State pensando di cambiare portatile e di fare un acquisto diverso dal solito, volete abbandonare Windows per provare uno dei tanti prodotti proposti da Apple, ma non avete idea di come muovervi e cosa scegliere, in questa guida all’acquisto vi daremo le informazioni necessarie per decidere quale Macbook comprare.

I modelli di Macbook in commercio sono molti e tutti disponibili con configurazioni diverse, per questo motivo, prima di procedere all’acquisto, bisogna farsi un’idea generale dell’offerta Apple, valutare alcuni aspetti tecnici e capire qual è il modello che più risponde alle vostre esigenze.

Dimensione e risoluzione del Display

I notebook Apple sono equipaggiati con display con diagonale da 12 e 15 pollici, la scelta dello schermo dipende dal tipo di utilizzo che se ne deve fare, uno schermo più ampio rende migliore la fruizione dei contenuti multimediali, ma diminuisce la portabilità del computer.

Nel complesso, i MacBook sono tutti estremamente sottili e leggeri, quindi anche acquistato uno schermo ampio, non si rinuncia del tutto alla comodità di trasportarlo da una parte all’altra.

quale macbook comprare

Per la qualità, ci dobbiamo concentrare sulla risoluzione del display, che si misura in pixel, gli schermi migliori sono quelli che Apple definisce Retina e hanno risoluzioni fino a 2880×1800 pixel e un’elevata densità di pixel, quest’ultima influisce sulla “nitidezza” dei contenuti visualizzati sullo schermo e si misura in PPI, ovvero il numero di pixel per pollici.

Bisogna tenere in considerazione anche la luminosità e la gamma di colori supportata, i MacBook più avanzati supportano la gamma cromatica P3, che assicura colori più fedeli alla realtà.

Processore (CPU)

Il processore è il cervello del computer, esegui i calcoli per portare a termine varie operazioni, la sua potenza è data dal numero di core da cui è composto e dalla frequenza operativa di questi, che si misura in GHz.

I processori nei MacBook sono tutti Intel, nei MacBook Pro e nei MacBook Air ci sono i processori Core i5 e i7 che sono destinati, ai computer di fascia media e alta; nei MacBook da 12 pollici, sono presenti i processori M che sono meno potenti degli Intel Core ma assicurano meno consumi.

Entrambe le tipologie di processore sono disponibili nelle varianti di sesta generazione (Skylake) e settima generazione (Kaby Lake).

Scheda grafica integrata o dedicata

La scheda grafica può essere integrata o dedicata e può utilizzare la RAM del computer o avere una RAM esterna propria, i notebook con scheda dedicata assicurano prestazioni migliori, per cui è la scelta ideale per chi utilizza software di video editing, applicazioni multimediali e gaming.

scheda grafica del macbook

Gli unici MacBook con scheda grafica dedicata sono i MacBook Pro 15 che hanno delle schede AMD Radeon abbinate a schede Intel integrate, la gestione avviene in modo intelligente, poiché il computer utilizza quella integrata se bisogna compiere operazioni di grafica ed utilizza quella esterna per altre necessità. Le schede grafiche integrate utilizzate dai MacBook sono solitamente Intel HD o Iris.

HDD/SSD e memoria RAM

Se siete indecisi su quale MacBook comprare in relazione alla quantità di memoria RAM, dovete sapere che nessun MacBook permette di espanderla, per cui è utile acquistare un modello con un quantitativo di RAM adeguato per l’utilizzo che se ne dovrà fare.

Tutti i modelli di MacBook hanno almeno 8 GB di RAM, che è il valore minimo se non si vogliono avere rallentamenti in fase di utilizzo per esigenze legate soprattutto al gaming e al video editing.

ram notebook

Per quanto riguarda la memoria interna, a parte il MacBook Pro 13 senza Touch Bar, tutti i nuovi modelli non permettono di sostituire l’SSD, sono disponibili i tagli da 128 GB, 256 GB, 512 GB e 1 TB, parliamo di storage composto da unità a stato solido (SSD) che assicurano velocità elevate di trasmissione dati rispetto agli HDD.

Connettività

La dotazione delle porte dei MacBook Pro di ultima generazione offrono un solo tipo di porta, ovvero, la Thunderbolt 3 in formato USB-C che permette di collegare HDD, ricaricare il computer, inserire chiavette e altre periferiche.

