Quando utilizziamo Facebook siamo esposti alla sottrazione di dati personali, poiché il famoso social network condivide dati su di noi e i nostri amici tramite siti web, giochi e applicazioni, se non volete che questo avvenga e impedire a Facebook di condividere i dati personali, bisogna fare delle azioni specifiche che vi illustreremo in questo articolo.

È recente lo scandalo avvenuto proprio su Facebook, nel 2014 i dati degli utenti sono stati raccolti da una persona che è stata autorizzata a fornirli alla società di analisi Cambridge Analytica, il social network è intervenuto successivamente chiedendone la distruzione, nonostante ci siano state rassicurazioni, c’è chi sostiene che ancora stiano girando.

Ma Facebook non è il solo a raccogliere dati e informazioni personali, sono tante le compagnie tecnologiche che ricavano soldi utilizzandoli, per cui bisogna fare molta attenzione e scegliere accuratamente i servizi che si utilizzano.

Facebook, per tutelare i propri utenti, mette a disposizione alcune restrizioni sull’account che non tutti conoscono o sanno applicare, alcune opzioni possono anche limitare l’utilizzo del social, ma se volete stare tranquilli, il consiglio è quello di proseguire la lettura e scoprire come rendere più sicuro il vostro profilo.

A partire dal 19 aprile 2018, quando si accede per la prima volta su Facebook si può leggere un messaggio che informa su come è possibile apportare delle modifiche alle impostazioni della privacy in modo da non permettere la diffusione delle proprie informazioni personali.

Sostanzialmente si tratta di disattivare l’accesso a Facebook e la condivisione con altre app e siti web che potrebbero utilizzare i dati senza il vostro consenso.

Impostazioni siti web e app

Ma se non vi compare il messaggio sul feed e volete comunque apportare questo tipo di modifiche dovete entrare nella sezione App e siti web, per accedervi bisogna andare su Impostazioni > App e siti web.

La prima scheda di questa sezione viene denominata Attiva, perché mostra le app e i siti che hanno effettuato l’accesso di recente usando Facebook, è possibile spuntare le caselle su qualsiasi voce e cliccare su Rimuovi per annullare l’accesso.

Rimuovendo si può anche scegliere se cancellare tutti i post, le foto e i video su Facebook che queste app e siti web possono aver pubblicato a nome vostro.

Inoltre, sono presenti anche le schede Scaduti e Rimossi, che mostrano le autorizzazioni scadute o quelle eliminate nel tempo.

Quali contenuti le app e i siti web stanno condividendo?

Volete sapere che tipo di contenuti e informazioni un’app o un sito web sta condividendo con il vostro nome? Cliccando sulla voce Visualizza e modifica accanto a ogni singola voce, viene mostrata una finestra con tutte le informazioni a cui può accedere l’app in questione.

Da qui è possibile modificare queste impostazioni, limitarne l’accesso e scegliere cosa non si vuole condividere come l’elenco degli amici, i post sulla timeline, gli aggiornamenti di stato, gli eventi, ect.

Cosa succede quando si rimuovono le autorizzazioni ad app e siti web?

Quando si rimuove un’app o un sito web con cui si è effettuato l’accesso tramite Facebook si riceve un avviso sullo schermo, che avverte che rimuovendo l’autorizzazione si cancellerà ogni permesso concesso e sarà possibile anche eliminare tutti i contenuti che le app e i siti web pubblicati su Facebook a nome vostro.

La scheda Scaduti

Questa scheda comprende app e siti web con sui è effettuato l’accesso una volta su Facebook ma il login è scaduto; ognuno mostra data e ora dell’ultimo accesso effettuato utilizzando le credenziali di Facebook, anche in questo caso è possibile cliccare su Visualizza e Modifica per ogni voce e vedere cosa è stato condiviso.

Non è presente nessun comando che permette di verificare tutto insieme, per cui bisogna forzatamente fare questa operazione singolarmente su ogni voce.

La scheda Rimossi

In questa scheda vengono mostrate tutte le app e i siti web rimosse dall’account di Facebook, è possibile che queste app possano ancora avere accesso a informazioni condivise in precedente, per avere ulteriori dettagli cliccare su Visualizza Dettagli su ognuno e conoscere anche il numero ID utente che si ha con il servizio.

È possibile anche avere maggiori informazioni attraverso un collegamento alla politica sulla privacy di ciascuna app o siti rimossi, se disponibile, in caso contrario appare la pagina 404.

Disattivare l’accesso di default con Facebook ad app e siti web

Questa impostazione permette di scegliere in che modo interagire con app, siti web e giochi su Facebook e anche fuori dal social network.

Per farlo bisogna cliccare su Impostazioni > App e siti web e poi andare su Preferenze> App, siti web e giochi e cliccare su Modifica.

A questo punto è possibile decidere se disattivare questa impostazione, tenendo conto che facendolo Facebook non si potrà più accedere ad app e siti con Facebook, non si potranno usare alcuni giochi su Facebook e alcune attività potrebbero essere eliminate; non si potrà interagire con i siti che usano il tasto Condividi e Commenta con il proprio account.

Si tratta di una soluzione particolarmente estrema che può essere evitata se si perde qualche minuto a settare tutte le impostazioni sulla privacy di Facebook.

Disattivare le notifiche delle app e dei giochi

Nella stessa pagina si trova anche la scheda “Notifiche relative ai giochi e alle app”, che permette di controllare le richieste dei giochi inviate degli amici, gli aggiornamenti di stato dei giochi e le notifiche che si ricevono nell’app da parte degli sviluppatori di Facebook e Gameroom, la modifica di questa impostazione non influenza la possibilità di giocare e usare le app.

Informazioni sull’utilizzo dei dati da parte di Facebook

Se volete conoscere il modo in cui Facebook utilizza i dati e le informazioni personali è possibile visitare il seguente link, in cui è presente tutta l’informativa sui dati, aggiornata costantemente.

Gli sviluppatori sono continuamente a lavoro per migliorare la privacy dei propri utenti e assicurare loro una navigazione sicura all’interno del social network e neutralizzare le possibilità di sottrazione dei dati personali.