Grazie ai tanti aggiornamenti e alle numerose funzionalità aggiunte nel corso degli anni, Google Maps è diventato uno dei navigatori più utilizzati al mondo, il suo successo è dovuto anche agli smartphone in commercio sempre più performanti e anche alla recente possibilità di avere Google Maps offline su Android.

Google Maps offline su Android permette di navigare senza utilizzare internet, il che vuol dire che è possibile consultare le mappe anche quando non si ha la possibilità di collegarsi a una rete wifi o a una connessione dati.

 Prima di spiegarvi la procedura per poter utilizzare le mappe Google offline, scopriamo brevemente pro e contro dell’utilizzo dell’app in questa modalità, al fine di evitare spiacevoli problemi mentre siete in viaggio.

È chiaro che Google Maps offline non beneficiando di una connessione a internet ha delle limitazioni che possono essere più o meno importanti:

Pro: non occorrono connessioni ad internet e non è necessaria una sim card

Contro: assenza della segnalazione dei punti di interesse come monumenti, musei, ristoranti e così via, mancanza di valutazione del traffico in tempo reale.

Chiarito questi punti, scopriamo come usare Google Maps offline su Android senza connessione a internet.

Prima di eseguire questa procedura, bisogna assicurarsi di avere un collegamento una rete wifi e scaricare l’ultima versione dell’app Google Maps e poi procedere con il download di una o più porzioni di mappa sul proprio dispositivo in modo da renderle disponibili per Google Maps offline.

Attivare la localizzazione e andare su Google Maps, fare uno swipe da sinistra verso destra per aprire il menu laterale in cui si trova anche la voce “Mappe offline”, dopo aver fatto tap compare la voce “Seleziona la tua mappa”, fare un altro tap.

                                                                               

Viene mostrato un riquadro che permette di scegliere un’area della cartina da scaricare. Dopo averla scelta, Google Maps calcola la grandezza del file, per procedere cliccare sul pulsante “Scarica”, a seconda della velocità di connessione potrebbero richiedere da pochi secondi a qualche minuto per completare il download.

È possibile scaricare tutte le mappe che si desiderano senza limiti, il problema potrebbe sorgere solo se il dispositivo ha poca memoria interna libera, inoltre, è possibile visualizzare, rinominare ed eliminare ogni mappa.

Le mappe di Google Maps offline scadono dopo 30 giorni dalla data in cui è stato effettuato il download sul dispositivo, questo perché è possibile che nell’arco del tempo la mappa subisca cambiamenti o aggiornamenti, per cui l’app costringe a scaricare di nuovo l’area di interesse.

Per aggiornare la mappa offline basta cliccare su quella scaricata, una finestra permette di effettuare l’update attraverso il tasto “Aggiorna” o di cancellarla con “Elimina”.

Si può rinominare utilizzando l’icona a forma di matita in alto a destra, mentre per accedere all’area della mappa e navigare al suo interno senza connessione, basta cliccare sul piccolo rettangolo in cui viene miniaturizzata la mappa.

A questo punto è necessari impostare la posizione di partenza e quella di arrivo compresa nell’area della mappa scaricata e fare un tap su “Vai”, verrà calcolato il percorso esattamente come quando si utilizza Google Maps collegato a internet.