I pro di questa porta sono la velocità di trasferimento fino a 40 GB con Thunderbolt 3, 20 Gbps con dispositivi Thunderbolt 2 e 10 Gbps con dispositivi USB 3.1 di seconda generazione, ma ci sarà bisogno di utilizzare adattatori per collegare dispositivi USB –A.

I MacBook 12” hanno ugualmente una sola porta, ma è differenza dei Pro, questi dispongono di una porta USB 3.1, infine, i vecchi modelli di MacBook Pro e MacBook Air hanno più porte Thunderbolt 2, USB, slot per SD e connettore magnetico MagSafe per ricaricare il computer.

Nel comparto connettività troviamo in tutti modelli di MacBook la tecnologia Bluetooth 4.2, ad eccezione dell’Air che dispone della versione 4.0 e il supporto alle reti wireless AC.

Touch Bar nei MacBook Pro

La Touch Bar è stata introdotta solo sui nuovi MacBook Pro e sostituisce i tasti funzione con una piccola striscia OLED touch con cui è possibile accedere a diverse funzioni, con la possibilità di personalizzarle.

La barra si adatta alle applicazioni in uso, per cui ad ogni app lanciata, le funzioni disponibili saranno differenti,  si tratta di una soluzione molto utile e pratica, che riduce il tempo nel compiere alcune azioni e ne facilita l’accesso.

Quale MacBook comprare

Dopo aver visto tutti gli aspetti da considerare nei notebook prodotti da Apple, dovreste essere in grado di fare le giuste valutazioni per decidere quale MacBook comprare, andiamo a vedere più da vicino alcuni modelli di MacBook.

MacBook Air 13 pollici

Quando ci si chiede Quale MacBook comprare è inevitabile pensare al MacBook Air 13 pollici. Si tratta del Mac più amato di sempre, divenuto con il tempo sempre più leggero e sottile. Andiamo a vedere insieme tutte le caratteristiche di questa stupenda macchina disponibile in tre colori: oro, grigio siderale e argento.

Il display Retina da 13,3” ha più di 4 milioni di pixel ed una risoluzione di 2560×1600 che offre delle immagini vivide ed estremamente dettagliate. Anche i testi appaiono molto nitidi e definiti mentre l’ottimo bilanciamento del bianco è regolato in automatico grazie alla tecnologia True Tone in base all’ambiente circostante.

MacBook Air 13 modello 2019

Tastiera MacBook Air 13 modello 2019

Questo display offre il 48% di colori in più rispetto al precedente modello non Retina. Il vetro arriva fino al margine del guscio e riduce quindi l’incidenza dei bordi del 50%. Il sensore Touch ID è integrato mentre il processore è un Intel Core i5 Dual-core a 1,6GHz con Turbo Boost fino a 3,6GHz e con 4MB di cache L3.

Per quanto riguarda l’archiviazione è possibile optare per un’unità SSD PCle da 128 GB oppure SSD PCle da 256GB, entrambe configurabili con unità SSD da 256GB, 512GB o 1TB. La memoria LPDDR3 a 2133MHz su scheda è di 8GB ma è configurabile con 16GB di memoria. La batteria integrata ai polimeri di litio da 49,9 wattora è molto efficiente. La dimensione ed il peso del MacBook Air sono il suo punto forte: 1,56 cm di altezza, 30,41 cm di larghezza, 21,24 cm di profondità ed un peso di soli 1,25 Kg.

LA scheda grafica è una Intel UHD Graphics 617 ed è presente un’uscita digitale Thunderbolt 3. Videocamera FaceTime HD da 720p. Disponibili inoltre gli altoparlanti stereo, presenti tre microfoni ed un jack cuffie da 3,5 mm.

MacBook Pro 13 pollici

Parliamo ora del famoso MacBook Pro da 13 pollici, disponibile in due colorazioni: argento e grigio siderale. Il display è un Retina retroilluminato LED da 13,3” di diagonale con tecnologia IPS ed una risoluzione di 2560×1600 a 227 pixel per pollice.

