Quando si clicca su download per scaricare un documento capita spesso di non riuscire poi a ritrovarlo immediatamente, con grande fastidio e perdita di tempo. Questo perché molti non sanno come e dove si salvano i file scaricati sul telefono. Andiamo a scoprire insieme dove e come si salvano i documenti su iPhone.

Indice:

Dove si salvano i documenti su iPhone

Se ti stai chiedendo dove si salvano i documenti su iPhone la risposta è molto semplice: su File. Si tratta del file manager di Apple, chiamato appunto per questo “File” integrato nel sistema operativo iOS. Andiamo a scoprire come funziona e come vengono salvati i documenti sull’iPhone.

Da quando è stato rilasciato iOS 11 tutti i documenti scaricati su iPhone vengono salvati in File, un contenitore appunto di tutti i documenti presenti sul vostro dispositivo. Sostanzialmente File non è altro che un “Esplora risorse” da cui sarà possibile analizzare i contenuti più recenti oppure i documenti salvati nel nostro account cloud ma anche in locale sul nostro device.

Tutte le funzionalità di File di iPhone

Come è facilmente intuibile dal nome nella sezione “Recenti” è possibile trovare tutti i file aperti negli ultimi giorni sull’iPhone ed è molto utile per chi vuole aprire nuovamente un documento chiuso poco tempo prima.

Accedendo al tab “Sfoglia” si ha invece accesso a tutte le singole cartelle presenti sia in cloud che nella memoria locale, tramite le quali sarà possibile trovare tutti i documenti che ci interessano. Molto interessante inoltre la funzione che consente di integrare all’interno dell’app File servizi di storage come OneDrive o Dropbox, oltre chiaramente a iCloud Drive.

Dove si salvano i documenti su iPhone

Ogni documento ovviamente potrà essere aperto nella sua applicazione o anche condiviso ed inviato ad altri utenti. Da segnalare la presenza di una sezione “Cestino” in cui è possibile trovare i contenuti eliminati prima che vengano definitivamente cancellati dalla memoria dell’ iPhone.

Non tutti i file salvati sul nostro iPhone sono tuttavia visibili all’interno di File, ad esempio musica e foto vengono mostrati soltanto nelle proprie applicazioni native. L’unico modo per capire quindi a quanto corrisponde lo spazio occupato da altri contenuti e documenti è necessario guardare nelle impostazioni di sistema.

Per finire è bene sapere che se si utilizza iPadOS è possibile accedere ai file anche su un’unità USB o su una scheda SD o su un disco rigido tramite la versione dell’app File per iPadOS.

  • Post author:
  • Post category:Mobile
  • Post last modified:9 Maggio 2020
  • Reading time:3 min(s) read