Il gonfiore addominale è  tra i più comuni disturbi digestivi che i medici apprendono dai pazienti. Questa condizione infatti li disturba non poco sia sotto l’aspetto estetico che di salute generale. Molte persone in concomitanza lamentano anche bruciore di stomaco,  stitichezza e dolore addominale.

Il gonfiore allo stomaco può persistere per ore dopo un pasto. Allergie alimentari, reflusso acido, intolleranza al lattosio e altri disturbi digestivi potrebbero essere i colpevoli.

Per  sbarazzarsi del gonfiore addominale  ci sono alcuni ottimi rimedi come ad esempio un cambiamento di stile di vita e alimentare e l’assunzione di alcune sostanze benefiche che non sono soltanto farmaci da banco.

Qual è la causa del gonfiore addominale?

I termini gonfiore e distensione addominale sono spesso usati in modo intercambiabile. Tecnicamente, il gonfiore è una temporanea sensazione di pienezza, solitamente dovuta al gas intestinale mentre la distensione addominale si riferisce ad un aumento visibile e misurabile delle dimensioni dello stomaco.

Il passaggio del gas, l’eruttazione o il movimento intestinale possono in qualche modo  fornire un certo sollievo. Per scoprirne le cause è tuttavia necessario affidarsi ad un  medico o dietologo in modo che possa stilare una diagnosi ben precisa e prendere le iniziative del caso.

Qual è la causa del gonfiore addominale

Alcuni cibi hanno maggiori probabilità di causare gonfiore, mentre altri alimenti aiutano a prevenirlo. I carboidrati sono i  più propensi a causare disturbi addominali. Poiché nella maggior parte dei casi contengono  oligosaccaridi altamente fermentabili, disaccaridi, polioli e  monosaccaridi.

Fondamentalmente, i cibi fermentabili sono facilmente suddivisi dai batteri nell’intestino, portando alla produzione di gas. I saccaridi ad esempio si riferiscono a determinati tipi di zuccheri e fibre. In riferimento a queste ultime quelle  solubili prodotte da cereali trasformati e snack possono aumentare il gonfiore.

Sebbene una fibra solubile chiamata inulina sia considerata salutare, si è anche scoperto che aumenta il gonfiore e il gas. Cipolle, aglio, grano, banane e alcuni altri frutti e verdure contengono la suddetta inulina.

Tuttavia, la fibra insolubile, che non assorbe acqua, può aiutare ad alleviare il gonfiore. Crusca, semi e pelli di frutta e verdura sono le prime fonti di fibra insolubile, che accelerano il viaggio delle feci attraverso l’intestino e limitano la produzione di gas.

Infine parliamo del lattosio che  è una forma di zucchero presente nei latticini, come latte vaccino, yogurt, formaggi a pasta molle, panna, gelato, burro, crema pasticcera e budino.

Alcune persone sono intolleranti al lattosio, il che significa che i loro sistemi digestivi lottano per abbatterlo  i in modo efficiente, e questo può portare non solo al gonfiore, ma ad altri problemi digestivi come crampi e diarrea.

Formaggi a basso tenore di lattosio come il cheddar e il latte di mandorla o di riso possono essere delle buone alternative non gonfiabili.

Come sbarazzarsi del  gonfiore?

Per lenire le sofferenze fisiche e mentali causate dal gonfiore addominale e rivalutare il proprio aspetto estetico,  c’è molto da fare, attenendosi ad esempio ad alcune linee guida ben precise.

Per iniziare va detto che è un’ottima idea stilare un diario alimentare in modo da poterne individuare  i fattori scatenanti Questo promemoria aiuta  a capire quali inneschi specifici del cibo causano gonfiore.

Come sbarazzarsi del  gonfiore

Ogni dettaglio in tal caso è importante, come vitamine, assunzione di alcol e acqua, condimenti per insalate e persino spuntini di mezzogiorno. Queste informazioni aiuteranno il medico o il dietologo a identificare la causa del gonfiore in modo da poter stilare  un piano per combatterlo.

Apportare alcuni cambiamenti nello stile di vita eliminando ad esempio  la gomma da masticare e mangiare più lentamente, è una prima  operazione da fare, e lo stesso discorso riguarda la masticazione dei cibi.

Se infatti  si tende a inghiottire ogni pasto, questo può anche introdurre aria in eccesso nel sistema digestivo. Smettere di fumare e bere alcolici più moderatamente dovrebbe anche aiutare a lenire le sofferenze di questa comune patologia addominale.

Infine se si è intolleranti ad alcuni farmaci o non si intende farne uso, è importante sapere che ci sono numerosi integratori alimentari naturali che possono ritornare utili in presenza di gonfiore addominale e senza alcun rischio di incorrere in particolari  controindicazioni o in condizioni di ipersensibilità verso alcuni eccipienti contenuti nei suddetti farmaci da banco.