Chiunque abbia compilato almeno una volta nella sua vita un bonifico bancario avrà certamente notato i riferimenti al codice BIC e codice SWIFT. Molti non sanno a cosa servono questi due codici o se siano la stessa cosa. In questa guida andremo ad approfondire la tematica per chiarire il concetto.

Codice BIC e SWIFT, sono la stessa cosa?

Quando ci si ritrova a predisporre o a dover ricevere un bonifico internazionale è possibile che sia richiesto di inserire il codice BIC o SWIFT, questi due codici sono la stessa cosa? A cosa servono?

Codice BIC e SWIFT sono la stessa cosa

Per prima cosa vi diciamo sin da subito che codice Bic e codice SWIFT sono utilizzati spesso come sinonimi anche se in realtà i due acronimi hanno una precisa differenza. Il BIC infatti non è altro che un tipo di codice SWIFT acronimo che sta per Worldwide Interbank Financial Telecommunication. Si tratta di una tipologia di codice utilizzato per le telecomunicazioni finanziarie tra le banche. Vi consigliamo di leggere questa guida per approfondire quali dati servono per fare un bonifico.

Anche se il codice BIC e SWIFT sono generalmente considerati ambivalenti in alcuni casi non è così. Esistono infatti dei codici BIC che non sono considerati dei codici SWIFT e infatti prendono il nome di Non-Swift- BIC.

Quando si desidera realizzare un bonifico nazionale o internazionale è necessario conoscere in modo preciso le coordinate precise del beneficiario. Tutti per i bonifici nazionali sono abituati ad utilizzare esclusivamente il codice IBAN ma per i bonifici internazionali e per quelli fatti con una moneta diversa dall’euro è necessario utilizzare il codice SWIFT o BIC.

Codice BIC

Per i paesi che hanno deciso di non aderire all’IBAN è necessario infatti indicare le coordinate complete fornite dal beneficiario insieme al codice BIC della banca. Il BIC è un codice che viene utilizzato nei pagamenti internazionali ed è disponibile per quasi tutte le banche del mondo ed è formato da 8 ad 11 caratteri alfanumerici.

Nel caso in cui i caratteri siano undici allora i primi quattro serviranno per identificare la banca, i due caratteri successivi la nazione, gli altri due la città in cui si trova la banca e gli ultimi tre (opzionali) la filiale della banca.

Nel caso in cui sia invece formato da otto caratteri significa che semplicemente il bonifico è indirizzato alla sede centrale della banca. La differenza tra IBAN e BIC (SWIFT) è quindi che il primo è l’indirizzo del conto corrente del beneficiario mentre il secondo è l’indirizzo dell’istituto di credito per i trasferimenti esteri.

Nei trasferimenti verso l’estero il codice BIC può essere inserito per dare maggiore sicurezza insieme al codice IBAN.

  • Post author:
  • Post category:Business
  • Post last modified:7 Luglio 2020
  • Reading time:3 min(s) read