Differenza tra ADSL, Fibra FTTC e FTTH

adsl vs fibraInternet ha subito diverse evoluzioni nel tempo, oggi la velocità di connessione è il requisito fondamentale per la fruizione di contenuti multimediali e streaming, i tipi di collegamento disponibili sono molteplici ed hanno diverse potenze e velocità, in questo articolo spiegheremo la differenza tra ADSL, Fibra FTTC e FTTH.

La connessione ADSL è sicuramente una soluzione veloce ma attualmente superata, infatti, se si vuole navigare velocemente e senza interruzioni meglio una connessione in fibra ottica, l’aspetto negativo di quest’ultima è che non in tutte le zone è presente il servizio.

ADSL

L’ADSL utilizza il doppino di rame per trasmettere i dati, che collega il domicilio dell’utente alla centrale telefonica, per cui non servono nuove infrastrutture per farla funziona, è possibile sfruttare la rete già esistente.

Il traffico telefonico sfrutta solo una piccola parte della banda, quella che resta viene utilizzata dalla tecnologia ADSL, che divide le frequenze dedicate alla fonia da quelle utilizzate per internet, inoltre, suddivide in maniera asimmetrica la larghezza di banda, quella maggiore per i download e quella minore per gli upload.

Il cavo di rame riesce ad assicurare una velocità massima di 20 mega, ed è ancora una buona soluzione per soddisfare le esigenze di una famiglia media, fornisce una navigazione stabile e veloce ed è diffusa su tutto il territorio nazionale ed ha costi più contenuti della Fibra.

Fibra

La Fibra è un tipo di connessione che sfrutta un tipo particolare di cavo che al suo interno ha dei sottilissimi filamenti di fibra di vetro, rispetto ai vecchi cavi di rame, questi riescano a trasportare più dati per unità di tempo, senza perdere segnale nella distanza percorsa, garantendo una navigazione molto elevata.

I cavi in fibra ottica sono molto più flessibili ed immuni ai disturbi elettrici e alla variazioni delle temperatura, hanno dei costi superiore all’ADSL e hanno, per ora, una diffusione minore sul territorio nazionale.

Con la Fibra si può arrivare a velocità di download fino a 10GB, molto dipende dal tipo di connessione, distanza e limiti imposti dall’operatore, nel caso di FFTH si possono raggiungere i 1000 Mega in italia, mentre con la FTTC si può arrivare a 200 mega, molto di più dei 20 Mega offerti dall’ADSL.

differenza fibra

Fibra FFTH  

L’acronimo FTTH sta per “Fiber to the Home”, che tradotto vuol dire letteralmente “Fibra fino alla casa”, si tratta di una delle migliori tecnologie che offre ottimi risultati perché il collegamento è in fibra diretta.

Per funzionare bisogna assicurarsi di avere la copertura di questa tecnologia, in tal caso il cavo a fibra ottica viene posato dentro casa e arriva con una presa e un cavo speciale, una volta sistemata la presa, basta collegare il modem fibra offerto dal proprio operatore e si potrà sfruttare al massimo il segnale e la velocità di questa connessione.

Questa soluzione viene adottata soprattutto nelle grandi città, mentre nei comuni più piccoli, per via dei costi troppo elevati, si è scelto di adottare un altro tipo di tecnologia con il cavo in fibra ottica: Fibra FTTC.

Fibra FTTC

L’acronimo FTTC sta per “Fiber to the Cabinet”, con questo approccio, la fibra ottica viene portata solo alla cabina di zona con lavori meno invasivi a un costo minore, è una sorta di armadio stradale da cui si dipartono poi singole connessioni per abitazioni e condomini.

Per funzionare correttamente si sfruttano i cavi di rame che si utilizzano già per il telefono e per l’ADSL, si tratta di una tecnologia mista che non può essere definita propriamente fibra ottica, ma è comunque un buon compromesso per avere prestazioni più elevate dell’ADSL.

Dal punto di vista degli utenti l’FTTC i vantaggi sono stati immediati, perché la fibra ottica ha smesso di essere una tecnologia dedicata solo dalle grandi città, ma è arrivata anche nei medi e piccoli centri, una soluzione che ha permesso di raggiungere velocità elevate senza le grosse spese dell’FTTH.

Il lato negativo è che con l’FTTC non si può mai arrivare alla velocità della FTTH, inoltre, più la cabina di zona è lontana da casa e più la connessione diventa di scarsa qualità, instabile e con rallentamenti, per cui è sempre importante controllare la velocità effettiva offerta dal provider che si sceglie al fine di evitare brutte sorprese.

Comunque, si stima che ne prossimi anni la diffusione della fibra FTTH continuerà ad aumentare, anche grazie a nuovi approcci tecnologici riguardo i cavi utilizzati, con soluzioni meno invasive e complesse.

In conclusione, tutte e tre le tipologie di connessioni sono valide e veloci con delle differenze che abbiamo spiegato in questo articolo, l’ADSL resta ancora una buona soluzione nelle aree dove non c’è copertura Fibra, mentre la Fibra FFTC è un buon compromesso per le zone dove eseguire lavori per una FFTH sarebbe dispendioso per le compagnie telefoniche.

2017-12-03T16:08:14+00:00