Il processore, in base alla configurazione scelta può essere un Intel Core i5 quad-core a 1,4GHz, con Turbo Boost fino a 3,9GHz e con 128MB di eDRAM oppure un Intel Core i5 quad-core a 2,4GHz, con Turbo Boost fino a 4,1 GHz, con 128 MB di eDRAM. Anche la scelta di Unità SSD è molto ampia con le seguenti dimensioni: 128GB, 256GB, 512GB. Tutte configurabili on SSD fino ad un massimo di 2TB.

MacBook Pro 13 modello 2019

Tastiera MacBook Pro 13 modello 2019

La memoria LPDDR3 a 2133MHz su scheda è di 8GB ma è configurabile con 16GB. La scheda grafica, in base alla configurazione scelta potrebbe essere una Intel Iris Plus Graphics 645 o una Intel Iris Plus Graphics 655. Disponibili due porte Thunderbolt 3 USB-C. La tastiera, di dimensioni standard, è retroilluminata, la Touch Bar ha il sensore Touch ID integrato. Per quanto riguarda il comparto Wireless troviamo un Wi-Fi da 802.11ac compatibile con IEEE 802.1/b/g/n ed una tecnologia wireless Bluetooth 5.0.

La videocamera FaceTime è HD a 720p. Per quanto riguarda invece il comparto audio troviamo gli altoparlanti stereo ad alta gamma dinamica, tre microfoni ed un Jack cuffie da 3,5mm. La batteria integrata ai polimeri di litio da 58,2 wattora consente fino a 10 ore di navigazione web in wireless. Per finire diamo uno sguardo alle dimensioni: 1,49 cm di altezza, 30,41 cm di larghezza, 21,24 cm di profondità ed un peso di appena 1,37 Kg.

MacBook Pro 16 pollici

Per finire la nostra carrellata per la guida su quale MacBook comprare diamo uno sguardo al MAcBook Pro da 16” disponibile in due colori: argento e grigio siderale. Come al solito parliamo innanzitutto dello schermo che è un Retina retroilluminato LED da 16” di diagonale con tecnologia IPS ed una risoluzione nativa di 3072×1920 e 226 pixel per pollice.

In base alla configurazione scelta potremo avere i seguenti processori: Intel Core i7 6-core a 2,6GHz con Turbo Boost fino a 4,5GHz oppure Intel Core i-9 8-core a 2,3 GHz con Turbo Boost fino a 4,8 GHz e con 16MB di cache L3 condivisa. Anche per l’archiviazione è possibile scegliere tra un’unità SSD da 512 GB o da 1TB (configurabile con unità SSD fino a 8TB.

MacBook Pro 16 modello 2019

Caratteristiche MacBook Pro 16 modello 2019

La memoria è una DDR4 a 2666MHz su scheda da 16GB, configurabile con 32GB o 64GB. La scheda grafica è a scelta tra AMD Radeon Pro 5300M con 4GB di memoria o AMD Raedon Pro 550M con 4GB di memoria. La Magic Keyboard è retroilluminata con 66 tasti (ISO) e quattro tasti freccia compresi disposti a T capovolta. Presente la Touch Bar, il sensore Touch ID, il sensore di luce ambientale e la Rackpad Force Touch.

Per quanto riguarda il wireless troviamo un Wi-Fi 802.11ac e la tecnologia wireless Bluetooth 5.0. La videocamera FaceTime è HD a 720p. Il sistema audio è formato da sei altoparlanti hi-fi con woofer force-canceling che offrono un suono stereo molto ampio e supportano la riproduzione Dolby Atmos. Presenti tre microfoni in array di ottima qualità e un jack da 3,5 mm per le cuffie. La batteria integrata ai polimeri di litio da 100 wattora consente fino a 11 ore di navigazione web in wireless ininterrotte.

I migliori accessori per MacBook

Se avete un MacBook o volete fare un regalo ad un vostro amico/partner che ne possiede uno, certamente potreste trovarvi ad aver bisogno di alcuni accessori.

Apple SuperDrive USB

Questa unità ottica racchiude al suo interno tutto quello di cui si ha bisogno: consente di leggere e masterizzare CD e DVD grazie al SuperDrive USB Apple ed è l’ideale anche per guardare DVD, installare software o creare dischi di backup.

