G utilizza una tecnologia a pannelli solari molto avanzata, ha un’efficienza di conversione molto elevate, tra il 21% e il 25%.

Realizzato con materiali impermeabili, antipolvere e resistente agli urti, il peso e le dimensioni sono ideali per chi deve trasportarlo in situazioni estreme, come durante l’escursionismo, un’arrampicata sulle rocce o in viaggio.

X-DNENG DN25-2G

La batteria ha una capacità di 15000mAh, riesce a caricare l’iPhone 6 S due volte interamente e un Galaxy S7, circa due volte e mezzo; dotato anche di luce luminosa grazie alla presenza di tre luci LED.

Infine, è dotato di un certificato che protegge i circuiti e impedisce corto circuiti, surriscaldamento, scarico tensivo e sovraccarico.

  • Capacità 15.000 mAh
  • Porte USB: 2
  • Porte di ricarica: 2
  • Peso: 340 grammi

RAVPower RP-PB003

RAVPower RP-PB003 è un buon power bank solare, dal design accattivante, un dispositivo leggero e compatto che si ricarica grazie ai pannelli solari integrati sulla facciata, ma può essere ricaricato anche direttamente dalla porta DC da 5V/2A.

La batteria è di 15000mAh, le due porte iSmart ad 2.1A permettono di ricaricare più dispositivi per volta, dando uno sguardo alle prestazioni si riesce a ricaricare un iPhone 7 circa 4 volte, un iPhone 7 Plus circa 3 volte.

RAVPower RP-PB003

Dotato anche di una luce led integrata, premendo il tasto per l’accensione per tre secondi si attiverà la luce; dotato anche di protezione contro urti e polvere.

  • Capacità 15.000 mAh
  • Porte USB: 2
  • Porte di ricarica: 2
  • Peso: 481 grammi

RAVPower RP-PC005

RAVPower RP-PC005 è un power bank solare dotato di pannelli Sunpower da 24W che forniscono un’efficacia di ricarica che va dal 21,5% al 23,5%, dal design accattivante e dalle dimensioni contenute, davvero facile da trasportare.

Dotato di tre porte USB caratterizzate dalla tecnologia iSmart che riconosce il dispositivo collegato e gli fornisce la ricarica di corrente ottimale, fino a 2,4A per singola porta USB.

RAVPower RP-PC005

È stato realizzato in una fibra di nylon molto resistente ed impermeabile, dotato di 4 ganci per cambiarne la posizione e avere sempre la fonte di luce ideale, inoltre, il dispositivo ha due cavi di ricarica micro-USB incorporati.

  • Capacità 26800 mAh
  • Porte USB: 3
  • Porte di ricarica: 3
  • Peso:  748 grammi

Classifica dei power bank solari più venduti su Amazon