Grazie alle sue dimensioni molto ridotte, corrispondenti circa ad una custodia per CD sarà possibile portare il SuperDrive USB Apple sempre con sé, anche in viaggio. Grazie a questo strumento non sarà necessari preoccuparsi di perdere cavi poiché si connette al vostro MacBook con un solo cavo USB di tipo A integrato. Non avendo un alimentatore integrato funziona quando il Mac è collegato alla corrente (oppure alimentato a batteria).

In Offerta

Apple Adattatore multiporta

E’ un adattatore da USB-C a AV digitale permette di duplicare tutto quello che si vede sullo schermo del Mac su una TV o un monitor HDMI con risoluzione fino a 1080p a 60Hz o UHD a 30 Hz.

È sufficiente inserire l’adattatore in una porta USB-C o Thunderbolt 3 del Mac e collegarlo alla TV usando un cavo HDMI. Compatibile con MacBook 12, Macbook Pro 13, MacBook Pro 15, iMac 21,5, iMac 27 e iMac Pro.

Apple Magic Mouse 2

Apple Magic Mouse 2 è un accessorio che non può mancare se si possiede uno dei MacBook, un mouse dalla superficie multi-touch, comodissimo da utilizzare, si possono compiere semplici gesti come scorrere le pagine web e sfogliare documenti.

Si abbina automaticamente al Mac ed è subito pronto all’uso, per farlo funzionare è necessario avere un computer Mac con Bluetooth e OS X 10.11 o successivo.

Le novità di macOS Catalina

È arrivato macOS Catalina, la nuova versione del sistema operativo Mac, andiamo a vedere quali sono tutte le novità introdotte dopo il lungo periodo di beta test. Si tratta di numerose novità importanti relative ad app aggiornate, app completamente nuove introdotte con il nuovo sistema operativo, nuove funzionalità. Andremo inoltre a scoprire quali sono i Mac compatibili con Catalina.

Le novità di macOS Catalina

Catalina deve il suo nome all’isola che si trova di fronte a Los Angeles, inclusa nell’arcipelago delle Channel Islands e porta con sé numerose novità. Prima di tutto bisogna precisare che Catalina non supporta più applicazioni a 32 bit per cui diventa necessario un aggiornamento di molte applicazioni. Un’altra novità importante è certamente l’addio ad iTunes, la piattaforma è stata eliminata e scompattata in una serie di altre applicazioni: Musica per gestire gli audio locali su iCloud, Tv per i film ed i video, Podcast.

App aggiornate

Con Catalina, come abbiamo accennato, non è stata annunciata soltanto la morte di iTunes ma anche un aggiornamento di tante app già conosciute. Sono davvero molte le applicazioni che sono state completamente rinnovate e riviste per consentire agli utenti di avere un’esperienza sempre migliore.

Ad esempio l’App Foto cambia infatti totalmente interfaccia e può beneficiare di una potente ed aggiornata intelligenza artificiale. Nello specifico: le foto saranno organizzate ora per data, l’anteprima delle foto è più grande, il sistema identifica le foto in base all’evento o alle persone presenti raggruppandole, la modifica dei Ricordi viene sincronizzata tra tutti i dispositivi, l’app sceglie le foto migliori rimuovendo i duplicati, per finire cambia anche la veste grafica della presentazione delle foto.

Anche l’app Note cambia faccia, vediamo infatti che le Note non saranno più presentate all’interno della galleria ma con un’anteprima dei contenuti. Sarà poi possibile condividere le Note anche in forma bloccata, senza quindi consentire l’editing. Il processo di analisi che abbiamo spiegato per le foto è stato riportato anche su Note, i soggetti presenti nelle foto allegate vengono identificati e le foto possono essere ricercate proprio in base al soggetto riprodotto nelle immagini. Per finire anche il sistema di acquisizione dei testi migliora grazie alla funzione scanner che si interfaccia con un OCR interno.

Tante novità anche per l’app Promemoria, completamente ridisegnata sia nella grafica che nelle funzioni. Migliorato infatti il supporto da Siri che può suggerire anche la creazione di un promemoria mentre si scrive un messaggio. Quando si applica un Tag ad un promemoria l’app ricorda automaticamente quando è il momento di contattare la persona taggata. I promemoria possono inoltre essere strutturati per gruppi ed è possibile personalizzarli con colori e simboli. Per finire è bene sapere che è possibile aggiungere ai promemoria degli allegati che possono essere link, documenti o foto.

Anche l’app Mail ha introdotto una novità, inserendo direttamente nel cestino i messaggi di specifici indirizzi. Safari invece ha una nuova pagina iniziale con suggerimenti di Siri basati sull’esperienza di ricerca dell’utente.

Nuove App

Con Catalina macOS 10.15 sono state introdotte anche delle nuove applicazioni. Parliamo per prima cosa dell’App Tempo di utilizzo che attraverso la funzione Screen Time sul Mac consente di ottenere un resoconto di quanto tempo si passa su ogni app o sul web, con la possibilità di impostare dei limiti.  Disponibile tuttavia la funzione “ancora un minuto” che consente all’utente di prendere tempo per terminare un particolare lavoro prima di eseguire il logout.

App Tempo di utilizzo

Arriva inoltre su Mac l’app Find My in una versione molto rinnovata e molto più potente rispetto a quella di iPhone. Questo programma infatti consente di rintracciare tutto: amici, familiari, iPhone, iPad e Mac smarriti o rubati anche quando sono offline. Grazie a Find My sarà possibile la completa disabilitazione del Mac in caso di furto o smarrimento.

Un’altra novità è l’app Sidecar che consente di utilizzare l’iPad per estendere il display del Mac o come tavoletta grafica da sfruttare con le app dedicate. Nel secondo caso sarà possibile utilizzare l’Apple Pencil per disegnare attraverso l’iPad come se fosse una tavoletta da disegno.

Altre novità

Con macOS Catalina migliorano ulteriormente le funzioni di accessibilità del sistema operativo grazie all’innovativa tecnologia Voice Control che consente di controllare il Mac anche agli utenti che non possono utilizzare mouse o tastiera. Con questa novità è possibile effettuare tutte le azioni semplicemente utilizzando la propria voce.

Tecnologia Voice Control

Come detto con Catalina sarà necessario dire addio alle app a 32 bit. In una fase iniziale quando si avvia una vecchia app 32 bit uscirà la scritta “Lo sviluppatore deve aggiornare l’app perché funzioni con questa versione di macOS”.

Anche la sicurezza è notevolmente migliorata, le nuove applicazioni firmate con il Developer ID di Apple devono infatti essere autenticate prima di poter essere avviate, superando quindi un controllo per individuare contenuti malevoli. Se la firma di un Developer ID infatti è ad esempio sottratta, il servizio consente di mantenere la cronologia del software.

Presente una protezione contro i keylogger che disabilita il Mac attraverso il processore T2. Catalina obbliga inoltre le app a chiedere il permesso dell’utente per accedere ai dati sensibili oppure alle unità di storage collegate al computer. Viene quindi mostrata una schermata simile a quella che compare su iPad e iPhone quando un’app richiede di accedere a dati come: foto, calendario, contatti e tanto altro. Grazie alla nuova funzionalità Blocco Attivazione il vostro Mac sarà molto meno appetibile per i ladri che non potranno installare sul Mac rubato una nuova versione di macOS.

Supportata la funzione Accedi con Apple che consente di utilizzare le proprie credenziali Apple ID per autenticarsi ad applicazioni, siti o altri servizi. Se abbinato ad Apple Watch, Catalina consente allo smartwatch di svolgere le funzioni di autenticazione. Con MacOs Recovery è possibile ripristinare il sistema operativo partendo da una versione precedenti. Migliorato il supporto per fonti e lingue internazionali.

Mac compatibili con macOS Catalina

Andiamo a vedere quali sono i Mac compatibili con macOS 10.15: MacBook 2015 e successivi, iMac 2012 e successivi, MacBook Air 2012 e successivi, iMac Pro 2017 e successivi, MacBook Pro 2012 e successivi, Mac Pro 2013 e successivi, Mac mini 2012 e successivi.

Per girare bene, naturalmente, alcune funzionalità hanno bisogno di modelli di Mac recenti. Stiamo parlando ad esempio dei contenuti 4K, HDR, 4K Dolby Vision, Dolby Atmos e HDR10. Ad esempio, infatti il Dolby Atmos è disponibile sui notebook dal 2018 in poi.